Informazione  
 
Il numero in edicola
Archivio cartaceo
Editoriali
 
 
Archivio cronaca
Comunicati comunali
Il sindaco risponde
Lettere al giornale
 
  Sport  
 
Cavese Calcio
Arti marziali
Atletica e C.S.I
Altri sport
 
  Ritratti  
 
La Giunta Comunale
I Consiglieri comunali
Personaggi cavesi
Foto di Cava
Scorci metelliani
 
  Consulenti  
 
Avvocato
Commercialista
Immobiliare
Lavoro
Dentista
Nutrizionista
Sessuologo
 
  Medicina  
 
Distretto sanitario SA1
Articoli
Centro di salute mentale
Consultorio
Sert
Diabetologia
Il medico risponde
 
  Istituzioni  
 
Palazzo di Citta'
Comunicati comunali
Associazioni
Consorzio di Bacino SA1
Intermedia
Scuola
 
  Servizi  
 
Farmacie
Numeri utili
Orari autobus
Orario treni
Siti istituzionali
 
  Annunci  
 
Compro e vendo
Immobiliari
Cerco e offro lavoro
 
  Rubriche  
 
Lettere
Cultura
Speciali
Mondo Giovani
Cavesi nel mondo
Immigrazione
Mostra fotografica
Scadenze fiscali
Umorismo e satira
Chi siamo
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
torna in cima

CampaniaMeteo.it
Adotta anche tu un cane al canile di Cava de' Tirreni. Clicca qui
Ditelo a noi
[24 04 2015 ]

Programma a cura de "La TV di Cava"
Trasporto scolastico 2015/2016
[23 04 2015 ]
Comunicato comunale
L'assessore alla Pubblica Istruzione Clotilde Salsano comunica che è stato pubblicato l'avviso pubblico per l'iscrizione al servizio trasporto scolastico per l'anno 2015/2016. Gli utenti che intendono usufruire del servizio Trasporto scolastico per i propri figli frequentanti le scuole dell'infanzia, primarie e secondarie di 1° grado possono inoltrare domanda di iscrizione presso l'Ufficio URP del Comune, dal 20 aprile 2015 al 20 maggio 2015. Il modello di richiesta può essere ritirato presso gli Uffici U.R.P. (protocollo), della Pubblica Istruzione o sul sito Internet del Comune. Il termine di cui sopra è perentorio. Pertanto, le domande presentate fuori termine non saranno ritenute valide ai fini dell'inserimento in graduatoria degli aventi diritto al servizio. I percorsi previsti dal servizio sono i seguenti:
percorso n.1 CONTRAPONE -PASSIANO - S.MARTINO
percorso n. 2 CASA DAVIDE - CASTAGNETO - S. CESAREO - CESINOLA - CORPO- S. ARCANGELO
percorso n.3 PREGIATO NUOVI INSEDIAMENTI - S. ROSA - PETRELLOSA
percorso n.4 S.G. PENNINO - CAMMARESE - PISCIRICOLI - PREGIATO
percorso n.5 STARZA - FIUME - S. LUCIA - LOC. CITOLA - S.LUCIA (PRIMARIE ED INFANZIA)
percorso n.6 S.ANNA INFANZIA E PRIMARIA
percorso n.7 CROCE - S. PIETRO
percorso n.8 S.PIETRO- LOC. MADDALENA - DUPINO - SS.QUARANTA - MARINI - ALESSIA - DUPINO
percorso n.9 TRASPORTO AL CENTRO LA NOSTRA FAMIGLIA
percorso n.10 TRASPORTO ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI SCUOLE CITTADINE,
prevedendo anche eventuale servizio di solo andata o solo ritorno.


Per eventuali chiarimenti gli interessati possono, comunque, rivolgersi al Servizio Pubblica Istruzione. E' fondamentale che gli interessati presentino domanda entro i termini previsti per consentire all'Amministrazione di poter programmare il servizio in tempi utili e fare in modo che lo stesso risponda al meglio alle esigenze dei bambini e delle famiglie, come è avvenuto negli scorsi anni scolastici.
1° Torneo amatoriale di "calcio balilla"
[19 04 2015 ]
Livio Trapanese
Inizierà venerdì 1° maggio 2015, alle ore 20,00, il 1° Torneo amatoriale di "calcio Balilla" organizzato dall'Associazione giovani di Cava de' Tirreni, sito in via Papa Giovanni XXIII, presso il Mercato Comunale coperto. Il torneo avrà termine venerdì 8 maggio 2015, con relativa premiazione.
Per info e iscrizioni: Umberto 334 82 21 067

Report delle forze dell'ordine
[23 04 2015 ]
Livio Trapanese
Denunce, a piede libero ovvero in stato di libertà, per danneggiamento, occupazione abusiva d’immobili, costruzioni abusive, posti di controllo, rilascio di passaporti e porto d’armi: questo ed altro ancora reso a favore della comunità cavese, della costa d’Amalfi e non solo, dalle quattro Forze di Polizia cavesi dal 14 al 21 aprile 2015. I poliziotti del Commissariato di Pubblica Sicurezza hanno eseguito 26 posti di controllo, verificando ...

Approfondisci
Tentativi di furti in appartamento a Cava de’ Tirreni:
il dispiegamento della Squadra Mobile di Salerno
[19 04 2015 ]
Livio Trapanese
E' di ieri la notizia che due georgiani, entrambi più che trentenni, muniti di sofisticati attrezzi atti all'apertura delle serrature delle porte d’ingresso degli appartamenti, anche se blindati, in via Caifasso e via Raffaele Ragone di Cava de' Tirreni non hanno posto a segno furti in abitazioni, per l’intervento della Polizia di Stato salernitana.
La costante attività info-investigativa della speciale unità operativa della Polizia di Stato di Salerno, agli ordini dell'Ispettore Capo Rosario D'Ecclesia, coordinata dal Capo della Squadra Mobile, dr. Claudio De Salvo, appositamente istituita per fronteggiare i continui furti in appartamento perpetrati da albanesi, romeni, georgiani e serbi, ha consentito d'intercettare, grazie anche all'ausilio di singolari attrezzature tecnologiche, i flussi di pregiudicati delle citate quattro etnie, che dal napoletano si riversano a Cava de' Tirreni e nel salernitano per porre in essere ruberie in negozi ed appartamenti. Intercettati i due ladri tra via Caifasso e via Raffaele Ragone, che insistono a ridosso del centro storico metelliano, questi non ottemperando all'intimazione di alt, si davano a rocambolesca fuga a bordo di una alfa romeo 156, dirigendosi, ad elevata velocità, verso l’agro napoletano; incuranti delle continue intimazioni di alt dei poliziotti.
Il tallonamento si è concluso alle porte di Pagani, quando gli agenti della Squadra Mobile, con un’azzardata manovra d’affiancamento, sono riusciti a bloccare i delinquenti in trasferta, rinvenendo, grazie ad un’accurata e minuziosa perquisizione all’autoveicolo, perché abilmente occultati in un apposito vano appositamente realizzato sotto la leva del cambio, un kit completo di attrezzi atti all'apertura delle serrature d’ogni tipo di porta.
I due georgiani, quindi, sono stati fermati ed accompagnati presso gli uffici della Squadra Mobile di Salerno ove i poliziotti, in esito alle determinazioni assunte dal Sostituto Procuratore della Repubblica di turno, hanno provveduto a sequestrare gli attrezzi, pari a sette arnesi, e denunziare all’A.G. inquirente i manigoldi, in stato di libertà, per possesso ingiustificato degli stessi. Le indagini proseguono ed a breve dalla Squadra Mobile di Salerno avremo altre positive notizie.
Ridimensionato il servizio della “Navetta gratuita”
[19 04 2015 ]
Livio Trapanese
Il Sindaco Marco Galdi, di concerto con l’Assessore alle Politiche Sociale ed alla Polizia Locale, Vincenzo Lamberti, ed i vertici del C.S.T.P., ha fatto conoscere d'aver disposto, a far data da Lunedì 20 Aprile 2015, che il servizio navetta, peraltro gratuito, visto l’assenza d’utilizzo nelle ore pomeridiane, verrà espletato esclusivamente dalle ore 08,00 alle ore 13,30. Il servizio antimeridiano (12 “corse”, ogni 30 minuti), risulta dispendioso sia per lo spreco di risorse finanziarie e sia per le vane energie del personale, perché fruito da 35/40 persone al massimo, stante le segnalazioni dei concittadini, avrebbe una maggiore fruizione se avesse la “fermata a richiesta” dell’utenza, oltre che nell’area destinata al “capolinea provvisorio”.

Mamma Lucia,
la madre di tutti i caduti
[17 04 2015 ]
Livio Trapanese
Tutti, almeno quelli degli anni ’50, ricordiamo le difficoltà incontrate dai nostri padri all’indomani dell’ultimo conflitto mondiale e quanto si adoperò, la nostra concittadina, “mamma Lucia” nel recuperare i resti dei soldati caduti in battaglia, di qualsiasi nazione, ma pochi, soprattutto i contemporanei, ricordano il reale cognome di “mamma Lucia” e noi, sollecitati da un nipote che si è distinto nella lirica, qui lo sottolineiamo. Il reale cognome di “mamma Lucia” è Pisapia.
Lucia Pisapia, sposata Apicella, nacque e visse nell’amena Frazione di Sant’Arcangelo di Cava de’ Tirreni, il 18 novembre 1887 per ritornare il 23 luglio 1982 alla Casa del Padre. Madre di famiglia semplice e pia, visse esercitando l’attività di fruttivendola e dopo un angoscioso sogno si dedicò a raccogliere i resti mortali di circa mille soldati, d’ogni bandiera, e per questa sua materna opera fu premiata dal Presidente della Repubblica con la medaglia d'oro; i tedeschi la denominarono: Mutter der toten, "la madre di tutti i caduti".
Conferenza stampa di presentazione della manifestazione a carattere nazionale “Buongiorno Ceramica”
[17 04 2015 ]
Comunicato comunale
Domani mattina, sabato 18 aprile 2015, alle ore 11.00, si terrà, nell'aula Consiliare del Palazzo di Città, la conferenza stampa di presentazione della manifestazione a carattere nazionale “Buongiorno Ceramica”- dal 29 al 31 maggio 2015 una tre giorni a porte aperte, con tante iniziative in tutta Italia per valorizzare l'antica tradizione della ceramica … e non solo .
L’Amministrazione Comunale metelliana, l’Assessore alle Attività Produttive Antonella D’Ascoli, in collaborazione con l’Associazione Pandora Artiste – Ceramiste e le Associazioni di categoria coinvolte, promuovono una serie di manifestazioni per valorizzare l’artigianato locale, i beni culturali, il paesaggio, il turismo, il commercio, l’enogastronomia e tanto altro.
Report delle forze dell'ordine
[17 04 2015 ]
Livio Trapanese
Arresti per violenza, resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale, inottemperanza all’Ordine del Questore a due soggetti ucraini di abbandonare il territorio italiano, lesioni e minacce aggravate, insolvenza fraudolenta ed inosservanze agli obblighi di misure di prevenzione, detenzione, ad uso personale, di sostanze stupefacenti, danneggiamento ...

Approfondisci
Luoghi della Memoria, memoria dei Luoghi
Le donne di Cava de' Tirreni ricordano e raccontano
[16 04 2015 ]
Franco Bruno Vitolo
Sabato 18 aprile, alle ore 10, nella Sala del Consiglio di Palazzo di Città di Cava de' Tirreni, sarà presentato un numero speciale della Rivista Meridione - Sud e Nord del Mondo, coordinato da Laura Capobianco ed incentrato sul tema). Dopo i saluti delle autorità, Sindaco Marco Galdi in primis, interverranno la prof. Maria Rosaria Pelizzari, docente presso l'Università di Salerno e Direttrice dell'OGEPO (Osservatorio interdipartimentale per la diffusione degli studi di genere e la cultura delle pari opportunità), ed il prof. Guido D'Agostino, docente dell'Università Federico II di Napoli, Dirigente dell'Istituto Campano di Studi sulla Resistenza "Vera Lombardi" di Napoli, e fondatore della rivista.
Porteranno i saluti degli Istituti Scolastici che hanno collaborato alla realizzazione dell'opera le Dirigenti Maria Olmina D'Arienzo (Liceo Scientifico "A.Genoino"), Raffaela Luciano (IIS "G. Filangieri"), e Ester Cherri (IIS "De Filippis Galdi"). Moderatrice, la prof. Maria Pia Vozzi, del Centro Studi "G.Filangieri", che è uno dei promotori dell'iniziativa.
Questa pubblicazione rappresenta la conclusione di un progetto nato nel settembre del 2012 come Scuola estiva di alta formazione, organizzata dall'Istituto di Studi filosofici di Napoli, dall'Istituto Campano di Studi sulla Resistenza "Vera Lombardi" di Napoli, dal Centro Studi "Filangieri" e dal Liceo "Marco Galdi" di Cava de' Tirreni.
È il risultato del lavoro congiunto di mondo della scuola e mondo della cultura "al femminile". Contiene infatti saggi di Lucia Avigliano, Beatrice Sparano, Patrizia Reso, Maria Pia Vozzi e Gabriella Liberti, su figure e situazioni di donne cavesi o in qualche modo collegate alla storia cavese: tra le altre Elvira Coda Notari, la prima donna regista del cinema italiano, Mamma Lucia, "la madre dei caduti", le donne operaie della Manifattura, le popolane che perirono nel Treno della Morte, a Balvano. Parallelamente, studentesse del Liceo Scientifico "Genoino", del Liceo Classico "Marco Galdi" e dell' IIS "Filangieri" hanno realizzato delle interviste ad anziane donne cavesi di varia estrazione sociale per ricostruire aspetti di vita quotidiana della comunità cavese nel Novecento.
Entusiasmante iniziativa della Società Sportiva “LA RONDINE”,
in collaborazione col C.S.I. di Cava de’ Tirreni
[15 04 2015 ]
Livio Trapanese
Presso lo Stadio Comunale “Simonetta Lamberti” di Cava de’ Tirreni si è svolto il Meeting di Atletica per le diverse abilità e non, dal tema: “La grande sfida – Sapersi incontrare è bello - II Edizione“, indetto ed organizzato dalla società Sportiva “LA RONDINE”, con la collaborazione del C.S.I. di Cava de’ Tirreni e dell’Area Tecnica Regionale del C.S.I. Campania, con la partecipazione dei Giudici Fidal, capitanati dal Prof. GiovanBattista Pelosi, che ha visto il patrocinio della Civica Amministrazione di Cava de’ Tirreni, che ha disposto l’utilizzo della struttura metelliana. Circa trenta atleti della Società Sportiva “LA RONDINE”, accompagnati da alcuni esponenti della Società Servizi C.S.I. Cava Sport, hanno dato vita ad un pomeriggio di sport, con diverse gare in programma, dal lancio del disco, al giavellotto ai mt. 100 e 400 in carrozzina.
Non sono mancati rilevanti spunti tecnici che permetteranno agli atleti di partecipare al campionato nazionale che si svolgerà a Grosseto nel prossimo mese di Giugno. Un grazie di cuore al C.S.I. di Cava de’ Tirreni che da anni segue le nostre attività, è il commento della presidente del sodalizio Anna Musumeci, sia per la parte organizzativa e sia per la parte tecnica che quest’anno si è avvalsa anche della presenza dei Giudici Fidal.
Il C.S.I. di Cava de’ Tirreni e l’area tecnica del C.S.I. Campania si sentono onorati ed orgogliosi di poter collaborare con la Società “LA RONDINE” e con il tutto il mondo sportivo delle diverse abilità, ci ha dichiarato il presidente Giovanni Scarlino, il quale si è detto disponibile di continuare ad organizzare manifestazioni come quella appena svolta.
Prossimi appuntamenti la SCETAJORDE del 1° Maggio ed il Trofeo Alema del 3 Maggio, dove la presenza di atleti delle diverse abilità diventa un ulteriore punto di orgoglio del C.S.I. metelliano.

Incarico al Consigliere comunale
Germano Baldi allo Sport
[15 04 2015 ]
Comunicato comunale
Stamattina il sindaco Marco Galdi ha provveduto con suo decreto ad affidare al consigliere comunale Germano Baldi la delega allo Sport. Detto incarico non sarà retribuito ed il Consigliere delegato, nell'espletamento del medesimo, terrà rapporti diretti con il Sindaco al quale dovrà relazionare periodicamente. Esso sarà utile per una ricognizione a trecentosessanta gradi delle attuali problematiche delle strutture sportive comunali e per lavorare a trovare soluzioni alla problematica situazione della Cavese. "Sono onorato della fiducia accordatami dal sindaco- ha dichiarato il dott. Germano Baldi- In questo lasso di tempo a disposizione lavorerò, collaborando con il sindaco, per uno screening dettagliato di tutta l'impiantistica sportiva cittadina per un programma di interventi a medio-lungo termine che sarà sicuramente uno degli obiettivi della prossima stagione amministrativa della Città".
Presentazione del libro "Carlo Filangieri",
di Pietro Calà Ulloa (1876), in copia anastatica
[15 04 2015 ]
Franco Bruno Vitolo
Venerdì 17 aprile alle ore 18, presso la Sala di Rappresentanza del Palazzo di Città di Cava de' Tirreni, sarà presentata la ristampa anastatica del libro Carlo Filangieri, scritto nel 1876 dal Marchese Pietro Calà Ulloa. Dopo i saluti del Sindaco di Cava de' Tirreni, Marco Galdi, della Vice Portavoce dell'Associazione Polis sez. Cava de' Tirreni - Salerno, Anna Casaburi, e del Parroco di Passiano, don Vincenzo D'Amico, relazioneranno: i prof. Emilio Gin (ricercatore di Storia contemporanea dell'Università di Salerno) e Giuseppe Foscari (docente universitario di Storia Moderna presso l'Università di Salerno), Giuseppe Catenacci (Presidente dell'Associazione ex alunni della Nunziatella) e Vincenzo D'Amico, editore dell'opera. Modererà Antonio Di Martino. L'opera, arricchita dalla prefazione di Giuseppe Catenacci e di Francesco Maurizio Di Giovine, è la biografia di Carlo Filangieri, cavese di origine, prestigioso generale dell'Ottocento Napoletano, figlio del grande filosofo Gaetano. Notevole l'appendice fotografica e documentaria, in cui spiccano, oltre a cartoline d'epoca (con immagini di Palazzo Carraturo, dove Gaetano Filangieri scrisse La Scienza della Legislazione), alcuni documenti inediti come il certificato di battesimo di Carlo, una lettera che il generale scrisse in francese a Pietro Quandel, il frontespizio della Scienza della legislazione, con la dedica autografa.

Carlo Filangieri, figlio del celeberrimo filosofo Gaetano e di Carolina Frendel, ungherese, educatrice della Principessa Luisa Maria, figlia di Ferdinando IV, nacque nella città metelliana il 10 maggio del 1784. Orfano in tenera età, nel 1799, il giovane Carlo, impossibilitato a raggiungere lo zio Antonio in Spagna in seguito alle turbolenze napoletane di quel periodo, a Milano entrò in contatto con l'esercito francese. In Francia, fu accolto da Napoleone che lo iscrisse al Prytanée, la prestigiosa accademia militare parigina. Combatté nell'esercito imperiale (anche nella storica battaglia di Austerlitz), distinguendosi per il suo valore, fino a quando non fu cacciato dall'Imperatore, che lo definì una "testa di Vesuvio", per aver sfidato a duello e ucciso un generale còrso, che aveva insultato l'onore militare dei napoletani. Nel volume biografico, Pietro Ulloa ripercorre la lunga carriera militare del generale Filangieri, prima nell'esercito murattiano, poi in quello borbonico. Durante il regno di Ferdinando II riordinò l'esercito e nel 1848-49 riconquistò la Sicilia, che si era dichiarata indipendente da Napoli. Per alcuni anni fu luogotenente dell'isola. Ricevette dal Re il titolo di duca di Taormina, mentre precedentemente aveva ereditato il titolo di principe di Satriano. Pur essendo stato anche imprenditore (proprietario di una ferriera sul Calore e di una filanda a Sarno), nella memoria storica egli è rimasto soprattutto come generale di alto profilo. Il brillante giornalista Ansaldo lo definì "il solo grande soldato, la sola testa politica del regime borbonico nell'Ottocento", mentre Roberto Selvaggi, nella sua monumentale opera "Volti e nomi di un esercito dimenticato", lo considera il generale napoletano di gran lunga più preparato, colto e intelligente; a suo dire l'unico che avrebbe potuto salvare il Regno di Napoli dalla catastrofe, se fosse stato più giovane e soprattutto se il Re non fosse stato così restio ad affidargli l'impresa. Morì a San Giorgio a Cremano il 9 ottobre del 1967, nel nuovo stato unitario al quale, grazie al suo senso dello Stato, egli non rifiutò collaborazione ed accoglienza.

Raduno cittadino dei ciclisti dell’A.S.D. Metelliana
[13 04 2015 ]
Livio Trapanese
Lo sport, il ciclismo in particolare, non conosce ostacoli, valicando pendii e discendendo valli. Stamane, domenica 12 aprile 2015, alle 07,30, in una soleggiata mattinata, dopo un inizio di primavera incerto, ben 66 degli 85 ciclisti dell’A.S.D. Metellia, presente anche con la quota rosa, si sono dati convegno in piazza Vittorio Emanuele III, dispiegandosi, in ordine piramidale, dinanzi alla gradonata della Concattedrale di Santa Maria della Visitazione, sede della parrocchia di Sant’Adjutore, per una “foto di gruppo” e per partire, tutti insieme, alla volta di Capaccio-Paestum. Il presidente Salvatore Senatore, nel suo breve intervento di saluto ai convenuti, assistito dal socio Salvatore Avallone, ha sottolineato che i ciclisti dell’A.S.D. Metelliana, vedono nel ciclismo l’espressione del sano svago, coniugato al costante gioire delle bellezze delle località raggiunte, che consente loro di echeggiare la storia e la cultura della “nostra“ millenaria Città di Cava de’ Tirreni. Non di rado l’A.S.D. Metelliana ha portato i colori della “Città dei portici” in lungo ed in largo dello Stivale, raggiungendo, fra le tante, anche la città di Venezia. La sede dell’A.S.D. Metelliana è in corso Umberto I, 203, nel cuore del “borgo porticato”, per info: Salvatore Avallone 328.015.6323.

Lotta all’illegalità per gli automobilisti cavesi
[13 04 2015 ]
Livio Trapanese
È sempre più difficile per gli automobilisti metelliani poter circolare con permessi di sosta gratuita, per persone affette da disabilità, e assicurazioni scadute. Non è il primo e non sarà l’ultimo permesso di sosta gratuita falsificato, sequestrato dal Corpo di Polizia Locale di Cava de’ Tirreni. Questo è quanto è stato acclarato sabato mattina da una pattuglia dei caschi bianchi di via Ido Longo. Dopo il sequestro del permesso falsificato, il comando dei metropoliti cavesi ha inoltrato un’informativa di reato alla procura della Repubblica di Nocera Inferiore per segnalare l’autore della violazione che dovrà rispondere di truffa e contraffazione di sigillo di Ente pubblico. Ma non finisce qui.
Dalla seconda decade del mese di febbraio ad oggi, ovvero da quando ha assunto il comando del Corpo di Polizia Locale di Cava de’ Tirreni il colonnello Filippo dr. Meluso, i caschi bianchi metelliani hanno eseguito 66 (sessantasei) sequestri amministrativi di autovetture, perché circolanti od in sosta su aree pubbliche, prive della dovuta copertura assicurativa per la responsabilità civile verso terzi. L’enorme numero di sequestri di automezzi è reso possibile grazie al riscontro, in tempo reale, delle risultanze acquisibili dalla “banca dati” in dotazione dell’ufficio verbali del corpo che consente di verificare sia la copertura assicurativa del mezzo e sia l’eseguita revisione periodica.
Agli automobilisti, oltre al sequestro amministrativo dell’automezzo ed affido agli stessi, senza facoltà d’uso, viene comminata la sanzione amministrativa di 884,00 €., ridotti a 543,00 se corrisposti entro 5 (cinque) giorni dalla contestazione; qualora l’automezzo venisse rottamato la sanzione si riduce a soli 198,00 euro.
Qualora l’automobilista, nonostante l’operato sequestro, dovesse circolare, l’automotomezzo viene risequestrato ed inoltrato, con carro gru, all’autoparco di Sala Consilina, come disposto dalla Prefettura di Salerno; con l’esborso di ulteriori €. 500,00. Solo nella settimana appena trascorsa, sono stati ben 11 gli automezzi sequestrati perché circolanti privi di copertura assicurativa.
Servizi di controllo del territorio
[10 04 2015 ]
Questura di Salerno
Nella serata di ieri, personale della Polizia di Stato appartenente alla Sezione Volanti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Cava de' Tirreni, diretto dal Vice Questore Aggiunto Marzia Morricone, ha arrestato un cittadino ucraino di anni 41 e un cittadino polacco di anni 38, entrambi senza fissa dimora, ritenuti responsabili di minacce, violenza, resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale. Nello specifico, a seguito di segnalazione pervenuta alla sala operativa del Commissariato sulla presenza di persone ubriache nella villa comunale di via Veneto che intimorivano i passanti, i poliziotti sono intervenuti immediatamente sul posto, dove effettivamente hanno individuato i due stranieri in evidente stato di ebbrezza e di agitazione, trovandoli ancora in possesso di varie bottiglie di birra. Gli agenti li hanno fermati per controllarli ed identificarli e i due stranieri, con atteggiamento minaccioso, si sono rivolti agli operatori con frasi oltraggiose, tentando anche di sottrarsi al controllo, dimenandosi con spintoni, calci e pugni contro i poliziotti e l'auto di servizio. I poliziotti li hanno ben presto bloccati e, con l'ausilio di altra pattuglia della Polizia di Stato intervenuta, li hanno condotti negli uffici del Commissariato per le attività di identificazione, visto che erano sprovvisti di documenti. Dagli accertamenti effettuati i due stranieri sono risultati destinatari di numerosi provvedimenti di espulsione dal territorio italiano, emessi in occasione di precedenti interventi per ubriachezza molesta, avvenuti anche in altri Comuni della provincia di Salerno. Al termine degli accertamenti, i due stranieri sono stati dichiarati in stato di arresto e successivamente sono stati condotti presso la casa circondariale di Salerno, a disposizione dell'Autorità Giudiziaria.
Servizi di controllo del territorio
[09 04 2015 ]
Questura di Salerno
Gli agenti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Cava de' Tirreni, hanno denunciato un uomo di 34 anni, proveniente dalla Basilicata, ritenuto responsabile di insolvenza fraudolenta e truffa, in quanto, dopo un lungo periodo di permanenza presso una struttura ricettiva cavese, è andato via, al termine del soggiorno, senza provvedere a saldare il conto con l'albergatore.
I poliziotti cavesi, inoltre, hanno denunciato un uomo 43enne nato a Cava de' Tirreni, ritenuto responsabile di minacce gravi e lesioni aggravate in danno dell'attuale convivente della sua ex moglie. La vittima dell'aggressione, trasportata presso il pronto soccorso del locale ospedale per le cure del caso, è stata giudicata guaribile con prognosi di 7 giorni s.c.
Campioni di Solidarietà
[09 04 2015 ]
Livio Trapanese
La campionessa di sciabola, Rosanna Pagano, nel corso della serata conclusiva del progetto "Campioni di Solidarietà", ci invita a partecipare al !Concerto di Primavera" che si terrà sabato 11 aprile 2015, alle ore 18,45, nel Salone di Rappresentanza del Palazzo di Città di Cava de' Tirreni. L'evento è sostenuto dalla Civica Amministrazione, dall'Unicef, dal C.S.I. e dalla C.R.I., comitati di Cava de' Tirreni.
Un evento a cui non si deve mancare!

Nuovo percorso e nuovi orari bus navetta CSTP
[09 04 2015 ]
Comunicato comunale
Proseguirà fino al termine dei lavori che stanno interessando piazza Abbro e le zone limitrofe il servizio navetta istituito in via provvisoria da lunedì 30 marzo u.s. dal Cstp su richiesta dell'Amministrazione comunale Galdi. Lo stesso, si ricorda, è completamente gratuito per l'utenza, già penalizzata dalla delocalizzazione del capolinea. "Questo per venire incontro ai disagi che la cittadinanza sta vivendo- ha sottolineato l'assessore alla Sicurezza Vincenzo Lamberti- per lo spostamento del capolinea CSTP da viale Crispi all'area del Trincerone 3 in concomitanza con i lavori di sistemazione di piazza Abbro. Abbiamo verificato che il servizio ha trovato un riscontro favorevole tra la popolazione metelliana e in particolare tra le fasce deboli, anziani soprattutto. Abbiamo chiesto e ottenuto, così, dai vertici dell'azienda salernitana di trasporto pubblico di modificare orari e percorso per agevolare al massimo i nostri concittadini".
Si allega il nuovo percorso e la nuova tabella oraria:
Percorso navetta: P.zza Abbro - Viale Crispi - Via Garzia - Viale Marconi - Via Guerritore - Ferrovia - Trincerone - P.zza S. Francesco - Via XXIV Maggio - P.zza Abbro.
Ditelo a noi
[09 04 2015 ]

Programma a cura de "La TV di Cava"
Report delle forze dell'ordine
[09 04 2015 ]
Livio Trapanese
Denunce a piede libero per inosservanza agli obblighi “dettati” dall’A.G., maltrattamenti, lesioni e detenzione, ai fini di spaccio, di sostanze stupefacenti, atti persecutori, danneggiamento, occupazione e costruzioni abusive d’immobili, posti di controllo, rilascio di passaporti e porto d’armi: questo ed altro ancora reso a favore della ...

Approfondisci
Altro duro colpo della Polizia Locale cavese all’accattonaggio molesto
[07 04 2015 ]
Livio Trapanese
Sabato scorso, su precise direttive del Comandante del Corpo di Polizia Locale, Col. Filippo dr. Meluso, che ha personalmente diretto l’esecuzione dei plurimi interventi, i Caschi Bianchi di Cava de’ Tirreni hanno fermato ed accompagnato negli uffici del Comando di via Ido Longo quattro soggetti di nazionalità romena: tre per il fastidioso esercizio della “questua molesta" ed uno per l’esercizio d’intrattenimento musicale itinerante, senza alcuna preventiva autorizzazione. Ai primi tre è stato notificato il rituale verbale di constatazione, previsto dal Regolamento di Polizia Locale, al quarto è stato notificato un verbale di circa 1.500 euro e trattandosi di soggetti apolidi, ovvero senza fissa dimora nello Stato, è stato notificato loro anche l'ordinanza ingiunzione. Tale procedura fa sì che i quattro, non oblando all'ingiunzione di pagamento delle rispettive sanzioni amministrative, adducendo d’essere “nulla tenenti”, e divenendo reali debitori verso l'Amministrazione Comunale di Cava de' Tirreni, che è un Ente locale dello Stato italiano, sono da subito soggetti monitorabili, personalmente ed economicamente, come prescrive il trattato di Schengen.
In mancanza della notifica dell'ordinanza ingiunzione, come avveniva in passato, ovvero con la compilazione del mero verbale di contestazione, si rendeva difficoltosa la "chiusura della prassi amministrativa”, ovvero si era fatto un puro e semplice “buco nell’acqua”; assistendo alla reiterazione delle violazioni da parte dei medesimi soggetti. Cava de’ Tirreni, ha dichiarato il Comandante Meluso, è una Città pronta ad accogliere quanti rispettano le leggi dello Stato ed i Regolamenti locali; diversamente sarà “tolleranza zero”! L’ultimo episodio di cronaca lo ricordiamo all’altezza dell’impianto semaforico di via Clemente Tafuri, incrocio con via XXV Luglio, quando una giovane signora, a bordo della propria autovettura con la figlioletta, rimase vittima d’invettive e sputi, proprio da parte di un questuante romeno.
Gli Accordion days al Social Tennis di Cava de' Tirreni
[04 04 2015 ]
Sabato 4 Aprile alle ore 20.00 presso il Social Tennis Club di Cava de' Tirreni (SA), si terrà il concerto di presentazione del progetto Accordion Days, il festival che germoglia dal basso. Gli Accordion days, alla loro seconda edizione, sono un evento di musica Jazz promosso da un giovane e talentuoso musicista made in Campania: Carmine Ioanna. Ospitati lo scorso anno in Irpinia, sono un festival in cui la musica Jazz è vissuta innanzitutto come sperimentazione, esplorazione e divertimento. Sono giorni di poesia letta sotto i portoni di un borgo del Sud, ascoltata in mezzo ai vicoli, di musica jazz che si apre al grande pubblico e a tutte le generazioni, musica che si proietta in una dimensione non elitaria ma popolare. Suoneranno al concerto di presentazione del 4 Aprile a Cava de' Tirreni dalle ore 20.00: Armando Rizzo accordion (fisarmonica), Carmine Ioanna Quartet, Carmine Ioanna accordion (fisarmonica), Giampiero Franco, drums (batteria), Daniele Castellano guitar (chitarra), Alex Gorbi double bass (basso).
Report delle forze dell'ordine
[04 04 2015 ]
Livio Trapanese
Arresto per furto, denunce a piede libero per lesioni personali, maltrattamenti ed atti persecutori, “oltraggio all’ambiente”, danneggiamento, occupazione abusiva d’immobile, costruzioni abusive, posti di controllo, rilascio di passaporti e porto d’armi: questo ed altro ancora reso a favore della comunità cavese, della costa d’Amalfi e non solo, dalle quattro Forze di Polizia cavesi dal 23 al 30 marzo 2015. I poliziotti del Commissariato di Pubblica Sicurezza hanno tratto ...

Approfondisci
Le strisce blu lungo la Nazionale
[04 04 2015 ]
Comunicato Cava5stelle
Non ci fermerà una momentanea mancata investitura da parte dello staff del Movimento 5 stelle.
Le nostre battaglie, per riaffermare i diritti dei Cavesi e la difesa dei cittadini nei confronti di una amministrazione prevaricatrice che antepone gli interessi di una società partecipata, la Metellia S.rl., a quelli della città, producono e continueranno a produrre risultati nell'interesse comune e a dispetto di quanti sperano di essersi liberati di noi. Nell'ottobre dello scorso anno il Cava5stelle, in qualità di movimento di cittadini attivi, ha effettuato una segnalazione/denuncia al Ministero delle Infrastrutture e Trasporti di Roma, con la quale si chiedeva la verifica di legittimità della realizzazione, da parte dell'Amministrazione Galdi, di parcheggi a pagamento, strisce blu, sulla strada ad alto scorrimento denominata SS 18, meglio conosciuta come Nazionale. Con raccomandata del 30 marzo 2015 il Provveditorato interregionale per le Opere Pubbliche Campania-Molise_Puglia_Basilicata ha notificato al Sindaco un nuovo sollecito a far pervenire una dettagliata ed esauriente relazione su quanto segnalato, posto che l'invito rivolto all'Amministrazione in data 18 novembre 2014 è rimasto completamente disatteso.
Quanto accaduto dimostra il chiaro interesse da parte del Provveditore, a voler comprendere la reale situazione che si è determinata, a seguito dell'Ordinanza Sindacale con la quale si è consentito alla società Metellia S.r.l. di apporre strisce blu sulla Nazionale. In particolare l'intervento del Provveditorato è teso ad accertare se, a seguito dell'ordinanza, si è venuta a determinare una situazione di pericolo e se la stessa, nel consentire la sosta lungo la carreggiata della SS18, rispetta il Codice della Strada:
- che prescrive in modo chiaro che la marcia dei veicoli deve effettuarsi in prossimità del lato destro della carreggiata;
- che vieta l'apposizione di qualsiasi tipo di ostacolo alla marcia dei veicoli;
- che prevede soprattutto che le aree di sosta degli autoveicoli devono essere poste al di fuori della carreggiata in apposite isole e/o piazzole appositamente create.
Ancora una volta questa Amministrazione, ormai avviata alla fine del suo disastroso mandato, mostra di essere distratta agli inviti e/o prescrizioni degli Organi di Vigilanza Superiori, e completamente sorda ad accogliere le istanze promosse dai cittadini, stanchi della continua creazione di parcheggi a pagamento, in ogni zona della città, che fanno solo il bene della partecipata Metellia S.r.l..
Rubrica: "Il dentista risponde"
Antonio: "una terapia troppo lunga"
[04 04 2015 ]
Antonio:
Salve dottore, sono un ragazzo di 18 anni e porto l' apparecchio ormai da 8 anni senza mai toglierlo (prima mobile ora fisso). All' inizio il mio problema era una mala occlusione di primo livello e i denti superiori sporgenti.
Adesso dopo più di 8 anni mi ritrovo i denti ancora sporgenti e peraltro i canini che sono scesi parzialmente e i denti superiori tutti accavallati.
Il medico dice che deve fare spazio e poi il problema sarà risolto ma io mi sono stancato e dopo tanti anni di sacrificio vedermi in queste condizioni non è bello.
Volevo sapere come comportarmi e se c'è stato un errore come rivalermi visto che io ho già pagato l intera somma che mi era stata chiesta. Un saluto e se è possibile una risposta quanto prima, grazie.

Risponde il dottor Nicola Marotta

Gentile Antonio, otto anni per una terapia ortodontica sono davvero troppi.
Le consiglio di rivolgersi altrove e, forse, anche ad un buon avvocato.
Cordiali saluti
dr Nicola Marotta

Segui tutti i quesiti
Servizi di controllo del territorio
[02 04 2015 ]
Questura di Salerno, comunicato del 2 aprile
Nel corso dei servizi di controllo del territorio svolti da personale della Polizia di Stato appartenente alla Questura di Salerno ed ai Commissariati di Pubblica Sicurezza distaccati, sono state deferite all'Autorità Giudiziaria, in stato di libertà, due persone, una a Cava de' Tirreni ed una a Sarno. In particolare gli agenti del Commissariato di Cava hanno denunciato a piede libero un pregiudicato cavese di 58 anni per violazione degli obblighi conseguenti alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza. L'uomo, infatti, è stato sorpreso più volte dai poliziotti fuori dalla sua abitazione ed in compagnia di altri pregiudicati locali.
Cronaca marzo 2015
Cava [archivio]


Vai alla cronaca marzo 2015
     
  Contattaci  
 

 
Contattaci
Chi siamo
 
  Commerciali  
 
Industrie
Artigiani
Ristorazione
Alberghi
Shopping
Salute
Arredamenti
Servizi
Immobili
Commercio
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
torna in cima