Informazione  
 
Il numero in edicola
Archivio cartaceo
Editoriali
 
 
Archivio cronaca
Comunicati comunali
Il sindaco risponde
Lettere al giornale
 
  Sport  
 
Cavese Calcio
Arti marziali
Atletica e C.S.I
Altri sport
 
  Ritratti  
 
La Giunta Comunale
I Consiglieri comunali
Personaggi cavesi
Foto di Cava
Scorci metelliani
 
  Consulenti  
 
Avvocato
Commercialista
Immobiliare
Lavoro
Dentista
Nutrizionista
Sessuologo
 
  Medicina  
 
Distretto sanitario SA1
Articoli
Centro di salute mentale
Consultorio
Sert
Diabetologia
Il medico risponde
 
  Istituzioni  
 
Palazzo di Citta'
Comunicati comunali
Associazioni
Consorzio di Bacino SA1
Intermedia
Scuola
 
  Servizi  
 
Farmacie
Numeri utili
Orari autobus
Orario treni
Siti istituzionali
 
  Annunci  
 
Compro e vendo
Immobiliari
Cerco e offro lavoro
 
  Rubriche  
 
Lettere
Cultura
Speciali
Mondo Giovani
Cavesi nel mondo
Immigrazione
Mostra fotografica
Scadenze fiscali
Umorismo e satira
Chi siamo
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
torna in cima

CampaniaMeteo.it

CAVESE - ROCCELLA 2-3
[14 04 2017 ]
Pietro Paolo Parisi
Sconfitta bruciante per la Cavese di Emilio Longo, battuta 3 - 2 in casa dal Roccella che, in verità, aveva un bisogno disperato dei tre punti, invischiata nella lotta per la salvezza. Longo doveva far fronte alla squalifica di Galullo e alle indisponibilità di D'Ancora e Di Deo. Galati allenatore del Roccella, ex portiere dei biancoblu, doveva fare a meno di Laaribi, squalificato, e di un reparto difensivo alquanto rimaneggiato.
Uno striscione eloquente in curva sud recitava : "Basta continuare ad essere derisi…diserzione unica soluzione!"Segno tangibile di un momento nel quale i biancoblu non godono di particolare ammirazione da parte della tifoseria, impegnata in una lite con alcuni componenti della stessa fede calcistica al di fuori dell'impianto metelliano. Regnano il malcontento e un finale di stagione tormentato.
Nei primi venti minuti poche emozioni da entrambe le parti, il primo lampo e' pero' della Cavese. Gabrielloni imbeccato da Ciarcià calciava alto sopra la traversa, era il 23'. Al 26' grande occasione per i biancoblu. Su corner dalla destra il colpo di testa di Parenti impegnava , in un intervento strepitoso, il portiere Mittica. Pochi minuti dopo, esattamente alla mezz'ora, il vantaggio del Roccella. Ficarrotta si liberava di Parenti e dal limite dell'area scagliava un tiro centrale che però Conti non riusciva a bloccare. La sfera terminava in fondo alla rete. Colpevoli sia il portiere ma anche Parenti che non chiude prontamente su Ficarrotta.
Il vantaggio calabrese, però, scuoteva la Cavese che prima andava vicino al pareggio con un cross di Bellante in piena area che non trovava nessuno alla pronta battuta a rete, e poi quest'ultimo realizzava con un bel destro in piena area di rigore il goal del pari. Nella circostanza fondamentali Alleruzzo che crossava in area e Giglio che, nel contrasto, si rendeva protagonista della segnatura. Nel minuto di recupero decretato dall' arbitro Fiero, Alleruzzo veniva ammonito. Ripresa di fuoco. Alla prima azione offensiva, dopo quaranta secondi, Cavese in vantaggio.
Su cross di Loreto spizzata di Gabrielloni per Giglio che beffava Mittica. Situazione ribaltata e Cavese che cerca il colpo del K O. Al 7' minuto Gabrielloni aveva la palla del 3 1 ma questi, dopo aver saltato un di fensore e superato il portiere Mittica si vedeva respingere la palla sulla linea di porta da Sorrentino. Goal mancato e, inevitabilmente, goal subito. Passa un giro di lancette e Rodriguez sforna un assist per Ficarrotta il quale superava in uscita Conti per il 2 2. Al 13' sostituzione per la Cavese. Longo faceva entrare Padovano e Celiento al posto di Riccio e Armenise. Due minuti dopo Ciarcià veniva ammonito per fallo su Santaguida. Al 18 ' grande occasione per il Roccella. Sugli scudi il solito Ficarrotta con un tiro che sibilava il palo alla sinistra di Conti. Indubbiamente il migliore in campo l'attaccante calabrese.
Al 23' cambio anche per il Roccella. Galati sostituiva Franco per Tedesco. Due minuti dopo pericolosa punizione per la Cavese battuta da Ciarcià sulla trequarti di sinistra, di testa interveniva Gabrielloni che invitava Celiento alla battuta a rete, il pallone veniva deviato in corner. Al 28' il man of the match Ficarrotta veniva sostituito da Femia e due minuti dopo per la Cavese usciva Bellante per Felleca. Al 35' un buon sinistro di Celiento veniva deviato in angolo ed un minuto piu' tardi una palla persa di Padovano involava Femia che serviva Rodriguez il quale era tempestivamente fermato da Parenti che, dopo lo scontro con il giocatore calabrese,usciva dolorante in barella.
Cavese costretta a giocare gli ultimi minuti in dieci per aver esaurito i cambi. Dopo un tiro dal limite di Giglio parato senza problemi da Mittica, il Roccella passava in vantaggio. Sendin, smarcato in area, concludeva centralmente ma sul tap in si avventava Santaguida che realizzava il 3 2 definitivo e nell' esultanza veniva ammonito per aver sfilato la maglietta. Dopo quattro minuti di recupero l' arbitro sanciva la fine dell' incontro e la sconfitta della formazione aquilotta dopo due vittorie consecutive. Longo negli spogliatoi ammetterà che la fase difensiva non si è comportata bene, bisognava concretizzare e che la squadra e' stata poco incisiva, poco cattiva. Il Roccella esce dal Lamberti con tre punti importanti e adesso il finale di stagione si presenta molto arroventato.

CAVESE: Conti, Riccio (13' st Celiento), Loreto, Ciarcià, Parenti, Migliaccio, Bellante (30' st Felleca), Alleruzzo, Gabrielloni, Armenise (13' st Padovano), Giglio. A disposizione: D'Amico, Uliano, Rossi, Giannattasio, Pappalardo, Golia. Allenatore: Longo.

ROCCELLA: Mittica, Cordova, Sorrentino, De Carlo, Minici, Sendin, La Piana, Rodriguez, Franco (23' st Tedesco), Ficarrotta (29' st Femia), Santaguida. A disposizione: Mirabella, Futia, Simonetta, Serafino, Lombardo, Manglaviti, Filippone. Allenatore: Galati.

ARBITRO: Fiero (Pistoia). Assistenti: Scoppio (Molfetta) e Zangara (Catanzaro).

RETI: 30' pt Ficarrotta (R), 43' pt Bellante (C), 1' st Giglio (C), 8' st Ficarrotta (R), 43' st Santaguida (R).

NOTE. Spettatori: 350 circa. Ammoniti: Alleruzzo (C), Ciarcià (C), Padovano (C). Calci d'angolo: 7-4 per la Cavese. Recupero: 1' pt; 4' st. Dal 40' st Cavese in 10 per infortunio a Parenti (C) colpito alla testa in uno scontro di gioco.
GELA-CAVESE 0-1
[02 04 2017 ]
Pietro Paolo Parisi

Seconda vittoria consecutiva per la squadra di Longo che, sul difficile campo del Gela, riesce a raccogliere tre punti fondamentali per il miglior piazzamento in zona play- off.
Ancora una volta decisivo Giglio il quale, dopo essere stato l'artefice di una rinascita nella partita di domenica scorsa con l'assist vittoria a Gabrielloni, riusciva ad essere decisivo in una trasferta piuttosto ostica. Il goal era maturato al 9' del primo tempo; sul tiro di Rossi il portiere siciliano Saitta respingeva ma si avventava il rapace Giglio che metteva la palla in rete e portava in vantaggio gli aquilotti. Al 18' si faceva vedere il Gela, ma il tiro di Bulades non creava pericoli e la palla terminava sul fondo. Nonostante non vi fossero grandi emozioni la gara era piuttosto nervosa e l'arbitro, il signor Luciani della sezione di Roma 1, ammoniva Evola (Gela) e Loreto (Cavese). Solo nel finale il Gela si rendeva realmente pericoloso. Al 42',infatti, Conti respingeva un colpo di testa di Alma, e nei quattro minuti di recupero decretati da Luciani, era addirittura prodigioso sulla conclusione di Bulades.
Nella ripresa cominciava la girandola delle sostituzioni: all'11' per la Cavese entrava Galullo, Longo così optava per la difesa a quattro, e al 21'infantino, tecnico dei siciliani, sostituiva Noto per Nassi. Poco prima di questa sostituzione per il Gela ci provava Montalbano con un tiro che usciva fuori di circa un metro. Quest'ultimo veniva sostituito poco dopo da Kosovan. Al 34' altra sostituzione per la Cavese; usciva l'autore del goal Giglio ed entrava Giannattasio. Nel finale usciva Bellante per Cirillo.
Forcing finale. L'arbitro concedeva cinque minuti di recupero. Allo scadere mentre il portiere del Gela, Saitta, si prodigava nell'area di rigore aquilotta per il disperato tentativo di pareggiare la gara, Gabrielloni, man of the match della scorsa settimana, tentava di beffarlo dalla distanza a porta sguarnita, ma la palla si spegneva sul fondo.
Era l'ultima emozione di una partita che nel secondo tempo aveva offerto qualche spunto in più. Cinica e concreta, la Cavese si appresta ad affrontare il finale di stagione nella maniera migliore possibile cercando di dare un senso al campionato e di ristabilire quel feeling con la tifoseria che sembra essere smarrito.

GELA: Saitta, Brugaletta, Noto (21' st Nassi), Evola, Gambuzza, Campanaro, Alma, Schisciano, Scerra (37' st Chiarenza), Montalbano (24' st Kosovan), Bulades. A disposizione: Vizzì, Spampinato, Parisi, Pisano, Tomaino, Valenza. Allenatore: Infantino.

CAVESE: Conti, Riccio, Loreto, Armenise (11' st Galullo), Parenti, Migliaccio, Bellante (45' st Felleca), Alleruzzo, Gabrielloni, Rossi, Giglio (31' st Giannattasio). A disposizione: D'Amico, Uliano, Giannattasio, Cirillo, Padovano, Golia, Celiento. Allenatore: Longo.

ARBITRO: Luciani (Roma 1). Assistenti: Spena (Saronno) e Pellegrinelli (Lovere).

RETE: 9' pt Giglio.

NOTE. Ammoniti: Rossi (C), Evola (G), Loreto (C), Bulades (G), Alleruzzo (C). Recupero: 4' pt; 5' st. Allontanato al 30' pt Infantino, allenatore del Gela, per proteste.
Cavese - Castrovillari 1-0
[02 04 2017 ]
Pietro Paolo Parisi
In un clima uggioso e surreale, data la squalifica del campo inflitta dal giudice sportivo dopo i fatti di Gragnano, la Cavese batte il Castrovillari per 1-0 grazie ad un goal di Gabrielloni proprio all'ultimo respiro. Una vittoria importante soprattutto dal punto di vista psicologico contro una formazione che aveva un bisogno disperato dei tre punti, invischiata nella lotta play out e che, fino alla fine, ha tentato di strappare un pareggio al Lamberti. L'allenatore della Cavese, Emilio Longo, doveva far fronte alle squalifiche di Ciarcià, Migliaccio e Parenti e alle indisponibilità di D'Ancora e Di Deo.
Nel Castrovillari, invece, partita da ex per Ragosta, giocatore che ha militato nella squadra biancoblu nel 2012.
Nel primo tempo partita non esaltante,la Cavese ci provava al 4' con Celiento che, in piena area di rigore calciava la palla abbondantemente a lato dopo un tentativo di rovesciata di Rossi. Al 12' ancora Celiento tentava la giocata con un tiro a giro che si spegneva di poco sul fondo dopo una deviazione in angolo. Al 20' Riccio tentava il goal della Domenica con un tiro da circa 35 metri, la palla sorvolava la traversa. Al 26' la prima azione offensiva del Castrovillari. Su un calcio d'angolo De Luca calciava a lato non di molto. Al 37' l'ispirato Celiento, defilato, porgeva palla a Rossi, tempestiva l'uscita del portiere De Brasi.
Al 44' occasione casuale per la Cavese.
Su un tiro d'angolo Simonetti, del Castrovillari, rischiava l'autogoal mandando la palla sulla traversa. La ripresa si apriva con l'ammonizione a Celiento al 9' minuto per gioco pericoloso, quest'ultimo non era diffidato. Cominciava, così, la girandola delle sostituzioni. Per il Castrovillari usciva Molina per Sciacca e per la Cavese usciva Giannattasio per Giglio. Proprio quest'ultimo al 14' aveva la palla per l'1-0. Smarcato in area di rigore, a tu per tu con De Brasi, calciava clamorosamente alto sopra la traversa.
Al 19' su un lungo lancio, Galullo interveniva maldestramente svirgolando la palla e sfiorando una fantozziana autorete.La difesa interveniva prontamente. Al 21' altra sostituzione per il Castrovillari. Di Domenico subentrava a Feraco e al 23' Longo, per la Cavese, sostituiva Golia per Bellante. Al 31'Russo, del Castrovillari, veniva ammonito per proteste. Al 33' ultima sostituzione per la Cavese: Celiento usciva per Felleca. Al 35' De luca veniva ammonito per un fallo sullo stesso Felleca. Sulla conseguente punizione Giglio tentava la girata di testa, il pallone si spegneva sul fondo. L'ultima sostituzione per il Castrovillari avveniva al 37': Opoku subentrava a Riva. al 90' l'arbitro Stampatori segnalava i 4 minuti di recupero, e proprio allo scadere su un lancio dalle retrovie Giglio spizzava per Gabrielloni il quale stoppava la palla e calciava nell'area piccola del portiere trafiggendolo e regalando la vittoria preziosa alla Cavese.

Cavese: Conti, Padovano, Loreto, Giannattasio( '13 s.t. Giglio), Galullo, Riccio, Celiento('33 s.t. Felleca), Alleruzzo, Gabrielloni, Rossi, Golia('23 s.t. Bellante)
Allenatore: Emilio Longo

Castrovillari: De Brasi, De Luca, Russo, Riva('37 s.t. Opoku), Miceli, Krasniqi, Perri, Simonetti, Molina(Sciacca '9 s.t.), Ragosta, Feraco('21 s.t. Di Domenico)
Allenatore: Gaetano Di Maria

Arbitro: Sig. Stampatori Marco (Macerata)
Assistente I: Sig. Vitale Antonio Marco (Ancona)
Assistente II: Sig. Fumarola Mirko(Ancona)

Note
Corner: 7-4 per la Cavese
Ammoniti: Celiento(Cavese), Russo (Castrovillari), De Luca (Castrovillari)
Espulsi: nessuno
CavaNotizie.it n.108
Marzo 2017
pag 1.jpg

Clicca sull'immagine per aprire e scaricare il numero 108 di CavaNotizie.it
CavaNotizie.it n.107
Febbraio 2017
pag 1.jpg

Clicca sull'immagine per aprire e scaricare il numero 107 di CavaNotizie.it
CavaNotizie.it n.106
Dicembre 2016
pag 1.jpg

Clicca sull'immagine per aprire e scaricare il numero 106 di CavaNotizie.it
CavaNotizie.it n.105
Settembre 2016
pag 1.jpg

Clicca sull'immagine per aprire e scaricare il numero 105 di CavaNotizie.it
CavaNotizie.it n.103
Luglio 2016
pag 1.jpg

Clicca sull'immagine per aprire e scaricare il numero 103 di CavaNotizie.it
Stage 2016 Baila Latino
[14 07 2016 ]
Cava de' Tirreni ancora alla ribalta grazie ad un ballerino e maestro di successo che da anni svolge sul territorio la sua attività conquistando sempre brillanti successi anche attraverso i suoi allievi.


Si tratta di CIKO LATINO nome d'arte che individua, appunto, un noto personaggio cavese, Ferruccio De Santis, già noto al pubblico del settore e agli addetti ai lavori. ...

Approfondisci
Cronaca giugno 2016
Cava [archivio]


Vai alla cronaca giugno 2016
     
  Contattaci  
 

 
Contattaci
Chi siamo
 
  Commerciali  
 
Industrie
Artigiani
Ristorazione
Alberghi
Shopping
Salute
Arredamenti
Servizi
Immobili
Commercio
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
torna in cima