Informazione  
 
Il numero in edicola
Archivio cartaceo
Editoriali
 
 
Archivio cronaca
Comunicati comunali
Il sindaco risponde
Lettere al giornale
 
  Sport  
 
Cavese Calcio
Arti marziali
Atletica e C.S.I
Altri sport
 
  Ritratti  
 
La Giunta Comunale
I Consiglieri comunali
Personaggi cavesi
Foto di Cava
Scorci metelliani
 
  Consulenti  
 
Avvocato
Commercialista
Immobiliare
Lavoro
Dentista
Nutrizionista
Sessuologo
 
  Medicina  
 
Distretto sanitario SA1
Articoli
Centro di salute mentale
Consultorio
Sert
Diabetologia
Il medico risponde
 
  Istituzioni  
 
Palazzo di Citta'
Comunicati comunali
Associazioni
Consorzio di Bacino SA1
Intermedia
Scuola
 
  Servizi  
 
Farmacie
Numeri utili
Orari autobus
Orario treni
Siti istituzionali
 
  Annunci  
 
Compro e vendo
Immobiliari
Cerco e offro lavoro
 
  Rubriche  
 
Lettere
Cultura
Speciali
Mondo Giovani
Cavesi nel mondo
Immigrazione
Mostra fotografica
Scadenze fiscali
Umorismo e satira
Chi siamo
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
torna in cima

CampaniaMeteo.it
Adotta anche tu un cane al canile di Cava de' Tirreni. Clicca qui
Report delle forze dell'ordine
[04 03 2015 ]
Livio Trapanese
Denunce a piede libero per detenzione di attrezzi atti allo scasso, inosservanza agli obblighi imposti dall’A.G., maltrattamenti in famiglia, diffamazione, ricettazione, ingiuria, abusi edilizi, posti di controllo, rilascio di passaporti e porto d’armi: questo ed altro ancora reso a favore della comunità cavese, della costa d’Amalfi e non solo, dalle quattro ...

Approfondisci
Commissariato di Pubblica Sicurezza di Cava de' Tirreni:
controllo del territorio
[04 03 2015 ]
Gli agenti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Cava de' Tirreni hanno denunciato un 40enne, ivi residente, ritenuto responsabile dei reati di ingiuria, minacce, diffamazione e disturbo del riposo e delle occupazioni dei vicini di casa, ed un 41enne cavese per mancata esecuzione di un provvedimento del Giudice in violazione degli obblighi di assistenza familiare.
Festeggiamenti in onore del Santissimo Sacramento
[04 03 2015 ]
Livio Trapanese
Giovedì 11 giugno, alle ore 8, i cavesi saliranno sul secolare castello, posto la centro del cono del Colle di Sant’Adjutore, per partecipare alla Santa Messa, presieduta da Sua Eccellenza Monsignor Orazio Soricelli, per “principiare” i festeggiamenti in Onore del Santissimo Sacramento, popolarmente detti festa di castello, volendo ringraziare, per la 358ª volta, Dio nostro Padre per il miracolo eucaristico concessoci nell’autunno del 1656.
L’associazione Amici di Monte Castello 1999, presieduta da Renato Faiella, come ogni anno, oltre a predisporre il “pane comunitario“ sull’altare, che dopo la benedizione viene distribuito ai presidenti degli otto sodalizi di pistonieri e dell’Ente Monte Castello, si adopera per l’accoglienza a quanti s’intrattengono sul maniero, dopo la Santa Messa, offrendo panini farciti con milza e/o soppressata, bagnati da un buon bicchiere di vino; confermando la tradizione ospitalità tramandata dal notissimo e mai tanto compianto “comp’Adolfo”, al secolo Adolfo Faiella. Quest’anno il Sodalizio ha deliberato di predisporre due soppressate: una di 2 metri e 20 centimetri da consumare al mattino al tavolo dell’accoglienza, ed una di 3 metri e 30 centimetri da affettare durante il pranzo comunitario, dove gli Amici di Monte Castello 1999 s’intrattengono con amici e conoscenti;.
Gioacchino Faiella, col figlio Francesco, i fratelli Renato ed Antonio, i nipoti Adolfo, Massimo Sorrentino e Vincenzo Siani, domenica 25 gennaio 2015, lavorando 23 kg. di carne suina, si sono adoperati per preparare i due mega insaccati.
Altra novità di questa edizione 2015 sarà la realizzazione del portate che verrà montato all’ingresso del sentiero ove insistono le plurime postazioni dei Casali di Trombonieri e Sbandieratori, di cui la prima è proprio quella degli Amici di Monte Castello 1999 e dove viene predisposto il tavolo dell’accoglienza.
Polizia Locale: si intensificano i controlli
per scovare le auto senza assicurazione
[03 03 2015 ]
Comunicato comunale
Nel quadro dei servizi di controllo del territorio disposti dal Comandante Col. Dott. Filippo MELUSO, su input del sindaco Marco Galdi e dell'assessore alla Polizia locale, Vincenzo Lamberti, sono stati effettuati mirati controlli per contrastare il dilagante fenomeno dell'evasione dall'obbligo della copertura assicurativa auto che secondo le stime dell'Ania coinvolge nel nostro Paese l'8 % dei veicoli circolanti (circa 3,5 milioni). Un numero che negli ultimi anni è costantemente aumentato, con tutte le conseguenze che ciò comporta. Se il conducente che provoca l'incidente guida senza assicurazione auto sarà costretto, infatti, a risarcire l'altro conducente coinvolto di tutti i danni provocati, a cose e persone. Se invece a guidare senza assicurazione auto è chi subisce l'incidente (cioè chi ha ragione), questi andrà comunque incontro a problemi, visto che non è più possibile ottenere risarcimenti se non si è protetti da una copertura assicurativa valida.
La sanzione economica applicabile a chi guida senza un'assicurazione auto valida va da 841 a 3.366 euro, oltre al sequestro del veicolo (che sarà restituito entro 60 giorni se il proprietario paga la sanzione, le spese di custodia e trasporto e un premio di assicurazione di almeno sei mesi). Nel caso, poi, in cui si circoli con una assicurazione auto falsificata, si rischia la sospensione della patente per un anno, oltre alle sanzioni previste dall'articolo 485 del codice penale. Difatti nella scorsa settimana sono stati recuperati altri 6 veicoli sprovvisti di copertura assicurativa, di cui due coinvolti anche in incidenti stradali.
Intervista a Padre Luigi Petrone
[03 03 2015 ]

Programma a cura de "La TV di Cava"
La festa dei primi venticinque anni dell'Università della Terza Età.
I vincitori del Concorso nazionale in tema
[03 03 2015 ]
Sotto la guida del Presidente Massimo Di Gennaro e della Direttrice Armida Lisi e con una partecipazioni appassionata di tutti gli utenti, sono terminate alla grande le giornate di argento vivo dell' Associazione della Terza Età e del Tempo libero di Cava de' Tirreni (UTE), che ha celebrato i suoi primi venticinque anni di vita. Venticinque anni di presenza viva in Città, di socializzazione, di cultura, di viaggi, di iniziative, di spettacoli teatrali, di lezioni "scolastiche" e di vita, di sostegno reciproco, di comunicazione ed emozioni quasi in "stile famiglia".
Due giorni di festeggiamenti (giovedì 19 e venerdì 20 febbraio a Palazzo di Città, alla presenza del Sindaco e dell'Arcivescovo), poi un brindisi cenante e danzante in un locale "giovane", un Concorso Nazionale di Poesia e prosa, la produzione di un suggestivo libro "autobiografico", dedicato al Fondatore Eugenio Abbro (Argento vivo - UTE 1990 - 2015 - Fatti, immagini e testimonianze di una bella storia), che in appendice contiene i bellissimi testi vincenti e segnalati del Concorso, con relative foto e motivazioni.
Al riguardo, ecco i nomi degli autori, sezione per sezione. Sul podio sono saliti, nell'ordine: Rita Califano, Mario Foresta, Pina Sozio e Antonio Armenante (Sezione Narrativa adulti); Antonio Di Riso, Giovanna Rispoli, Elena Ostrica e Violeta Dulcheva (Sezione Poesia in lingua italiana); Giuseppe Capone, Pina Sozio, Angelomaria Di Tullio (Sezione Poesia in vernacolo); Giorgia Zenobio, Umberto Angrisani (Sezione Narrativa Giovani), Melania Scarpa e Vittorio Vavuso (Sezione Poesia Giovani). A questi aggiungiamo i segnalati Umberto Antonioli, Pina Mascolo, Mario Senatore, Rosalba Fieramosca.


Il Vescovo Soricelli, il Sindaco Galdi, il Presidente Di Gennaro e la Direttrice Lisi tagliano la torta con il Consiglio Direttivo.

Il Presidente dell'UTE Massimo Di Gennaro con il Sindaco di Cava Marco Galdi e l'Arcivescovo Mons. Orazio Soricelli.

Foto di gruppo di vincitori ed organizzatori al termine della premiazione del Concorso Letterario.

Il Sindaco Marco Galdi durante la sua esibizione al brindisi finale.

Un gruppo di UTEnti taglia la torta al termine della festa finale.
L’abbraccio di Gesù crocifisso ai Frati Cappuccini cavesi
[01 03 2015 ]
Livio Trapanese
Può essere definita un’opera d’arte nascosta, quella posizionata all’interno del secolare platano sito davanti al portone d’ingresso del Convento di “San Felice da Cantalice” dei Frati Minori Cappuccini di Cava de’ Tirreni, il cui “responsabile” è il dinamicissimo Padre Antonio Francesco D’Urso, Parroco della Comunità di Santa Croce, realtà al confine sull’omonimo colle, sito al sommo di levante della “valle metelliana” e Salerno. Per noi, stamane, domenica 1° marzo 2015, nel portarci nel seicentesco convento, da dove, nostro malgrado, mancavamo da circa un anno, è stata una meraviglia il poter ammirare non solo il bellissimo panorama della nostra "amata" Città, ma una straordinaria opera bronzea, fatta appositamente realizzare dai successori del Fraticello d’Assisi e adagiare nel naturale incavo che da svariati anni è presente nel vetusto prospiciente albero.
Un’opera alta oltre due metri, completa di recinzione, realizzata con dovizia di particolari dalla famigerata ditta “Fonderia Nolana del Giudice” e che al crepuscolo s’ingentilisce grazie ad un’accurata illuminazione. Sulla destra dell’opera, impera una targa di bronzo dorato con su scritto: A PAPA FRANCESCO PROFETA E PADRE DI UNA CHIESA POVERA PER I POVERI I FRATI CAPPUCCINI DEDICANO NELLA PASQUA DEL SIGNORE 2014 “NON PRAEVALEBUNT!” (ovvero: la forza del male non prevarrà).



Il Summer Camp di calcio dell' FC Barcelona, si svolgerà a Cava de' Tirreni dal 19 luglio al 24 luglio 2015
[27 02 2015 ]
Gli FCB Escola Camp Italia sono i Summer Camp ufficiali del FC Barcelona che offrono ai bambini e ai ragazzi l'opportunità di allenarsi nelle più belle località d'Italia seguendo la metodologia del Club di maggior successo al mondo, con la partecipazione diretta degli allenatori della Cantera. Iscrivendosi i ragazzi oltre ad apprendere la tecnica che ha fatto diventare campioni, giocatori come Messi, Xavi, Iniesta, Piqué, Puyol, Fabregas, Valdes, seguiranno anche lezioni di spagnolo e di sana alimentazione grazie alla collaborazione del Consorzio Parmigiano Reggiano. Il Summer camp condotto dagli allenatori catalani è riservato ai ragazzi e alle ragazze nati dal 1999 al 2009 che avranno anche la possibilità di essere scelti per partecipare ad una settimana di allenamento alla cantera con i pari categoria dell'FC Barcelona ma anche prendere parte al torneo internazionale di Pasqua 2016 insieme a tutte le scuole calcio blaugrana del mondo.
Le iscrizioni sono online sul sito www.fcbcampitalia.com
La presentazione dell'evento sportivo si terrà:
Lunedì 2 marzo - ore 11.30
Salone di Rappresentanza - Palazzo di Città
Cava de' Tirreni
Saranno presenti:
- Prof. Avv. Marco Galdi, Sindaco di Cava de' Tirreni
- IÑAKI ANDREU, International Project Coordinator, FCB Escola International
- SYMON BUDA, Amministratore di Macsy, società licenziataria ufficiale in Italia del
FC Barcelona per l'organizzazione degli FCB Escola Camp Italia
Fermati e denunciati dalla Polizia due pregiudicati
per possesso di arnesi atti allo scasso
[26 02 2015 ]
Nella serata di ieri, personale della Polizia di Stato appartenente al Commissariato di Pubblica Sicurezza di Cava de' Tirreni ha denunciato a piede libero due uomini, un 31enne ed un 30enne, entrambi residenti a Nocera Inferiore e con a carico numerosi precedenti per reati contro il patrimonio, perché, nel corso di un controllo sono stati trovati in possesso di arnesi atti allo scasso.
Il fermo è scaturito da una mirata attività di prevenzione, disposta dal Dirigente del Commissariato, Vice Questore Aggiunto Marzia Morricone, per contrastare, in particolare, i furti in abitazioni. I poliziotti hanno individuato i due uomini, già noti alle forze dell'ordine, che, scesi da un autobus proveniente da Nocera Superiore, si dirigevano a piedi verso il centro cittadino e dopo alcuni minuti di osservazione dei loro movimenti li hanno bloccati e controllati.
E' stata effettuata la perquisizione personale che ha consentito di trovare, occultata nella borsa di uno dei due, una grossa tronchese, per il cui possesso non veniva fornita alcuna giustificazione. I due fermati, che erano sprovvisti di documenti di riconoscimento, sono stati portati in Ufficio per le attività di identificazione e per gli accertamenti del caso, dai quali è emerso che il 31enne era destinatario di un provvedimento di obbligo di dimora nel Comune di Nocera Inferiore. A conclusione dell'attività di Polizia, i due fermati sono stati denunciati all'Autorità Giudiziaria, per possesso ingiustificato di arnesi atti allo scasso e il 31enne anche per violazione dell'obbligo di dimora.
Rifiuti sull'ex SS.18
[26 02 2015 ]
Livio Trapanese
All'interrogativo di Antonio Di Giovanni, estensore dell'articolo stampa apparso sul giornale "la Città" di stamane, pagina dedicata ai fatti di Cava de' Tireni, la rimozione dei cumuli di rifiuti sversati sulle due aree di sosta site sull'ex SS.18, nel tratto dal confine della Città dei porrtici a Molina di Vietri sul Mare, certamente non compete agli operatori dell'ambiente della Metellia Servizi S.r.l. e del Consorzio di Bacino SA1 di Cava de' Tirreni.
Il Sindaco Alfredo Messina, nel corso del suo mandato, si premurò anche d'illuminare il tratto di strada statale rientrante nella giurisdizione della "valle metelliana", infatti quello a sud di Cava de' Tirreni fino a Molina è rimasto non illuminato, con grave nocumento per la circolazione notturna.

Riperimetrazione CCN, il pensiero di Cava5stelle
[26 02 2015 ]
Comunicato Cava5stelle
Allargato il perimetro del Centro Commerciale Naturale, operazione già tentata nel recente passato. con non poche polemiche. Ma realmente a cosa serve alla Città? Il progetto Centro Commerciale Naturale (CCN), che doveva rappresentare il trampolino di rilancio del commercio metelliano, come successo in altre città come Siena, ad esempio, secondo noi del movimento Cava5Stelle, è fallito da tempo; da ...

Approfondisci
Servizi di controllo del territorio
[25 02 2015 ]
I poliziotti del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Cava de' Tirreni, coadiuvati da personale della Polizia di Stato appartenente al Reparto Prevenzione Crimine Campania, nel pomeriggio di ieri, come disposto dal Questore di Salerno, Alfredo Anzalone, hanno effettuato straordinari servizi di controllo del territorio per contrastare la criminalità diffusa. Nel corso dei servizi di vigilanza, con diversi posti di controllo, sono state identificate 22 persone tra cui 10 con precedenti penali a carico. Gli agenti hanno controllato 10 veicoli ed elevato alcuni verbali per contravvenzioni a norme del codice della strada. E' stato controllato, infine, un esercizio commerciale. Una persona è stata deferita all'Autorità Giudiziaria, in stato di libertà, perché sebbene sottoposta alla sorveglianza speciale di pubblica sicurezza non rispettava le prescrizioni imposte.
Farma&Benessere Febbraio-Marzo 2015
pag 1.jpg

Clicca sull'immagine per aprire e scaricare il nuovo numero di Farma&Benessere
Presentezaione dell'ultimo libro di Mario Avagliano
al Rodaviva di Cava de' Tirreni
[25 02 2015 ]
Presentazione del nuovo libro di Mario Avagliano e Marco Palmieri "Vincere e Vinceremo". Uno spaccato storico del regime fascista e dell'Italia in guerra tra il 1940 ed il 1943 ricavato dalle lettere dei soldati al fronte.



Filmato a cura di Quarta Rete RTC - Canale 654 DT
Dicembre 2014
Nicola: "Temo che l'anestesia sia durata troppo"
[24 02 2015 ]
Nicola:
Gentile dottore, le scrivo perché ieri mattina sono stato dal dentista per devitalizzare un dente e ancora oggi sento dolore alla mascella nel punto in cui mi ha iniettato l'anestesia. Inoltre, l'effetto dell' anestesia mi é durato circa sei ore, cosa che non mi era mai capitata prima, nonostante avessi già fatto altre cure e devitalizzazioni presso un altro dentista.
Cosa può essere successo?
La saluto e la ringrazio in anticipo per la risposta.
Nicola

Risponde il dottor Nicola Marotta

Gentile Nicola, solitamente per devitalizzare un molare inferiore è richiesta l'anestesia dell'intero tronco nervoso (anestesia tronculare) per cui l'effetto è più lungo rispetto ad una anestesia praticata in loco.
Il mio consiglio è di stare assolutamente tranquillo.
Cordialità

Leggi tutti i nuovi quesiti inviati al dottor Nicola Marotta.
Un arresto a Cava de' Tirreni
per spaccio di droga con sequestro di cocaina
[24 02 2015 ]
Personale della Polizia di Stato appartenente al Commissariato di Pubblica Sicurezza di Cava de' Tirerni, diretto dal Vice Questore Aggiunto Marzia Morricone, ha effettuato, durante il weekend appena trascorso, una specifica attività d'indagine tesa ad accertare lo spaccio di droga, da parte di un cittadino cavese, tale Giuseppe Memoli, 36enne, che, previ contattati telefonici, incontrava "clienti occasionali" nei pressi della sua abitazione, ubicata in un vicolo del centro cittadino cavese. E' stato, quindi, disposto un servizio di appostamento e nella notte tra sabato e domenica i poliziotti hanno notato che lo spacciatore, uscito dal portone del suo stabile, si è avvicinato ad un'autovettura che era appena sopraggiunta nei pressi della sua abitazione. Gli operatori di polizia sono immediatamente intervenuti per controllare i due soggetti che, notata la loro presenza, hanno tentato di allontanarsi velocemente dal posto.
Dopo un breve inseguimento a piedi il Memoli, poco prima di essere bloccato, ha abbandonato per strada due involucri contenenti sostanza stupefacente, poi risultata essere cocaina, che sono stati subito recuperati dagli agenti e sequestrati. In conseguenza di ciò, è stata effettuata una perquisizione presso l'abitazione del 36enne e, nella sua camera da letto, sono stati trovati e sequestrati altri 13 involucri di droga, anche in questo caso del tipo cocaina, 13 dosi di hashish, la somma di € 250,00, ritenuta provento della vendita degli stupefacenti, ed un bilancino di precisione.
All'esito di tali attività Giuseppe Memoli è stato arrestato perché ritenuto responsabile del reato di detenzione al fine di spaccio di sostanze stupefacenti e, successivamente, è stato condotto presso la Casa Circondariale di Salerno, a disposizione del Pubblico Ministero di turno presso il Tribunale di Nocera Inferiore.
I politici di Cava de' Tirreni e la Questione Ospedale:
"Alice nel Paese delle Meraviglie"
[21 02 2015 ]
Comunicato del movimento Cava5stelle
"Ormai siamo certi.
Dopo aver letto l'articolo di "rassicurazione" sulla esistenza in vita dell'Ospedale di Cava de' Tirreni, siamo giunti alla conclusione che i politicoidi cavesi vivono in una sorta di …"Paese delle Meraviglie". Dallo scritto, apparso su "CRONACHE", il 17/02/2015, abbiamo appreso, dal sindaco Marco Galdi, che "l'ospedale è vivo" perché chiuso. Infatti, leggendo la sua dichiarazione, salta fuori il coniglietto: l'ospedale è al sicuro perché: "La situazione attuale sta in un piano aziendale (n.d.a. quello dell'Azienda Ospedaliera San Giovanni di Dio - Ruggi d'Aragona) che prevede 100 posti letto …".
Come dire che, dato che l'ospedale di Cava de' Tirreni è a zero posti letto (quindi chiuso) ed è stato accorpato all''Azienda Ospedaliera San Giovanni di Dio - Ruggi d'Aragona (di cui fa parte con 100 posti letto), siete riusciti ad ottenere un risultato difficilmente raggiungibile: lo ZERO ASSOLUTO.
Complimenti a lei e alla sua squadra (Cirielli, Giovanni Baldi etc.).
Come vede, caro sindaco, quello che lei chiama "catastrofismo", noi lo definiamo chiarezza e onestà.
Ma, a proposito di chiarezza ed onestà nei confronti dei cittadini, perchè il nostro caro sindaco non ci dice di più riguardo questo piano, fantomatico, che riguarderebbe l'ex COFIMA ed il suo utilizzo per un nuovo ospedale. Saremmo curiosi di capire cosa farebbe, di quest'area, il nostro caro sindaco, una volta sanati gli abusi che sembrano essere presenti nella superficie acquistata (con i nostri soldi) e se ha un'idea, il nostro caro, sulla probabile necessità di dover bonificare l'area, per anni vittima degli agenti altamente inquinanti utilizzati dalla fabbrica di ceramiche "CERAMICA CAVA", precedentemente.
Ma, a proposito e giusto per inciso, ci potrebbe dire dove troverebbe i fondi necessari all'apertura di questo nuovo nosocomio? E, infine, perché, caro sindaco Galdi , ritiene che il tutto sarebbe "… da attuare dopo le elezioni"??? Mah, forse, vivendo nel Paese delle Meraviglie …
E che dire dell'ineffabile e sempre pronto Michele Mazzeo, esponente della opposizione (?!?) in consiglio comunale?
Poco … molto poco; se non che egli passi, con leggiadria, da manifestazioni di giubilo a momenti di esterrefatto stupore. Egli accoglie, dalla presentazione dell' Atto Aziendale dell'Azienda Ospedaliera San Giovanni di Dio - Ruggi d'Aragona, "…con grande soddisfazione la notizia della salvezza dell' Ospedale Santa Maria Incoronata dell'Olmo" (c.s. del 26/07/2014) .
Salvo, poi, accorgersi che i letti della Chirurgia Generale sarebbero passati da 21 a 6, il Pronto Soccorso Chirurgico sarebbe passato dall'odierno h24 ad una copertura di dodici ore (dalle 08.00 alle20.00) e che Cava de' Tirreni avrebbe avuto un reparto di "Implementazione di nuove tecniche di chirurgia plastica" con 15 posti letto. Ma noi del Cava5Stelle queste cose le abbiamo sempre dette contro tutto e tutti.
Mazzeo continua, poi, ad accusarci di fare una " …affermazione grave dicendo che l'ospedale è chiuso". Ma, allora, ci dica perché il plesso ospedaliero "Santissima Maria Incoronata dell'Olmo" fa parte del Piano Operativo per il Funzionamento Aziendale (P.O.F.A.) dell'Azienda Ospedaliera Universitaria San Giovanni di Dio - Ruggi d'Aragona?
Ci piace ,infine, notare che il Mazzeo si chiede, con sospetto, il perché dell'assenza di Cava5Stelle ad un "secondo incontro". Beh, la risposta è semplice: Cava5Stelle non è mai stata invitata a questo incontro e, quindi, il sospetto lo rivolga al sindaco Galdi, non certo a noi.
Infine, la "Casa della Maternità". Beata ignoranza. Basterebbe informarsi sul significato di un tale intervento operativo e delle ricadute, sociali e culturali, sulla città; ma forse, questo, è pretendere troppo da chi, scientemente o meno, fa solo demagogia.
Ribadiamo, pertanto, la necessità di dotare Cava de' tirreni di una struttura efficiente che preveda, dopo l'opportuna modifica del D.R. 49 del settembre 2010, la creazione di una "Piattaforma di Emergenza e Stabilizzazione Medica e Chirurgica" e l'istituzione di una "Casa della maternità" che ridoni dignità agli operatori della sanità ospedaliera e sicurezza ai cittadini di Cava de' Tirreni. Con buona pace di chi preferisce vivere come …"Alice nel Paese delle Meraviglie"".
Cura del patrimonio arboreo cittadino
[21 02 2015 ]
Comunicato comunale
Chiusa la fase del monitoraggio dei platani secolari cittadini, con le indagini e gli esami sul patrimonio arboreo metelliano, si è passati all'abbattimento di 24 esemplari irrecuperabilmente malati di platani in diversi angoli della città. Le zone di intervento sono state in via T. Cuomo, viale Crispi, c.so Principe Amedeo, c.so Garibaldi, largo Bonifacio IX.
Nelle scorse ore si è ultimata la piantumazione dei giovani esemplari di platano in sostituzione di quelli eliminati. Ma i lavori di messa in sicurezza delle alberature cavesi hanno interessato anche altre essenze presenti nella vallata. E in particolare si è provveduto al c.so Mazzini all'abbattimento degli aceri gravemente malati e alla loro sostituzione, in viale Marconi, via De Marinis e via XXV Luglio alla potatura dei lecci, al c.so Palatucci agli interventi sui prunus e in altre zone sulle siepi di ligustro variegato e ibiscus. Una bonifica specifica si è resa necessaria, infine, nell'area Gescal dove una tromba d'aria nella scorsa settimana ha sradicato una decina di pini.
Le potature effettuate su tutte le alberature sono state molto radicali. Questo per garantire la massima sicurezza sulla tenuta dei rami in caso di ulteriori fenomeni di maltempo e per rinforzare le piante, in tantissimi casi, già sofferenti e a rischio di morire, ma anche per permettere ai nuovi alberelli piantati al posto di quelli abbattuti di crescere al meglio e di non soffrire l'ombra del fogliame delle piante più grandi.
Affondo dell'ex assessore alla sicurezza Alfonso Senatore sulla nomina del nuovo comandante della Polizia Locale
[21 02 2015 ]
Riceviamo e pubblichiamo le considerazioni dell'Avvocato Alfonso Senatore sulla nomina del nuovo comandante della Polizia Locale varata dal sindaco Marco Galdi. Alfonso Senatore invita i cittadini ad aprire gli occhi:
"Perché nuove nomine a pochi giorni di scadenza del suo mandato da Sindaco? "Il sindaco Galdi? Un ritardato politico" afferma Senatore.


Finalmente dopo numerose indicazioni Galdi si è reso conto che al Comando dei Vigili Urbani ci voleva un militare e non un ingegnere che, seppur bravo nel suo campo, uno dei migliori, nulla sapeva e sa di come si comanda un corpo armato.
Ottima la figura professionale di Meluso, uomo d'armi e d'azione che già io scelsi insieme a Gravagnuolo durante il suo precedente sindacato.
E' un ex poliziotto che si è fatto onore e per questo oltre a sceglierlo è diventato un mio carissimo e fraterno amico. La sua nomina, anche se tardiva, che fin dal primo giorno del mandato Galdi, vanamente gli sollecitai, è per me una gioia immensa anche perché dimostra che avevo ragione. Ma Cava da cinque anni ha un comando dei vigili allo sbando, con un vicecomandante, valido ex carabiniere, inutilizzato, perché scomodo al direttore del vapore e a qualcuno da lui protetto, inefficiente e inetto al par suo, ed è preda di delinquenti, zingari criminali, extracomunitari contrabbandieri e irregolari, cafoni, incivili, contravventori di ogni genere e specie. E il ritardato politico solo ora se ne accorge!! Ora che è prossimo a fare le valigie, per la gioia di Cava e dei Cavesi.
Non è la prima volta che il Sindaco, ritardato, inadeguato, inadatto, che ancora per poco rivestirà la fascia tricolore, è stato costretto, suo malgrado, a doverci dare ragione.
In passato, addirittura, alla sicurezza nominò due assessori, perché, a suo dire, due erano meglio di uno!! Qui non dimostrò solo di essere ritardatario, ma palesò tutta la sua ignoranza in materia! Addirittura nominò persino due dirigenti e un suo consulente in sicurezza. Una Babele incredibile! Dopo anni, sotto i nostri continui colpi di maglio, il ritardato ci ascoltò. Ma questi suoi ritardi hanno messo in ginocchio Cava che lo odia come mai ha odiato un politico, a tal punto che sta aspettando Maggio per dimostrarglielo.
In Grecia ci andrà non per suo volere, ma perché in esilio perpetuo.

Purtroppo il mio carissimo amico Meluso, in due mesi, pur essendo stato un eccellente servitore dello Stato e di Cava, potrà fare pochissimo, anche perché, lasciatemi questo vezzo, a dirigerlo politicamente gli mancherà , checché se ne dica, quell'assessore famigerato, denominato "SCERIFFO" che fece tremare i malfattori, riportando ordine, disciplina e legalità al punto tale che i cavesi tornarono a dormire con le porte aperte.
Cava de' Tirreni 21/02/2015

avv. Alfonso Senatore
Presidente dell' Associazione "CITTA' UNITA"
Al traguardo il Premio Mamma Lucia: Regina Catrambone e Suor Teresa Martino Donne Coraggio 2015
[21 02 2015 ]
Sta giungendo felicemente in porto la V edizione del Premio Mamma Lucia alle Donne Coraggio, patrocinato dal Comune di Cava de' Tirreni, ideato da Antonio Armenante ed organizzato da un Comitato Cittadino formato dalle Associazioni Punto Pace Pax Christi, Caritas Diocesana, Eugenio Rossetto, VersoCava, con il sostegno delle sezioni Lions e Rotary di Cava, la partecipazione degli Sbandieratori Cavensi e la sponsorizzazione dell'AST di Cava de' Tirreni, oltre che delle aziende Grafica Metelliana e Ceramiche Arcea. Il Premio, come è noto, intende promuovere e far conoscere le azioni delle donne che con coraggio ...

Approfondisci
Il dott. Filippo Melluso nuovo comandante
del Corpo di Polizia locale di Cava de' Tirreni
[20 02 2015 ]
Comunicato comunale
Alla presenza di una larga rappresentanza del Corpo di Polizia locale di Cava de' Tirreni, questa mattina richiamata per l'occasione nella sala riunioni della sede del Comando in via Ido longo, è stato presentato dal sindaco Marco Galdi, al suo fianco l'assessore alla Polizia Locale, Vincenzo Lamberti, e l'assessore all'Ambiente e alla Protezione civile, Fortunato Palumbo, il nuovo comandante. Il dott. Filippo Melluso ritorna, così, ai vertici del Corpo dopo l'esperienza maturata nella precedente Amministrazione. A fare gli onori di casa il primo cittadino e l'assessore Lamberti, che hanno augurato al dott. Melluso un buon lavoro e al contempo hanno ringraziato per il lavoro svolto da un anno e mezzo a questa parte al dirigente Antonino Attanasio, anch'egli presente per il passaggio di testimone. Melluso ha subito dopo preso possesso del suo nuovo ufficio e ha iniziato il giro di saluti istituzionali presso i vari rappresentanti delle Forze dell'Ordine presenti in città.

Arrestato un 63enne cavese
[19 02 2015 ]
Nella giornata di ieri, il personale della Polizia di Stato appartenente al Commissariato di Pubblica Sicurezza di Cava de' Tirreni, diretto dal Vice Questore Agg. Marzia Morricone, ha eseguito l'ordinanza di detenzione domiciliare emessa dal Tribunale di Salerno, nei confronti di un 63enne, nato a Cava de' Tirreni ed ivi residente, già noto alle forze dell'ordine per precedenti di Polizia, scaturita a seguito di segnalazioni inoltrate all'Autorità Giudiziaria dai poliziotti cavesi. Il provvedimento è frutto di un'articolata attività d'indagine condotta alcuni anni addietro e riguardante traffici illeciti culminati nella ricettazione di titoli bancari ed assegni. A conclusione della suddetta attività, l'uomo è stato accompagnato presso la propria abitazione, per rimanervi in stato di detenzione domiciliare, a disposizione dell'Autorità Giudiziaria.
Nuovo Consiglio di amministrazione
, Francesco Accarino confermato presidente
[19 02 2015 ]
Il Social Tennis Club di Cava de'Tirreni ha un nuovo consiglio di amministrazione, ampiamente rinnovato.
Confermato Presidente l'avv. Francesco Accarino, ma è ulteriormente ringiovanita la squadra dei dirigenti.
Accanto agli avv. Marco Salerno, Stefano Benincasa, al delegato provinciale FIT (Federazione italiana Tennis) Marco Pagnotta, e al Dr. Luigi Lamberti, consigliere dell'ordine dei Commercialisti di Salerno, già consiglieri uscenti, l'Assemblea ha eletto la sig.ra Paola Casillo, gli avv. Lucio Panza e Eugenio Verbena, l'ing. Franco Timpone. In tal modo si sta perfezionando un progetto avviato da qualche anno, per l'avvicendamento ai vertici dell'Associazione, che prosegue nel coltivare i suoi obiettivi storici: la pratica del tennis, l'interesse verso la cultura, la mondanità sobria e adeguata ai tempi.
Come ha ribadito il Presidente Francesco Accarino: "Il luogo di incontro e di confronto, il salotto neutrale dove scambiare idee e opinioni, con l'apporto che sanno offrire, con continuità, le varie associazioni cittadine."
"Letteratura, scienza, arte, solidarietà, sport, istituzioni -aggiunge il neo vice Presidente avv. Marco Salerno- troveranno accoglienza e supporto nelle nostre sale, spinti, oggi come ieri, dalla curiosità verso il nuovo e verso la conoscenza, nel solco della tradizione di cui stiamo prendendo, con orgoglio, il testimone."
Piano di Zona S2: Costituzione Short list di esperti
per svolgimento servizi-interventi
[18 02 2015 ]
Il Piano Sociale di Zona Ambito S2 - Comune Capofila Cava de'Tirreni, intende costituire una Short List di esperti per l'affidamento di incarichi di Collaborazione Coordinata e Continuativa per la realizzazione di servizi/interventi sociali finanziati dal Fondo Nazionale Politiche Sociali, Fondo INPS, e Fondo Sociale Europeo P.O.R. Campania e da altri canali di finanziamento atti ad alimentare il Fondo Unico di Ambito. I servizi/interventi saranno realizzati su tutto il territorio dell'Ambito che comprende i Comuni di Amalfi, Atrani, Cava de'Tirreni, Cetara, Conca dei Marini, Furore, Maiori, Minori, Positano, Praiano, Ravello, Scala, Tramonti e Vietri sul Mare. Le diverse prestazioni professionali richieste sono riconducibili allo svolgimento di progetti, servizi ed interventi in fase di attivazione relativi all'anno 2015 per: Vita Indipendente, Home Care Premium, Women in Job - Azione 1.
Per ogni utile informazione consultare l'avviso sul sito web del comune capofila http://www.comune.cavadetirreni.sa.it/default.php?st=&mt=2&cat=337&ID=37829. "L'avviso -afferma Vincenzo Lamberti, Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Cava de'Tirreni, ente capofila dell'Ambito S2- costituisce un'ulteriore occasione per valorizzare professionalità ed impegnarle in progetti per i quali il nostro Piano di Zona ha ottenuto risorse".
Ditelo a noi del 12 febbraio 2015
[16 02 2015 ]

Programma a cura de "La TV di Cava"
Padre Antonio D’Urso a Roma da Papa Francesco
[16 02 2015 ]
Livio Trapanese
La vita terrena è fatta non sempre di avversità, talvolta ci capita, a nostra insaputa, di vivere minuti di fraternità e di letizia; questo è accaduto a Padre Antonio Francesco D’Urso di frati minori cappuccini di Cava de’ Tirreni.
Un bel mattino, fra la posta in arrivo, padre Antonio, parroco della Parrocchia di Santa Croce e Responsabile del Convento di San Felice da Cantalice, posto ai piedi del colle di Sant’Adjutore della “città dei portici”, ricevette una lettera dalla Sede Apostolica Romana con la quale Papa Francesco, in occasione dei primi sessant’anni di ordinazione sacerdotale di Padre Antonio, gli chiedeva di celebrare insieme, alle 07,15 di lunedì 9 febbraio 2015, la Santa Eucarestia.
Sarà uno scherzo, pensò l’attempato fraticello, ma quando si vide destinatario di una telefonata dalla Curia capitolina, si convinse che la “chiamata” del Santo Padre era vera. Al cospetto del Santa Padre, ci ha dichiarato Padre Antonio, ho vissuto sette minuti di gioiosa fraternità; Papa Francesco ha voluto conoscere quali fossero i miei quotidiani impegni e quello che mi ha colpito e che nel corso del dialogo non ha mai distolto lo sguardo dal mio volto, come del resto ho fatto io, sebbene, a distanza, vi fosse uno stuolo di cardinali, vescovi, monsignori, sacerdoti, suore, frati e quanti svolgono il loro servizio in Santa Marta. A conclusione del colloquio il Papa mi ha benedetto posando la sua mano sinistra sul mio capo, ma subito dopo mi ha stretto in un fraterno abbracciato; cosa che ho ricambiato.
Una celebrazione semplice, ma pregna di fraterna misticità, un’esperienza che in 12 lustri di sacerdozio non ho mai provato, neanche quando, in non poche occasioni, mi sono incontrato coi nostri ministri generali. Mercoledì 18 febbraio, padre Antonio Francesco D’Urso, custode (per un giorno) della reliquia di San Giovanni Paolo II, in una solenne celebrazione (ore 18,30), pregherà con i suoi parrocchiani, nella seicentesca di Chiesa di Croce, il Papa universalmente apprezzato per la sua missione di pace nel mondo, visto che di pace, oggi più che mai, ve ne è poca.

Comunicato stampa su UTE Cava
La Festa dei venticinque anni
[14 02 2015 ]
Giovedì 19 e venerdì 20 febbraio, l'Università della Terza Età e del Tempo Libero di Cava de' Tirreni festeggerà infatti i primi venticinque anni dalla fondazione, avvenuta nel 1990 per iniziativa dell'allora Sindaco Eugenio Abbro, che ne è stato anche il primo Presidente, prima di cedere il passo al suo pupillo e figlioccio Massimo Di Gennaro.
La due giorni dei festeggiamenti comincerà alle 18 di giovedì 19, nella Sala di Rappresentanza del Palazzo di Città, con la premiazione del Concorso nazionale Parole d'argento - Poesie e racconti sul tema "Io e la Terza Età".
I testi di vincenti e segnalati, con foto e motivazioni, sono stati inseriti nel volume Argento vivo, che nella prima parte comprende fatti, immagini e testimonianze della storia dell'UTE e che sarà presentato ufficialmente nel corso della cerimonia di Venerdì 20, che avrà inizio alle ore 17, sempre nel Palazzo di Città, ma nella Sala Consiliare. Interverranno il Sindaco Marco Galdi, l'Arcivescovo della Diocesi Amalfi-Cava Mons. Orazio Soricelli, il Presidente dell'UTE Massimo Di Gennaro e la Direttrice Armida Lisi. Nel corso della serata saranno anche consegnate le targhe ai soci benemeriti, ai benemeriti alla memoria, ai Sindaci che hanno sostenuto l'Associazione. Alla fine, tutti a cena insieme, per il brindisi augurale. Una conclusione anch'essa all'insegna dell'argento vivo…

Le reliquie di San Giovanni Paolo II
a Santa Lucia di Cava de' Tirreni
[13 02 2015 ]
Livio Trapanese
Don Beniamino D'Arco informa il popolo fedele di Dio che domenica e lunedì 15 e 16 febbraio 2015, presso la secolare Chiesa di Santa Lucia, Vergine e Martire si potrà pregare per la Reliquia del sangue di San Giovanni Paolo II. La reliquia giungerà alla Frazione di Santa Lucia domenica 15 p.v. alle ore 20,15 e proseguirà, in processione, sino alla parrocchiale Chiesa.
Ulteriori notizie potranno essere acquisite dall'allegata locandine o richiederle direttamente a Don Beniamino D'Arco al: 338.323.13.16 - 089. 46.14.16,
oppure alle mail: santalucia@teletu.it - beniaminodarco@libero.it

Report delle forze dell'ordine
[13 02 2015 ]
Livio Trapanese
Arresti per espiazione pena in carcere e violazione agli obblighi emanati dall’A.G., denunce a piede libero per furto, minacce, lesioni, danneggiamenti e guida senza patente perché mai conseguita, posti di controllo, rilascio di passaporti e porto d’armi: questo ed altro ancora reso a favore della comunità cavese ...

Approfondisci
ASI, i componenti del Consiglio Generale chiedono la convocazione del Consiglio Generale del Consorzio
[13 02 2015 ]
Comunicato comunale
Su richiesta del Sindaco Marco Galdi, i componenti del Consiglio Generale dell'ASI Renato Aliberti, Vincenzo Lamberti, Albino de Pisapia, De Iuliis Carlo e Santoriello Giuseppe, hanno sottoscritto una nota indirizzata al Presidente del Consorzio ASI Salerno, Avv. Gianluigi Cassandra, al Dott.Claudio Pignataro, Presidente del Collegio dei Revisori ASI e, per conoscenza, alla Regione Campania, nella quale chiedono formalmente la convocazione urgente di una seduta straordinaria del Consiglio Generale del Consorzio per discutere della presa d'atto e dei provvedimenti consequenziali al decreto del Presidente della Provincia di Salerno n. 6 del 27 gennaio 2015, con cui sono stati revocati e sostituiti, tra gli altri, l'Avv. Gianluigi Cassandra e il dott. Massimo Cariello, già Presidente e componente del Comitato Direttivo dell'Asi.
"Questa iniziativa, adottata alla luce della rilevata incapacità dei vertici ASI di dare risposte concrete alle esigenze di sviluppo dell'area industriale di Cava de' Tirreni, apre la strada a nuovi assetti che finalmente possano soddisfare le aspettative di cambiamento del territorio metelliano, in primis con l'adozione delle norme tecniche di attuazione del piano ASI e con la riperimetrazione dell'ASI stessa, proposte sin dall'estate del 2012 e ad oggi disattese".
Possibilità di avviare la procedura per aderire alla richiesta gratuita delle apparecchiature informatiche
[13 02 2015 ]
Comunicato del Movimento Cava5stelle
Parliamo di piccole cose ma in tempo di crisi bisogna esserci, la scuola è una priorità e così come abbiamo fatto per l'8 per mille per l'edilizia scolastica il cava5stelle ha inviato richiesta all'amministrazione per stimolare e conoscere se la stessa si è attivata insieme alle scuole cavesi per partecipare al bando per le apparecchiature elettroniche dismesse dall'agenzia dell'entrate che scade il 27 febbraio prossimo. Ottima iniziativa delle Agenzie per l'entrate che da nuova vita ad attrezzature funzionanti e utili ad altri enti e non ultimo le scuole.

Intanto nei giorni scorsi il cava5stelle ha presentato le proprie osservazioni da porre al piano triennale per la trasparenza amministrativa memore delle tante iniziative e richieste effettuate all'amministrazione e alle difficoltà incontrare per vedere e prendere conoscenza di atti e documenti, un esempio su tutti è da oltre 7 mesi che siamo in attesa di vedere atti tecnici di corredo ed integranti a delibere di Giunta che sono lo snodo per comprendere il rispetto delle leggi e della loro applicazione da parte dell'Amministrazione, le ormai famose planimetrie tecniche del piano traffico istitutive delle aree di sosta sul trincerone e le successive modificazioni. Non ci resta che notare che la trasparenza degli atti amministrativi è il cuore pulsante della democrazia moderna nella relazione tra cittadino ed Istituzioni, la loro conoscibilità e l' accesso agli stessi regolati dalle leggi stanno trovando una lenta ed "italica" applicazione anche attraverso i piani a cui sono obbligati i Comuni.

Anche a Cava, la forma non è sostanza, e non fa eccezione.

Al Movimento Cava5stelle piacerebbe capovolgere la formula, essendo la trasparenza parte fondante del proprio Dna programmatico, ma le stesse parole del Capo dell'ANAC, dott. Cantone, chiariscono i limiti ed il senso stesso dell'attività di controllo sulle amministrazioni ovvero i vuoti poteri che hanno cittadini e i controllori delegati per l'assenza di poteri sanzionatori verso le inadempienze sull'applicazione dei Piani stessi da parte delle Amministrazioni. Siamo consapevoli che senza una diretta responsabilità politica del Movimento nella applicazione del piano difficilmente l'assenza di volontà politica di trasparenza, la forma senza la sostanza, più volte riscontrata nel corso di questi anni, si tradurrà in fatti concreti per i cittadini. Scuola, Trasparenza Amministrativa, istituti e diritti di partecipazione diretta dei cittadini sono infrastrutture della democrazia e priorità per costruire cittadini liberi, consapevoli ed informati.
Comitato per il Sacrario Militare di Cava:
ingresso di un nuovo componente
[11 02 2015 ]
Riunione del comitato per il Sacrario Militare di Cava densa di contenuti. Durante l'appuntamento in cui si è dato il benvenuto ad Anna Ferrara, nuovo componente del comitato per il sacrario militare, si è parlato della volontà di far tornare a Cava de' Tirreni le salme di Carmine Siani e di Luigi Baldi che riposano ancora ad El Alamein in Egitto perché non rientrarono in Italia, una decina d'anni fa, per difficoltà burocratiche. E non solo. Si è palesata anche la volontà di richiedere i resti mortali di un altro militare: Falcone Fioravante di Giuseppe da Livorno.
L'incontro, a cui hanno partecipato il presidente Daniele Fasano, il presidente emerito Salvatore Fasano, il Generale Lucio Cesaro, il Colonnello Vincenzo Consalvo, il prof Roberto Catozzi, Anna Ferrara e Maddalena Annarumma, è proseguito con il saluto del sindaco Marco Galdi. Tantissime le news in agenda per il sacrario.
Il prossimo 28 febbraio il presidente del sodalizio metelliano parteciperà, a Nola, ad un convegno organizzato dal Lions Club. "Sarò relatore -ha dichiarato Daniele Fasano- in una conferenza sulla memoria storica della nostra comunità".
Numerosissimi gli eventi che attendono, nei prossimi mesi, il comitato per il sacrario militare. Per Pasqua verrà infatti celebrata una messa solenne con la partecipazione di un alto prelato.
Comunicato Polis Sa: container Cava de' Tirreni
[11 02 2015 ]
Comunicato Polis Sa
Nonostante il doveroso plauso al tanto atteso smantellamento dei containers che hanno arricchito vergognosamente l'architettura dellla città di Cava de' Tirreni per 34 lunghissimi anni, duole porre in maniera spontanea la domanda: quando è in previsione la definitiva pulizia dell' area in Via G. Vitale, occupata da rifiuti ammassati e lasciati incustoditi alla mercè di tutti?
Attendiamo fiduciosi un tempestivo e risolutivo intervento da parte dell'Amministrazione Comunale anche a salvaguardia dei bambini, che potrebbero scambiare il sito per il gioco della caccia al tesoro.
La nutrizionista risponde
Quesito alla dottoressa Anna Chiara Ragone
Gentile dott.ssa Ragone volevo chiederle cosa sono e in cosa consistono i test genetici da lei consigliati? Maurizio

Risponde la dottoressa Anna Chiara Ragone
Caro Maurizio, i Genotest o test di predisposizione genetica sono test genetici finalizzati ad in individuare i caratteri genetici che,pur non presentando alterazioni tali da modificare la manifestazione fisica, presentano piccole alterazioni capaci di comportare un’aumentata probabilità di sviluppare malattia in seguito ad interazione con fattori ambientali predisponenti.I test sono di vario tipo ed in particolare riguardano:
- l’alimentazione: NUTRIGENOMICA, lo sport SPORTGENOMICA, la prevenzione dell’ Alzheimer,
Ogni Genotest si esegue tramite un prelievo non invasivo di campione salivare effettuato da me. Da qui si esegue analisi del DNA e dai risultai ottenuti viene fornito un report esplicativo letto e interpretato insieme che ne spiegherà al paziente il contenuto e le implicazioni con la finalità di costruire insieme un piano di prevenzione mirato.
dott.ssa Anna Chiara Ragone

Leggi tutti i quesiti inviati alla dottoressa Anna Chiara Ragone
Rubrica "Il dentista risponde"
"E' possibile ricostruire più volte il dente in composito?"
[10 02 2015 ]
Giuseppe:
Ho due incisivi centrali in parte ricostruiti con composito; ho morso un panino è si è spezzato il dente, ovvero il composito di uno dei due incisivi.
La ricostruzione più o meno è durata 2 anni, ora volevo chiederle: è possibile ricorrere nuovamente alla ricostruzione in composito del dente?

Risponde il dottor Nicola Marotta

Gentile Giuseppe, la ricostruzione in composito si può ripetere, ma per risolvere il problema in maniera definitiva il mio consiglio è quello di ricorrere ad una faccetta in ceramica.
Chieda al Suo dentista, vedrà che il consiglio sarà lo stesso.
Cordialità
dr Nicola Marotta

Leggi tutti i quesiti inviati al dottor Nicola Marotta
La testimonianza di fede di Giacomo Celentano
Chiesa di Sant'Alfonso - Cava de' Tirreni
[10 02 2015 ]

2 febbraio 2015 - Parrocchia di San'Alfonso, in via Filangieri a Cava de' Tirreni: serata di preghiera e testimonianza con Don Michele Barone e Giacomo Celentano, figlio del celebre cantante Adriano e Claudia Mori.
Video a cura di "Studioproduzioni"
Frana un muro in Località Croce;
ma si sapeva da anni che sarebbe successo!
[10 02 2015 ]
Livio Trapanese
E' dal 1986 che tutti giorni di "festa di precetto", domeniche comprese, ma non solo, mi porto presso la scolare Chiesa di Santa Croce per partecipare, prima con Padre Giacomo Santarsieri e poi con Padre Antonio Francesco D'Urso, frati minori capuccini, e la comunità crocese, alle celebrazioni eucaristiche ed ogni volta che transitavo, in macchina ovviamente, davanti alla Colombaccia, ristorante anch'esso storico del luogo, mi meravigliavo del presente significativo avvallamento ove, d'inverno convogliava, copiosa, l'acqua piovana. Un foro nel muro di cinta della strada, che la notte fra sabato e domenica è franato, consentiva il costante defluire dell'acqua, degradando lungo il muro stesso.
Passa un anno, passano due, passano circa trenta e mai nessun tecnico della Provincia di Salerno si sia reso conto che prima o poi quel muro di contenimento dell'unica strada che collega Cava de' Tirreni a Croce avrebbe perso la forza e sarebbe franato. Bastava qualche metro cubo di asfalto per riempire l'avvallamento e non consentire l'accumularsi dell'acqua e, quindi, della caduta del muro.
La Polizia Locale di Cava de' Tirreni, con l'Ing. Gianluigi Accarino in testa, hanno provveduto al transennamento del'area in pericolo, ma occorre che l'Ufficio Tecnico della Provincia di Salerno provveda al ripristino. Allo stato è consentito il transito a senso unico alternato.
Dimenticavo che dopo tanti anni, che Cava de' Tirreni ha avuto seduti negli scranni della Provincia salernitana consiglieri ed assessori, oggi non è rappresentata; sarà un bene od un male?

Avviso
Case abusive
[10 02 2015 ]
Il Comitato Casa Sicura "Associazione Ambiente e Territorio", terrà un'assemblea, presso il Teatro "Reginella", S. Lucia di Cava de' Tirreni sito alla Via P. Di Domenico, il giorno 12 febbraio 2015 alle ore 19.30, per informarvi, della Legge Regionale n. 5 del 6 Maggio 2013, inerente all'acquisizione al Patrimonio Comunale delle "case abusive", nonché l'approvazione della IV Commissione della Giunta Regionale, per la riqualificazione delle zone agricole, del cambio di uso di destinazione, e, l'approfondimento della Deliberazione del Consiglio Comunale di Cava de' Tirreni n. 99 del 15 dicembre 2014, della procedura di acquisizione al Patrimonio Comunale delle case "ABUSIVE", in relazione alla Legge Regionale.
Temperature sotto zero, vento forte e danni in città
[10 02 2015 ]
Comunicato comunale
La città di Cava de' Tirreni è stata raggiunta, come era stato anticipato dall'allerta meteo dei giorni scorsi, da una tempesta polare che nel cuore della scorsa notte ha fatto numerosi danni e ha visto impegnati tutti gli uomini della Protezione civile metelliana sul campo per ridimensionarne la pericolosità per la pubblica incolumità.
In previsione di questa emergenza, in particolare l'arrivo di temperature sotto lo zero e venti di fortissima intensità, il sindaco aveva emesso un'ordinanza di chiusura delle scuole per la giornata di oggi.
Decisione legittimata dalla conta dei danni fatta sul territorio. Nel cuore della notte numerosissime le chiamate ai centralini del Comando di Polizia Locale e della Protezione civile e decine gli interventi coordinati dalla struttura comunale di Protezione civile per eliminare i pericoli per le persone causati dagli alberi sradicati e dai rami spezzati, dalle numerose baracche e tetti divelti.
In particolare una tromba d'aria ha letteralmente flagellato la villetta in via Aldo Moro con molti alberi di alto fusto spezzati. Uno di questi si è abbattuto su una vicina abitazione e si è reso necessario l'ausilio dei mezzi dei Vigili del Fuoco. In via Ragone, poi, un albero "ligustro" si è abbattuto, sempre per il forte vento di questa notte, su due autovetture parcheggiate nell'area comunale di sosta limitrofa. Lungo la strada che porta dalla frazione Rotolo-Maddalena a San Pietro-Croce, inoltre, alcune ceppaie si sono riversate insieme a detriti vari sulla sottostante strada provinciale. Sul posto gli uomini della Protezione civile, collaborati da una volante della Polizia di Stato che li ha supportati per la viabilità, hanno provveduto a liberare la sede viaria dal materiale, circoscrivendo il pericolo e ripristinando la percorribilità locale al momento su una sola corsia. Altri interventi, su alberi caduti e rami spezzati, tabelloni pubblicitari, pensiline del CSTP e tetti diventi si sono resi necessari in altre zone collinari della città. Per la sicurezza pubblica rimasti chiusi il civico cimitero e tutte le ville comunali.
La gelata notturna ha, infine, fatto saltare le condutture dell'acquedotto verso la frazione di Santa Lucia, rimasta a secco. Sul posto volontari della Protezione civile e gli ispettori ambientali hanno allestito due postazioni per la distribuzione di acqua potabile con autobotti sostitutive. Sull'emergenza vissuta dalla città il sindaco Marco Galdi ha dichiarato: "Quando si decide soprattutto con due giorni di anticipo un provvedimento di chiusura delle scuole ci sono sempre margini di incertezza rispetto ai fenomeni meteorologici previsti come è stato il caso del fronte di gelo polare che ci ha colpito in queste ore.
La lunga serie di interventi resisi necessari da parte della nostra Protezione civile per garantire la sicurezza dei nostri concittadini e che sono continuati per tutto il giorno giustificano ampiamente il provvedimento preso in via prudenziale".
Safer Internet Day 2015
[10 02 2015 ]
La Polizia di Stato, il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca e il Garante per l'Infanzia e l'Adolescenza con una vita da social il 10 febbraio per incontrare 60mila studenti sul tema del cyberbullismo. ...

Approfondisci

Eseguite due ordinanze di arresti domiciliari a Cava
[09 02 2015 ]
Nella giornata di ieri, il personale del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Cava de' Tirreni, diretto dal Vice Questore Aggiunto Marzia Morricone, ha eseguito due ordinanze di detenzione domiciliare emesse dal Tribunale di Salerno, nei confronti di M.A. di anni 45 e S.A. di anni 62, entrambi nati e residenti a Cava de' Tirreni e pregiudicati. I provvedimenti sono frutto di attività d'indagine condotte anni addietro dai poliziotti cavesi e riguardanti una serie di violazioni edilizie commesse in Cava dè Tirreni da S. A., e l'inosservanza da parte di M. A. delle prescrizioni impostegli dalla misura di prevenzione della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza a cui era sottoposto.
Le ordinanze sono state emesse a seguito delle segnalazioni inoltrate all'Autorità Giudiziaria dai poliziotti del locale Commissariato di Pubblica Sicurezza che le hanno anche eseguite, conducendo i due arrestati presso le rispettive abitazioni ove dovranno permanere in stato di detenzione domiciliare, a disposizione dell'Autorità Giudiziaria.
Lunedì 9 Febbraio: "scuole chiuse"
[08 02 2015 ]
Comunicato comunale
Manifestazione "radici: storia e folklore cavesi"
[05 02 2015 ]
L'Associazione Pistonieri Santa Maria del Rovo darà vita, in occasione del quarantesimo anniversario della sua rifondazione, il ciclo di convegni "Radici: storia e folklore cavesi", con il patrocinio del Comune di Cava de' Tirreni, volti alla promozione della cultura e del folklore della città di Cava de' Tirreni. Tali incontri si terranno il 7 febbraio alle 19:30 presso la MARTE Mediateca e il 21 febbraio presso la Sala Consiliare del Comune di Cava de' Tirreni. I Pistonieri, attraverso le voci e i volti dei loro primi sostenitori, nonché storici e cultori delle tradizioni cavesi, daranno nuova vita alle radici storiche e alle origini delle principali manifestazioni storico-folkloristiche cavesi, quali la Festa di Monte Castello e la Disfida dei Trombonieri. La manifestazione, pur nascendo nel solco delle iniziative che i Pistonieri Santa Maria del Rovo realizzeranno nel 2015 per il loro anniversario, è aperta a chiunque desideri percorrere a ritroso il tempo per meglio comprendere le proprie origini culturali.
L'obiettivo del primo incontro è la riscoperta dell'identità culturale cittadina attraverso l'approfondimento storico, nell'ambito di una ricostruzione filologica più attenta, degli eventi che hanno visto protagonista il popolo cavese nel corso dei secoli. Si farà in particolare riferimento alla concessione della Pergamena Bianca da parte del Re Ferdinando I d'Aragona, al passaggio dell'imperatore Carlo V e al Miracolo Eucaristico che fugò la peste dai territori cavesi. Tale approfondimento storico si terrà con la partecipazione del professore Giuseppe Foscari e di importanti cultori della storia cavese, i quali porteranno il loro contributo alla ricerca delle vere origini storiche della città e, di conseguenza, di molte delle associazioni storico-folkloristiche cavesi che contribuiscono da sempre alla promozione dell'immagine di Cava de' Tirreni e hanno consentito a quest'ultima di potersi fregiare della denominazione di "Città del Folklore". Nel corso della seconda serata verranno presentate sul palco diverse testimonianze che faranno rivivere le tradizioni della città di Cava de' Tirreni dai primi decenni del novecento fino agli anni '70 con la nascita delle principali manifestazioni cavesi che contraddistinguono il calendario culturale cavese.
"Per disgrazia ricevuta", un distratto San Gennaro
sul palco del "Premio Li Curti"
[05 02 2015 ]
Domenica 8 febbraio nuovo appuntamento al Social Tennis Club di Cava de' Tirreni (Sa) con la IV Rassegna Teatrale "Premio Li Curti", promossa dal Teatro Luca Barba. Alle ore 19.30 la Compagnia "Scena Teatro" presenterà lo spettacolo "Per disgrazia ricevuta" di Manlio Santanelli. Sotto i riflettori il rapporto ...

Approfondisci
Arresto per violazione obblighi sorveglianza speciale
[05 02 2015 ]
Nella giornata di ieri, personale della Polizia di Stato appartenente al Commissariato di Pubblica Sicurezza di Cava de' Tirreni insieme ai poliziotti del Reparto Prevenzione Crimine Campania, impiegati in servizio di controllo straordinario del territorio, hanno tratto in arresto M. S., nato a Cava de' Tirreni di anni 25, ritenuto responsabile del reato di violazione degli obblighi della misura di prevenzione a cui era sottoposto dal 08/08/2014, con pena irrogata con decreto del 13/11/2012 dal Tribunale di Salerno.
M.S., verso le ore 11.45 di ieri, è stato intercettato sulla strada Prolungamento Marconi mentre procedeva a bordo di un ciclomotore e, avendo notato la presenza della Polizia, cambiava repentinamente direzione.
Il giovane, bloccato e controllato dagli agenti, è risultato sprovvisto della patente di guida perché mai conseguita e, pertanto, è stato deferito all'Autorità Giudiziaria per il reato di guida senza patente, ai sensi dell'art. 116/commi 15 e 17 del codice della strada.
In esito a quanto accertato, inoltre, M.S. è stato dichiarato in stato di arresto per la violazione degli obblighi inerenti alla sorveglianza speciale di pubblica sicurezza con obbligo di soggiorno, pertanto, è stato sottoposto agli arresti domiciliari presso l'abitazione in Cava de' Tirreni, a disposizione del Pubblico Ministero di turno, presso il Tribunale di Nocera Inferiore, in attesa del rito per direttissima.
Nel corso dei servizi di controllo del territorio i poliziotti hanno controllato complessivamente 94 persone, tra le quali diverse con precedenti penali a carico, e 46 veicoli. Due autovetture sono state sottoposte a sequestro amministrativo, sono state rilevate 7 contravvenzioni al codice della strada con emissione dei relativi verbali ed in 3 casi sono state ritirate le patenti di guida e le carte di circolazione.
Report delle forze dell'ordine
[04 02 2015 ]
Livio Trapanese
Arresti per espiazione pena, denunce a piede libero per furto, minacce, truffa, posti di controllo, rilascio di passaporti e porto d’armi: questo ed altro ancora reso a favore della comunità cavese, della costa d’Amalfi e non solo, dalle quattro Forze di Polizia cavesi dal 27 gennaio al 2 febbraio 2015. I poliziotti del Commissariato di Pubblica Sicurezza hanno eseguito 98 posti di controllo, verificando il regolare ...

Approfondisci
Sequestrato il deposito di fuochi adiacente
alla scuola di San Martino
[04 02 2015 ]
Il dirigente della Polizia locale, ing. Antonino Attanasio, ha comunicato questa mattina che è avvenuto il sequestro del locale adibito a deposito per la vendita di fuochi d'artificio situato in località Santa Maria del Rovo ed edificato a ridosso del muro della Scuola Primaria.
Il locale sequestrato è attualmente sgombro da materiale esplodente e, considerato che risulta costruito in modo del tutto abusivo, esso non potrà più essere utilizzato né per deposito né tantomeno per la vendita.
"In seguito a questa verifica può considerarsi del tutto risolto il problema della presenza nelle adiacenze dell'edificio scolastico di materiale esplodente- ha dichiarato il sindaco Marco Galdi- con la conseguenza che adesso le famiglie dei bambini potranno mandare a scuola i loro figli nella massima tranquillità".
Incontro di concertazione su vita indipendente e inclusione nella società delle persone con disabilità
[04 02 2015 ]
Il Piano di Zona Ambito S2 rende noto che presso la sede dell'Ufficio di Piano si è svolto l'incontro per la costruzione di una rete progettuale in materia di Vita indipendente e inclusione nella società delle persone con disabilità.
La riunione aveva quale scopo quello di individuare l'azione primaria da svolgere nell' ambito del Progetto finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali per complessivi 80mila euro cui si aggiungono 20mila euro di compartecipazione dell'Ambito alla spesa.
L'incontro, che si è svolto alla presenza di Vincenzo Lamberti, Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Cava de'Tirreni, ente capofila dell'Ambito S2, ha visto l'ampio coinvolgimento dei diversi soggetti presenti sul territorio che già collaborano tra loro in materia di disabilità, quali le associazioni rappresentative delle persone con handicap, le cooperative sociali, le associazioni onlus. L'obiettivo del progetto è quello di sostenere la "Vita Indipendente" dei soggetti con disabilità per i quali si intende offrire una "possibilità, di autodeterminarsi e di poter vivere come chiunque avendo la capacità di prendere decisioni riguardanti la propria vita e di svolgere attività di propria scelta".
In tal senso, la proposta progettuale scaturita dall'incontro di concertazione verte sulla figura dell'assistente personale che svolgerà la funzione di accompagnamento nella vita di relazione e nell'inserimento lavorativo.
"Questo progetto, ampiamente condiviso con tutti gli attori che sul campo vivono ed operano quotidianamente rispetto al tema della disabilità - dichiara Vincenzo Lamberti, Assessore alle Politiche Sociali del Comune di Cava de'Tirreni, ente capofila dell'Ambito S2- costituisce un altro significativo tassello rispetto al raggiungimento di quel traguardo di una vita di inclusione sociale per le persone disabilità".
Al Palazzo di Città di Cava de' Tirreni il convegno sul randagismo
[04 02 2015 ]
Si terrà venerdì 6 febbraio al Palazzo di Città di Cava de' Tirreni (Sa) l'appuntamento con "Randagismo. Soccorrere gli animali in difficoltà: il ruolo delle Istituzioni", incontro promosso dall'Associazione Animalista Cavese "Venganch'io" e dall'Ordine dei Medici Veterinari della Provincia di Salerno, in collaborazione con la Città di Cava de' Tirreni, l'Università degli Studi di Napoli "Federico II" e Legambiente. L'iniziativa, in programma alle ore 17.00, sarà moderata dal dott. Orlando Paciello, Presidente dell'Ordine dei Medici Veterinari della Provincia di Salerno

Il ruolo delle Istituzioni sul fenomeno del randagismo è il tema dell'incontro in programma alle ore 17.00 di venerdì 6 febbraio presso l'Aula Consiliare del Palazzo di Città di Cava de' Tirreni (Sa). L'appuntamento, dal titolo "Randagismo. Soccorrere gli animali in difficoltà: il ruolo delle Istituzioni", è promosso dall'Associazione Animalista Cavese "Venganch'io" e dall'Ordine dei Medici Veterinari della Provincia di Salerno, in collaborazione con la Città di Cava de' Tirreni, l'Università degli Studi di Napoli "Federico II" e Legambiente.

L'iniziativa, moderata dal dott. Orlando Paciello, Presidente dell'Ordine dei Medici Veterinari della Provincia di Salerno, nonché docente del Dipartimento di Medicina Veterinaria presso l'Università "Federico II" di Napoli, sarà caratterizzata da una serie di autorevoli interventi.

Ad aprire l'incontro sarà il dott. Vincenzo Ferrara, Ufficiale dell'Arma dei Carabinieri, che parlerà de "I reati contro gli animali: il sequestro, le tecniche investigative". La dott.ssa Annamaria Manzoni, Psicologa, Psicoterapeuta e Componente del Consiglio Direttivo del Movimento Antispecista, discuterà di "Sulla cattiva strada: uno stretto legame tra la violenza sugli animali e quella sugli umani". A seguire, il dott. Angelo Apostolico, Dirigente veterinario e Responsabile dell'U.O.D. Randagismo dell'ASL di Salerno, tratterà la tematica "Il primo soccorso per gli animali: procedure operative".

Ed ancora: il dott. Pasquale Raia, Medico veterinario e Responsabile del settore Aree protette di Legambiente Campania, discorrerà de "Il volontariato associativo sulla tutela degli animali (fauna e sinantropi) senza padrone". In chiusura, il dott. Antonio Morabito, Responsabile nazionale del settore Fauna e Benessere animale di Legambiente, presenterà il "Rapporto annuale animali in città".

"La gestione del randagismo - afferma il dott. Orlando Paciello - è un problema di salute ed incolumità pubblica, ma anche di rispetto degli animali. Come Ordine dei Medici Veterinari della Provincia di Salerno abbiamo da tempo messo tale problematica al centro della nostra agenda per individuarne una soluzione. Ora siamo contenti del coinvolgimento del mondo associativo, ma anche e soprattutto di quello istituzionale, perché crediamo che il principio di responsabilità e la formazione continua e partecipata a più livelli siano l'unica via d'uscita".

Venerdì 6 febbraio, al Marte di Cava de' Tirreni, l'iniziativa "Passioni nascoste - alla scoperta del collezionismo cavese"
[03 02 2015 ]
Venerdì 6 febbraio, alla Mediateca Marte di Cava de' Tirreni, con inizio alle ore 18, secondo appuntamento della serie ScavaCava, fatta di iniziative alla scoperta di fatti, personaggi, situazioni passate, presenti… o future, relative alla vita della Città e ignote o nebulose ai più.
Dopo il numero zero con la giovane scrittrice Giusella De Maria ed il numero uno con Francesco Puccio, giovane eclettico scrittore - attore - regista, con la manifestazione Passioni nascoste, si va stavolta ad esplorare il mondo, ben più affollato di quello che si pensa, del collezionismo cittadino.
Al centro della serata, ricca di stimolanti e spettacolari rarità, la presentazione di una nuova Associazione di appassionati, "Il collezionista". Tra i fondatori, e protagonisti della manifestazione, Alfonso Prisco, il Re delle cartoline antiche di Lady Cava, La Divina e Salerno, il Presidente Federico Guida, lo scopritore del microfilm londinese col diario cavese della nobilmiss inglese di metà Ottocento, Raffaele Fiorillo, ex Sindaco di Cava e cittadino con l'hobby delle raccolte, Amedeo Tarulli, il "pozzo del giocattolo antico", Giuseppe Apicella, una miniera di cartoline antiche, Pasquale Borrelli, certosino cacciatore di francobolli. Garantita la presenza anche di Giuseppe Melone, collezionista di immagini sacre, di Anna Nunziante, fiutatrice di oggettistica, di Guglielmo Cirillo, con i suoi fumetti d'annata, di Giuseppe Imparato, uno dei re mondiali nella raccolta di dischi dei Pink Floyd, di Vincenzo D'Amico, amante di riviste e giornali d'epoca, di Carmine Salsano, Commissario dell'Azienda di Soggiorno e lui stesso appassionato di collezioni. Interverrà anche il Sindaco Marco Galdi, ben lieto di sostenere un'iniziativa che potrà avere importanti sviluppi promozionali.

Gestione rifiuti salta l'accordo con il consorzio
il sindaco Galdi accusi
[02 02 2015 ]

Programma a cura de "La TV di Cava"
Ditelo a noi del 29 gennaio 2015
[02 02 2015 ]

Programma a cura de "La TV di Cava"
Cronaca gennaio 2015
Cava [archivio]


Vai alla cronaca gennaio 2015
     
  Contattaci  
 

 
Contattaci
Chi siamo
 
  Commerciali  
 
Industrie
Artigiani
Ristorazione
Alberghi
Shopping
Salute
Arredamenti
Servizi
Immobili
Commercio
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
torna in cima