AdBlock Detected!

Il nostro sito web è reso possibile dalla visualizzazione di annunci pubblicitari ai nostri visitatori. Sostienici,
disattiva l’Ad-Block.

Cava e Schwerte, studenti gemelli

Pubblicità

Dalla studentessa Carola Paternostro, del Liceo Linguistico “De Filippis Galdi”, riceviamo e volentieri pubblichiamo.

Scambi culturali, apprendimento reciproco, socializzazione e amicizia: è stata proprio vivace ed entusiasmante la settimana tra il 18 e il 25 aprile, quando Cava de’ Tirreni, attraverso il Liceo Linguistico “De Filippis – Galdi” ha accolto un gruppo di studentesse e docenti tedeschi provenienti dalla città gemellata di Schwerte. Gli ospiti sono stati calorosamente ricevuti dal Sindaco presso il Comune: un momento simbolico che ha posto le basi per una serie di incontri e attività arricchenti. Il giorno seguente il Liceo ha offerto una mattinata di lezioni condivise, che hanno permesso a noi studentesse di interagire e conoscerci meglio. La Dirigente Scolastica, Prof.ssa Maria Alfano, ha sottolineato l’importanza dell’educazione interculturale come ponte tra diverse realtà. L’interazione e lo spirito di collaborazione si sono rafforzate con la presentazione di lavori multimediali, un divertente quiz di Kahoot e una partita di pallavolo. Emozionante e formativa è stata la visita al Museo “Mamma Lucia”, dedicato a Lucia Pisapia Apicella, detta “Mutter der gefallenen” (Madre dei caduti), che ha riunito i due popoli perché dopo la Seconda Guerra Mondiale recuperò i resti di quasi cinquecento soldati tedeschi morti durante la decisiva Battaglia di Cava. Fu un gesto di pietà, d’amore e di pace, ancora più importante se si pensa che i soldati erano dello schieramento allora nemico. Abbiamo poi passeggiato nel Borgo rinascimentale, l’unico del Sud con un grande Porticato, ed è stato particolarmente stimolante accoppiarne la visita con quella del Borgo della Badia, che è nato tre secoli prima pur essendo oggi solo una frazione. Ma quanto è bella l’Abbazia Benedettina e quanto è stato buono il pranzo alla Foce, tutti insieme! A proposito di borghi. il gruppo ha scoperto il centro storico di Napoli, visitando luoghi iconici come il Duomo, Spaccanapoli e il Castel dell’Ovo, accompagnato dalle guide esperte delle professoresse Simonetta Petrocelli e Gelsomina Lupo. Il culmine culturale è stata la presentazione del libro “Invito nella valle della Cava” di Federico Guida. La serata ha offerto spunti di riflessione su collegamenti storici e culturali tra le due città, arricchiti dalla presenza della relatrice Prof.ssa Ulrike Böhmel-Fichera, docente universitaria. Una visita agli Scavi di Pompei ha fornito una profonda immersione nella storia antica, preparando il terreno per la festa di arrivederci al Forum dei Giovani, un’occasione di gioia, condivisione di pasti forniti dalle famiglie e sorrisi spontanei. Il gemellaggio si è concluso lasciando nei partecipanti ricordi indelebili e la promessa di future collaborazioni. Questa settimana di attività ha dimostrato come i gemellaggi possano essere potenti catalizzatori di amicizia e apprendimento, tracciando percorsi di comprensione e rispetto reciproco tra culture diverse.

Pubblicità

Condividi su:

Sabato, 20 Luglio 2024 -
CavaNotizie.it - Speciale Cavese
CavaNotizie.it TV
AT Accademia Musicale Talenti
Partners
CAVA DE' TIRRENI
Pubblicità