Informazione  
 
Il numero in edicola
Archivio cartaceo
Editoriali
 
 
Archivio cronaca
Comunicati comunali
Il sindaco risponde
Lettere al giornale
 
  Sport  
 
Cavese Calcio
Arti marziali
Atletica e C.S.I
Altri sport
 
  Ritratti  
 
La Giunta Comunale
I Consiglieri comunali
Personaggi cavesi
Foto di Cava
Scorci metelliani
 
  Consulenti  
 
Avvocato
Commercialista
Immobiliare
Lavoro
Dentista
Nutrizionista
Sessuologo
 
  Medicina  
 
Distretto sanitario SA1
Articoli
Centro di salute mentale
Consultorio
Sert
Diabetologia
Il medico risponde
 
  Istituzioni  
 
Palazzo di Citta'
Comunicati comunali
Associazioni
Consorzio di Bacino SA1
Intermedia
Scuola
 
  Servizi  
 
Farmacie
Numeri utili
Orari autobus
Orario treni
Siti istituzionali
 
  Annunci  
 
Compro e vendo
Immobiliari
Cerco e offro lavoro
 
  Rubriche  
 
Lettere
Cultura
Speciali
Mondo Giovani
Cavesi nel mondo
Immigrazione
Mostra fotografica
Scadenze fiscali
Umorismo e satira
Chi siamo
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
torna in cima
Piano di Zona S3
Aperte le iscrizioni ai corsi per Licenza Media per italiani
e stranieri e corsi lingua italiana per stranieri
[07 09 2011 ]
Il Piano di Zona Ambito S3 informa che sono aperte le iscrizioni ai corsi gratuiti per il Titolo di Licenza Media per italiani e stranieri e per l'apprendimento della lingua italiana per cittadini stranieri, in collaborazione con il Centro Territoriale Permanente (C.T.P.) per l'Educazione degli Adulti coordinato dal dirigente scolastico prof.ssa Anna Califano.
Il Corso per il conseguimento del Titolo di Licenza Media è rivolto a persone di età superiore ai 16 anni, italiani e stranieri, e ha una durata di 150 ore.
Esso mira a creare opportunità di istruzione permanente anche per fasce di nuovi utenti, in passato escluse dai percorsi di formazione come casalinghe, anziani, stranieri.
In pratica, il corso si rivolge a chi, italiano o straniero, ha bisogno di un titolo di studio talvolta indispensabile per l'accesso a bandi pubblici, oppure per usufruire di ulteriori corsi professionali. Infine, intende rimotivare i partecipanti all'acquisizione ed al consolidamento di conoscenze e competenze specifiche.
Le materie insegnate sono: italiano, matematica e scienze, tecnologia, storia, geografia, inglese.
E', inoltre, possibile effettuare le iscrizioni per i Corsi per l'apprendimento della lingua italiana per cittadini stranieri. I cittadini stranieri che frequenteranno un corso di lingua italiana presso i CTP, conseguendo un titolo che attesta il raggiungimento di un livello di conoscenza non inferiore al livello A2, così come approvato dal Consiglio d'Europa, sono esentati dalla partecipazione ai test del Ministero dell'Interno, previsti per il rilascio del permesso di soggiorno per soggiornanti di lungo periodo (ex Carta di soggiorno).
Per iscrizioni ed informazioni contattare l'Ufficio di Piano in via Atenolfi 40, oppure telefonare al numero 089443565.
Partono i Giochi dell'Amicizia al velodromo di S. Arcangelo
[ 01 07 2011 ]
Nell'ambito delle iniziative promosse dal Servizio di Educativa Territoriale del Centro Servizi Famiglia e Minori del Piano di Zona Ambito S3, si riproporranno anche quest' estate i Giochi dell' Amicizia rivolti a ragazzi e ragazze di un'età compresa fra i 10 e i 14 anni.
I percorsi ludico-ricreativi si terranno presso il Velodromo nella frazione di S. Arcangelo nel corso del mese di luglio nei giorni 8,15,22, e 29 dalle ore 17.30 alle ore 19.30. Le attività saranno precedute il 1° luglio prossimo dalla Festa di apertura dei Giochi dell' Amicizia presso il Centro Polifunzionale dell'Educativa Territoriale situato all'interno della III Circoscrizione di Pregiato.
Le iniziative sono state programmate ed organizzate in integrazione con il Corpo Nazionale Giovani Esploratori ed Esploratrici Italiani - Gruppo Cava dè Tirreni 1° con il quale il Servizio di Educativa Territoriale ha stilato un Protocollo d'intesa.
Il Gruppo Scout, attraverso i suoi componenti, partecipa attivamente ai percorsi educativi e ludico-ricreativi del Servizio ed ha inserito nelle proprie attività ragazzi che hanno espresso la volontà di seguire il loro percorso formativo ispirato ai principi dello scoutismo e del guidismo internazionale. Con il C.N.G.E.I. il Servizio ha avviato non solo le attività estive ma ha organizzato il 22/12/10, in occasione delle festività natalizie, il momento di festa e di saluto denominato "La fratellanza, impariamola da piccoli" che ha visto la presenza dei ragazzi che partecipano ai laboratori dell' Educativa, dei Lupetti e dei rispettivi genitori.
In quell'occasione i ragazzi hanno costruito un giocattolo del tempo passato e lo hanno scambiato tra loro in segno di amicizia e di fratellanza. Le proposte ludico-ricreative programmate sono concepite come momenti di educazione e maturazione e come strumenti per acquisire la capacità di stare insieme agli altri. Alla base di tutto c'è l' acquisizione della capacità di inserirsi ed identificarsi nel gruppo.
Gli obiettivi che l'Educativa Territoriale si propone sono creare momenti ed occasioni di aggregazione positivi e sani, portare i ragazzi ad avere maggiore conoscenza delle regole, far acquisire la capacità di collaborare all' interno di una squadra, con i propri compagni nel raggiungimento di uno scopo comune.
I laboratori proposti hanno forte valenza educativa perché accrescono nei ragazzi la consapevolezza di essere protagonisti della propria crescita e aumentano le occasioni di interazione con i coetanei e con gli adulti.
Piano di Zona: Parte il progetto E…state in biblioteca!
[ 20 06 2011 ]
Il Piano di Zona Ambito S3 comunica che, a partire dal prossimo 24 giugno gli operatori del Centro Servizi per la Famiglia ed i Minori del Piano di Zona collaboreranno al progetto promosso dalla Biblioteca e Archivio Storico del Comune di Cava de'tirreni denominato E…state in biblioteca! Le attività si svolgeranno nel periodo giugno-luglio con lo scopo di realizzare un primo approccio finalizzato alla conoscenza della Biblioteca comunale, con la sua storia e le sue peculiarità. Verrà, infatti, illustrata la funzione di una biblioteca pubblica e come si ricerca un'informazione. Le ricerche verranno finalizzate al reperimento delle informazioni di carattere storico, artistico e paesaggistico riguardanti il nostro territorio con l'ausilio dei documenti dell'Archivio storico comunale, focalizzando l'interesse sulla conoscenza dei luoghi oggetto delle due uscite programmate. I ragazzi, accompagnati dagli operatori, potranno prendere visione dei libri e del materiale di ricerca anche con il contributo tecnico dagli strumenti informatici. Oltre alla conoscenza della biblioteca si svolgeranno incontri sul territorio con la visita all' interno della Badia di Cava de' Tirreni, in considerazione della peculiarità del Millennio e una passeggiata dalla chiesa di San Nicola di Pregiato alla chiesetta sita in località Pregiatello. L'ultimo incontro si terrà in biblioteca dove saranno condivise le esperienze e le impressioni dei ragazzi per trasporle visivamente attraverso il disegno e la pittura. I ragazzi coinvolti hanno un'età compresa tra i 10 e i 14 anni e frequentano i laboratori dell'Educativa Territoriale del Piano di Zona Ambito S3, ed il laboratorio dedicato denominato "Con…fabulare".
Scopo dell'iniziativa è quello di agevolare la costruzione di reti sociali a supporto delle famiglie e della scuola durante il percorso di crescita dei ragazzi e di favorire una cultura dei ragazzi intesi come portatori di diritti e bisogni che come tali devono essere espressi nei loro ambienti di vita.
Il 24 giugno ad accogliere i partecipanti al progetto saranno gli alunni della scuola elementare della SS. Annunziata del 3° Circolo Didattico, che hanno già preso parte ad un progetto nella Biblioteca comunale, con la farsa cavaiola "La venuta dell'imperatore", accompagnati dagli insegnanti Agnese Milione e Donato Lomiento.
E…state in biblioteca! È un progetto fortemente voluto dall'Assessore alle Politiche Sociali Vincenzo Lamberti e dal consigliere comunale con delega alla Cultura Giovanni Del Vecchio e si realizza con il coordinamento per il comune del dirigente, dott.ssa Assunta Medolla e della Bibliotecaria responsabile, dott.ssa Teresa Avallone e per il Piano di Zona del coordinatore avv. Claudio de Giacomo.
Protocollo d'intesa integrazione scolastica alunni disabili
Cava [ 25 05 2011 ]
Il Piano di Zona Ambito S3 comunica che è stata sottoscritta la convenzione per l'integrazione degli alunni con disabilità sensoriale delle scuole secondarie superiori tra il Piano di Zona ed alcuni istituti scolastici dell'ambito. Alla stipula della convenzione erano presenti il liceo classico "M. Galdi", il liceo scientifico "A. Genoino" e l'Istituto Professionale per il Commercio "G. Filangieri" di Cava de'Tirreni, l'Istituto Professionale Alberghiero "P. Comite" di Maiori e l'Istituto Turistico "F. Gioia" di Amalfi.
La convenzione prevede l'impiego di 26.369,12 euro erogati al Piano di Zona S3 dalla Provincia di Salerno, attraverso l'Assessorato alle Politiche Giovanili, diritto allo studio, formazione Scolastica, retto dall'assessore Antonio Iannone.
Con i fondi assegnati sarà impiegato personale specialistico da affiancare agli studenti e finanziato l'acquisto di ausili informatici per 7 alunni non udenti e non vedenti, 3 dei quali residenti in Costiera amalfitana e 4 a Cava de'Tirreni.
In pratica, gli alunni -dei quali 4 con deficit visivo e 3 con deficit uditivo- saranno dotati di computer in grado di migliorare la loro partecipazione alle attività scolastiche e saranno affiancati da operatori specialistici che ne faciliteranno la comunicazione. Scopo dell'iniziativa è quello di potenziare il senso di fiducia e di autostima dei giovani che potranno così esprimere le proprie potenzialità, facilitandone la socializzazione e l'inclusione nel gruppo classe.
Con preghiera della massima diffusione, si inviano cordiali saluti.
Report Servizio di Telesoccorso Ambito S3
Cava [ 13 04 2011 ]
Comunicato Piano di Zona
"Il Piano di Zona Ambito S3 comunica i dati relativi al Servizio di Telesoccorso e Teleassistenza rivolto agli anziani, gestito dalla Società Cooperativa Sociale Mai Più Soli. Si tratta, in pratica, dell'installazione del terminale presso l'abitazione dell'anziano collegata alla centrale del Telesoccorso per chiamate di dialogo e di emergenza. Il servizio prevede a monte l'elaborazione di apposite schede socio-sanitarie, indispensabili per una corretta erogazione del servizio stesso, la mappatura di tutti gli organismi del terzo settore, del volontariato e delle risorse istituzionali presenti in ogni comune facente parte dell'Ambito del Piano di Zona S3. La Società Cooperativa Sociale Mai Più soli ha, inoltre, ottenuto la Certificazione di Qualità UNI EN ISO 9001:2008 dei servizi socio assistenziali erogati.
Nei casi di emergenza sanitaria il servizio di telesoccorso si è rilevato indispensabile anche quando nell'abitazione erano presenti altri familiari, poichè il più delle volte presi dall'agitazione e molto spesso dal panico, non riescono a fornire tutte le indicazioni utili ad un rapido ed efficiente soccorso creando confusione anche nel comunicare la località di intervento. Attivando la richiesta di soccorso attraverso la centrale operativa di telesoccorso si riescono a fornire agli operatori sanitari tutte le informazioni necessarie per l'attribuzione del giusto codice di emergenza, le patologie di cui l'anziano è portatore e le terapie farmacologiche seguite, prima ancora dell'arrivo presso l'abitazione dell'utente. Inoltre, il continuo e costante collegamento tra la centrale Operativa di Telesoccorso e la Centrale del 118 si è rilevata utile anche per l'individuazione immediata dell'abitazione. Infatti, la trasmissione di tutte le informazioni descrittive della zona, della casa, dei punti di riferimento principali consente agli operatori del soccorso una notevole riduzione dei tempi di intervento, poiché molto spesso le abitazioni sono collocate in zone rurali e di difficile individuazione. Inoltre, in caso di decisione degli operatori del soccorso di procedere al ricovero le informazioni relative all'anagrafica, età, sesso, residenza, patologie, eventuali allergie, sono trasmesse al Pronto Soccorso.
Il numero totale di utenti che risultano attualmente collegati alla Centrale Operativa e che usufruiscono del servizio di telesoccorso è di 130 anziani.
Si tratta di 33 uomini e 97 donne. Di questi, 7 hanno meno di 65 anni; 6 fra 65 e 69 anni; 9 tra 70 e 74 anni; 18 tra 75 e 79 anni; 82 tra 80 e 90 anni, 7 oltre i 90 anni.
Gli anziani assistiti 90 vivono da soli, 20 con il coniuge, 13 con i figli, 2 con la badante, 5 con altri.
Le patologie di cui sono affetti sono le seguenti: 61 di cardiopatia, 1 di broncopatia, 1 di cecità, 2 di demenza senile, 1 di depressione, 10 di diabete, 1 di epilessia, 22 di ipertenzione, 1 di Morbo di Alzaimer, 1 morbo di parkinson, 1 neoplasia, 21 con problemi di deambulazione, 2 di sordità, 1 di ulcera."
La fratellanza, impariamola da piccoli
Cava [ 21 12 2010 ]
Il Piano di Zona Ambito S3 informa il prossimo 22 dicembre, alle ore 18.00, presso il Centro Servizi per la Famiglia ed i Minori (ex Circoscrizione di Pregiato), per riscoprire il senso vero del Natale, il Servizio di Educativa Territoriale del Centro Servizi Famiglia e Minori Cava de'Tirreni-Vietri sul Mare organizza, in occasione delle prossime festività natalizie, il momento di saluto La fratellanza, impariamola da piccoli, in collaborazione con i lupetti del Gruppo Scout Cava de' Tirreni CNGEI (Sezione Battipaglia). I bambini e ragazzi che partecipano alle attività dell'Educativa Territoriale ed al percorso di post-adozione con i lupetti del Gruppo Scout Cava de' Tirreni CNGEI e i rispettivi genitori, giocheranno e costruiranno insieme un giocattolo del tempo passato e lo scambieranno tra loro in segno di amicizia e fratellanza. L'iniziativa, realizzata in collaborazione con il Gruppo Scout C.N.G.E.I. che, attraverso i suoi componenti, ha già partecipa ai percorsi educativi e ludico ricreativi del Servizio quali l'accompagnamento allo Studio e le attività sportive e di giochi tenutesi la scorsa estate nella palestra della Scuola Media Statale "Carducci-Trezza di S. Lorenzo col progetto "Giochi dell' Amicizia". Durante la festa i ragazzi saranno aiutati e stimolati a creare, con materiali poveri, semplici giocattoli che si utilizzavano tanto tempo fa. Si attiveranno anche percorsi ludici quali giochi di gruppo e giochi di conoscenza. Il Gruppo Scout Cava de' Tirreni CNGEI (sezione di Battipaglia) ha sede presso l'ex-Onpi in corso Mazzini. Per informazione ed iscrizioni rivolgersi il venerdi dalle 18.00 alle 20.00, oppure contattare Andrea Bisogno 3281199557. Con preghiera della massima diffusione, si inviano cordiali saluti.
Alla Sala teatro comunale "Festa di S. Nicola"
Cava [ 02 12 2010 ]

Domani, presso la sede dell'Ufficio di Piano del Piano di Zona Ambito S3, prende il via L'Associazione di promozione sociale "L'Aquila ONLUS" di Cava de' Tirreni invita tutti i bambini domenica 5 dicembre, alle ore 18.00, presso la Sala Teatro Comunale in Corso Umberto I, per la terza edizione della "Festa di San Nicola", per vivere con gioia ed allegria le festività natalizie secondo le tradizioni dei Paesi dell'Europa dell'Est. La manifestazione è organizzata in collaborazione con il Servizio Orientamento Immigrati del Piano di Zona Ambito S3.
Nel corso della festa sarà narrata ai bambini ed ai genitori la storia di S. Nicola, che originariamente era un santo cattolico. Durante la Riforma Protestante i santi vennero aboliti, tuttavia le autorità protestanti non riuscirono ad eliminare l'immagine di San Nicolò, data la grande popolarità di cui godeva, quindi tolsero dall'icona il cappello da vescovo e lo chiamarono Babbo Natale. In questo modo la tradizione si sparse in Nord Europa e nei Paesi protestanti e da lì negli Stati Uniti.
L'Associazione, presieduta dalla signora Nataliya Volovych, di origine ucraina, si è costituita nell'aprile 2008 e riunisce cittadini stranieri ed italiani che, secondo il proprio statuto, intendono promuovere la conoscenza e preservare la cultura, le tradizioni e le usanze della popolazione straniera residente in Italia e promuovere la convivenza tra cittadini italiani e stranieri. La "Festa di San Nicola" si inserisce proprio in questo filone di iniziative e prevederà musica e giochi tipici della tradizione dei Paesi dell'Est europeo e l'arrivo del Santo, che porterà tante sorprese per i più piccini.
Corsi lingua italiana per adulti stranieri
Cava [ 10 11 2010 ]
Il Piano di Zona Ambito S3 comunica che ha avuto inizio ad Amalfi il Corso per l'apprendimento della lingua italiana per cittadini stranieri di livello elementare (A2) ed intermedio (B1). Il corso si svolge il giovedì pomeriggio presso l'Istituto comprensivo del comune costiero.
Per quanto concerne il comune di Cava de'Tirreni il corso avrà inizio giovedì 11 novembre prossimo, alle ore 16.00, presso la sede dell'Ufficio di Piano.
La partecipazione al corso è in forma gratuita ed è organizzato in collaborazione con il Centro Territoriale Permanente (C.T.P.) per l'Educazione degli Adulti istituito presso la scuola media Antonio Genovesi di Nocera Inferiore, e coordinato dal dirigente scolastico prof.ssa Anna Califano.
I C.T.P, infatti, istituiti nel 1997 dal Ministero Pubblica Istruzione, si occupano dell'istruzione e la formazione in età adulta anche nella prospettiva di migliorare le possibilità occupazionali.
Questa iniziativa rientra nel più ampio ed articolato novero di attività del Servizio Orientamento Immigrati del Piano di Zona Ambito S3 per incentivare le politiche inclusione sociale dei cittadini stranieri.
Con preghiera della massima diffusione, si inviano cordiali saluti.
Piccoli suggerimenti per l'accoglienza degli allievi stranieri
Cava [ 08 11 2010 ]
Questa mattina, nell'Aula Consiliare del Palazzo di Città del Comune di Cava de'Tirreni, il Piano di Zona Ambito S3 ha presentato l'opuscolo "Piccoli suggerimenti per l'accoglienza degli allievi stranieri".
All'incontro con la stampa hanno partecipato gli assessori alle Politiche Sociali del Comune metelliano Vincenzo Lamberti e della Pubblica Istruzione Vincenzo Passa, il responsabile dell'Area Immigrati del Piano di Zona Massimo La Torre ed il mediatore culturale del Servizio Orientamento Immigrati Loredana Diletto, oltre a numerosi docenti e dirigenti scolastici del territorio.
L'iniziativa è frutto del lavoro del tavolo di inclusione scolastica dei minori di origine straniera promosso dal Piano di Zona con le scuole primarie e secondarie, ed in collaborazione con la Consulta dei popoli di Cava de'Tirreni e l'Associazione Aquila onlus.
"Questa iniziativa costituisce uno strumento operativo fondamentale- ha sottolineato l'assessore Vincenzo Lamberti- che intende favorire la cultura dell'accoglienza e dell'integrazione degli alunni stranieri nei nostri territori".
"L'integrazione dei ragazzi provenienti da altri paesi- ha evidenziato l'assessore Vincenzo Passa- è sempre difficile e spesso le istituzioni scolastiche incontrano molte difficoltà ad affrontarle".
Per il dirigente scolastico del 3° Circolo Didattico Mario Di Maio "la strategia fondamentale per le istituzioni scolastiche è quella di essere comunità educanti per la formazione dei giovani ed in questo il Piano di Zona fornisce gli strumenti operativi necessari.
All'incontro con la stampa hanno anche partecipato l'insegnante Marilena Massa, in rappresentanza del dirigente scolastico del 2° Circolo Didattico Alessandro Ferraiuolo ed il dirigente scolastico della scuola media Balzico, Giovanni Di Luca.
Con preghiera della massima diffusione, si inviano cordiali saluti.
Diploma di Licenza Media per italiani e stranieri
Cava [ 26 10 2010 ]
Il Piano di Zona Ambito S3 comunica che ha avuto inizio, presso la sede dell'Ufficio di Piano, il Corso gratuito per il conseguimento del Diploma di Licenza Media rivolto a persone di età superiore ai 16 anni, italiani e stranieri, della durata di 150 ore.
Il corso, per il momento a frequenza settimanale, è organizzato in collaborazione con il Centro Territoriale Permanente (C.T.P.) per l'Educazione degli Adulti istituito presso la scuola media Antonio Genovesi di Nocera Inferiore, e coordinato dal dirigente scolastico prof.ssa Anna Califano.
I C.T.P, infatti, istituiti nel 1997 dal Ministero Pubblica Istruzione, si occupano dell'istruzione e la formazione in età adulta anche nella prospettiva di migliorare le possibilità occupazionali.
In tal senso, il corso per il conseguimento del Diploma di Licenza Media mira a creare opportunità di istruzione permanente anche per fasce di nuovi utenti, in passato escluse dai percorsi di formazione (casalinghe, anziani, stranieri, ecc.).
In pratica, il corso si rivolge a chi, italiano o straniero, ha bisogno di un titolo di studio talvolta indispensabile per l'accesso a bandi pubblici, oppure per usufruire di ulteriori corsi professionali. Infine, intende rimotivare i partecipanti all'acquisizione ed al consolidamento di conoscenze e competenze specifiche.
Le materie insegnate sono: italiano, matematica e scienze, tecnologia, storia, geografia, inglese.
Per ogni corsista viene stipulato un patto formativo individualizzato per riconoscere i crediti e stabilire gli obblighi del corsista. All'interno dei programmi si valorizzano il percorso pregresso, le competenze acquisite, le esperienze personali maturate, gli interessi, le attitudini.
Con preghiera della massima diffusione, si inviano cordiali saluti.
Parte il percorso di post-adozione
Cava [ 13 10 2010 ]
Sono 12 le coppie, per complessivi 16 bambini adottati tra italiani e stranieri, che a partire da domani, parteciperanno al Percorso di post-adozione rivolto alle famiglie del territorio che hanno adottato un bambino.
Gli incontri, curati dagli operatori dell'Equipe Adozione del Piano di Zona Ambito S3 che hanno seguito le procedure di adozione dei bambini. si terranno presso le sedi del Centro Servizi per la Famiglia e per i Minori di Cava-Vietri sul Mare (nella ex circoscrizione di Pregiato a Cava de'Tirreni) e della Costiera amalfitana (presso l'Istituto comprensivo ad Amalfi).
Nell'arco di un incontro mensile, per complessivi dieci appuntamenti di gruppo, le coppie saranno accompagnate e sostenute allo scopo di favorire l'elaborazione in gruppo di soluzioni ai problemi condivisi, cercando di prevenire il rischio di fallimento adottivo e facilitando l'inserimento del bambino nella famiglia adottiva.
Le coppie di genitori sono chiamate a maturare la creazione del legame di attaccamento oltre che del sentimento di appartenenza reciproca, aumentando le capacita' relazionali. I genitori adottivi, infatti, si cimentano con l'approccio alle diverse culture dei paesi d'origine dei figli adottivi.
Contestualmente al lavoro di gruppo svolto con i genitori da parte degli assistenti sociali e dei pedagogisti, i bambini saranno accolti nel laboratorio dall'animatore sociale coadiuvato da alcuni operatori volontari. I bambini prenderanno parte ad un percorso di animazione con laboratorio creativo e l'utilizzo della narrazione della fiaba quale strumento per accompagnarli in questa particolare fase evolutiva.
Con preghiera della massima diffusione, si inviano cordiali saluti.
Laboratorio di lingua italiana per bambini stranieri
Cava [ 05 10 2010 ]
Prende il via oggi, presso la sede dell'Ufficio di Piano, a cura del Servizio Orientamento Immigrati del Piano di Zona Ambito S3, la seconda edizione del Laboratorio di lingua italiana per bambini stranieri, espressione dalla volontà di rispondere alla necessità di inserimento di bambini di origine straniera nella scuola.
La difficoltà che immediatamente fa sentire tutto il suo peso e tutta la sua rilevanza è quella della differenza linguistica. La lingua, infatti, è uno dei mezzi fondamentali che consente di entrare in relazione con l'altro e la diversità dei codici mette seriamente in discussione il successo di questa relazione.
Dai tavoli di lavoro sull'inclusione scolastica, coordinati dal Piano Sociale di Zona Ambito S3, è emersa più volte la necessità di avere un supporto nel processo di apprendimento della lingua italiana.
Il laboratorio, rivolto ai minori stranieri in età di scuola dell'obbligo, si svolge in collaborazione con l'Associazione l'Aquila onlus.
Tra le finalità vi è quella di promuovere l'integrazione dei minori stranieri nel tessuto della società locale, di incrementare le opportunità di relazione tra la comunità locale e la popolazione straniera e di migliorare l'esigibilità da parte del minore del suo diritto all'istruzione.
Il corso intende migliorare la competenza linguistica del bambino e dell'adolescente di origine straniera, ma anche sostenere le scuole nel percorso di accoglienza e di inserimento degli alunni stranieri, favorendo lo sviluppo delle capacità relazionali del minore.
Il laboratorio ha come finalità essenziale l'acquisizione della lingua italiana, ma si configura anche come momento di incontro e socializzazione per bambini e adolescenti in alcuni casi arrivati da poco nei nostri luoghi. Le attività prevedono: lettura e comprensione di filastrocche e fiabe in lingua italiana con relativa costruzione di storyboard; visione e comprensione di cartoni animati e film in lingua italiana con gruppi di discussione; giochi di socializzazione; lezioni di grammatica italiana di base; accompagnamento allo studio.
Con preghiera della massima diffusione, si inviano cordiali saluti.
Un libro per amico
Cava [ 07 09 2010 ]
Il 10 ed 11 settembre si svolgerà l'iniziativa Un libro per amico, incontri di lettura animata per bambini e ragazzi organizzata dall'Associazione di donne La Rosa di Gerico in collaborazione con il Piano di Zona Ambito S3. Destinatari dell'iniziativa bambini e ragazzi provenienti dalle attività di Educativa Territoriale del Centro Servizi per la Famiglia ed i Minori del Piano di Zona. La lettura sarà curata da un narratore e sarà corredata dall'attività dei ragazzi del laboratorio teatrale di "Assurdi & basta", in collaborazione con la Bibilioteca comunale del Comune di Cava de'Tirreni. Le animazioni prevedono la lettura espressiva di libri con l'utilizzo di diverse tecniche, vale a dire suoni, immagini, laboratorio teatrale, disegno, pittura, scrittura e giochi. I due incontri si svolgeranno dalle ore 9.00 alle ore 12.00 di venerdi 10 settembre, presso la sede del Centro Servizi Famiglia nell'ex Circoscrizione di Pregiato, e sabato 11 settembre presso la Biblioteca comunale in viale Marconi. Alle letture partecipano bambini e ragazzi seguiti dagli operatori del Centro Famiglia del Piano di Zona, in continuità con il fitto programma di attività già realizzate nel periodo estivo. Il tutto mediante la rete di collaborazioni intessuta dagli operatori con numerose realtà sociali, culturali e sportive del territorio e che hanno consentito ai minori, alla conclusione dell'anno scolastico, di fruire di spazi dove trascorrere insieme ai coetanei di attività ludiche, di animazione e sportive. Con preghiera della massima diffusione, si inviano cordiali saluti.
Un libro per amico
Cava [ 06 09 2010 ]
Il Piano di Zona Ambito S3, in collaborazione con l'Associazione di donne La Rosa di Gerico, informa che il prossimo 10 ed 11 settembre si svolgerà l'iniziativa Un libro per amico, incontri di lettura animata per bambini e ragazzi. Destinatari dell'iniziativa bambini e ragazzi provenienti dalle attività di Educativa Territoriale del Centro Servizi per la Famiglia ed i Minori del Piano di Zona. La lettura sarà curata da un narratore e sarà corredata dall'attività dei ragazzi del laboratorio teatrale di "Assurdi & basta", in collaborazione con la Bibilioteca comunale del Comune di Cava de'Tirreni. Le animazioni prevedono la lettura espressiva di libri con l'utilizzo di diverse tecniche, vale a dire suoni, immagini, laboratorio teatrale, disegno, pittura, scrittura e giochi. I due incontri si svolgeranno dalle ore 9.00 alle ore 12.00 di venerdi 10 settembre, presso la sede del Centro Servizi Famiglia nell'ex Circoscrizione di Pregiato, e sabato 11 settembre presso la Biblioteca comunale in viale Marconi. Alle letture partecipano bambini e ragazzi seguiti dagli operatori del Centro Famiglia del Piano di Zona, in continuità con il fitto programma di attività già realizzate nel periodo estivo. Il tutto mediante la rete di collaborazioni intessuta dagli operatori con numerose realtà sociali, culturali e sportive del territorio e che hanno consentito ai minori, alla conclusione dell'anno scolastico, di fruire di spazi dove trascorrere insieme ai coetanei di attività ludiche, di animazione e sportive.
Estate sicura anziani 2010
Cava [ 10 08 2010 ]
Il Piano di Zona Ambito S3, attraverso una campagna di comunicazione con manifesti e locandine, affissi in questi giorni nel territorio dei comuni dell'Ambito, informa gli anziani sui comportamenti da tenere per vincere il caldo. Le ondate di caldo possono danneggiare la salute delle persone anziani che devono: Bere molta acqua (almeno 2 litri al giorno) a temperatura non eccessivamente bassa. La temperatura ideale di una bibita è intorno ai 10 gradi. In particolare, gli anziani devono prestare particolare attenzione in quanto lo stimolo della sete spesso diminuisce con l´età avanzata. Evitare di bere alcolici, caffè, bevande gassate o zuccherate L'assunzione di bevande alcoliche deprime i centri nervosi e stimola la diuresi, condizioni entrambe sfavorevoli alla dispersione di calore. Mangiare molta frutta e verdure fare pasti leggeri, preferendo pasta e carboidrati a carne e formaggi fermentati. Evitare di consumare cibi troppo caldi. Evitare di uscire tra le 11 e le 17. Queste sono le ore più calde ma sono anche quelle con i più elevati livelli di ozono. Vestirsi con abiti leggeri, di colore chiaro, non aderenti, di cotone, lino o comunque fibre naturali.
Assegnazione di contributi economici “una tantum” a famiglie numerose
Cava [ 02 03 2010 ]
L'ufficio del Piano Sociale Di Zona Ambito S3,Comune Capofila di Cava de' Tirreni ed i Comuni di Amalfi, Atrani, Cetara, Conca Dei Marini, Furore, Maiori, Minori, Positano, Praiano, Ravello, Scala, Tramonti, Vietri Sul Mare, rende noto che sono aperti i termini per la presentazione delle domande per l'assegnazione di contributi economici ai nuclei familiari con almeno 4 figli, compresi quelli in regime di affido familiare, pre-adottivo e a rischio giuridico, di eta' inferiore ai 25 anni, dando priorita' ai nuclei in cui sono presenti figli minorenni.
Beneficiari:

Nuclei familiari che dal 1° gennaio 2009 alla pubblicazione del bando hanno sostenuto delle spese per una o pi? attivita'/servizi tra quelle di seguito indicate: Trasporto scolastico e altri trasporti pubblici; Asili nidi e/o altri servizi integrativi per la famiglia; Prestazioni scolastiche (libri scolastici, mensa, ecc); Servizi e attivita' formative extrascolastiche(campi scuola, vacanze studio, ecc.); Accesso a musei, teatri e altre attivita' culturali che si sviluppano nel territorio; Iscrizione ad associazioni educativo-culturali e/o sportive; Spese per visite mediche specialistiche.
Requisiti di accesso:

Possesso dei seguenti requisiti, pena la non ammissione: Nucleo familiare composto da almeno 4 figli; Residenza nei comuni d'Ambito e da almeno 3 anni nel territorio della Regione Campania; Dichiarazione ISEE del nucleo familiare del richiedente non superiore a ˆ 29.000,00 e in corso di validita'. Sono considerati parte del nucleo familiare anche i figli maggiorenni, sino a 25 anni, se a carico IRPEF e i minori in affido familiare.
Modalita' di presentazione della domanda:

Il bando completo ed il modulo di richiesta contributo possono essere ritirati presso: Uffici Servizi Sociali del comune di residenza Segretariati Sociali dei comuni dell'Ambito S3 scaricabile dal sito internet www.comune.cava-de-tirreni.sa.it Gli interessati devono presentare istanza presso gli Uffici Protocollo dei Comuni dell'Ambito S3, entro le ore 12 del 20 marzo 2010, sul plico si dovra' riportare la seguente dicitura: ”Contributi economici a famiglie numerose”. Per ulteriori informazioni e' possibile rivolgersi ai seguenti recapiti: tel.089/682450 089/443565, e-mail: pianos3@libero.it
Grande successo per la Festa di S. Nicola
Cava [ 10 11 2009 ]

Ha riscosso un grande successo ed una ampia partecipazione di bambini e genitori la Festa di S. Nicola, organizzata nella serata di domenica scorsa presso la Sala Teatro comunale, dall'Associazione di promozione sociale L'Aquila ONLUS di Cava de' Tirreni che riunisce persone straniere ed italiane.
La sala si è rapidamente affollata di bambini accompagnati da mamme, papà e nonni, attratti dai giochi e dai personaggi in costume e da tanti palloncini colorati.
I piccoli hanno partecipato con gioia e allegria ai giochi organizzati dai componenti l'associazione, secondo le tradizioni dei paesi dell'Europa dell'Est. La manifestazione è stata organizzata in collaborazione con il Servizio Orientamento Immigrati del Piano di Zona Ambito S3.
Nel corso della festa sono state narrate ai piccoli ed ai loro genitori la storia di S. Nicola che, originariamente era un santo cattolico. Durante la Riformazione Protestante i santi vennero aboliti, tuttavia le autorità protestanti non riuscirono ad eliminare l'immagine di San Nicolò data la grande popolarità di cui godeva; quindi tolsero dall'icona il capello da vescovo e lo chiamarono Babbo Natale. In questo modo la tradizione si sparse in Nord Europa e nei Paesi protestanti e da lì negli Stati Uniti.
Alla manifestazione ha preso parte l'assessore del Comune di Cava de'Tirreni, ente capofila del Piano di Zona Ambito S3, con delega alle Politiche Sociali, Antonio Pisapia.
L'assessore Pisapia ha espresso il suo plauso all'iniziativa, ponendo in risalto come questo tipo di manifestazioni possano rappresentare l'occasione di una piena e significativa integrazione tra persone di popoli diversi, proprio partendo dai bambini.
L'Associazione, presieduta dalla signora Nataliya Volovych, di origine ucraina, si è costituita nell'aprile 2008 e riunisce cittadini stranieri e italiani che, secondo il proprio statuto, intendono promuovere la conoscenza e preservare la cultura, le tradizioni e le usanze della popolazione straniera residente in Italia e promuovere la convivenza tra cittadini italiani e stranieri.
La Festa di San Nicola si è conclusa con la degustazione di leccornie tipiche della tradizione dei paesi dell'Est europeo, e l'arrivo del Santo che ha portato tante sorprese per i piu' piccini.
Piano di zona avvia il progetto
"Imparare a comunicare... con gli altri"
Cava [ 06 11 2009 ]
A partire dal prossimo 9 novembre, il Progetto Pologiovani del Centro Servizi per la Famiglia ed i Minori del Piano di Zona S3, a supporto delle iniziative già in corso, avvierà il progetto "Imparare a comunicare... con gli altri", ideato e curato dalla professoressa Marina Melchionda.
E' un progetto già sperimentato con ragazzi appartenenti a gruppi classe di una Scuola Media Inferiore del territorio con risultati piu' che positivi.
Il progetto riguarderà i ragazzi seguiti dal Centro Servizi Famiglia-Pologiovani e potrà essere esteso anche agli adolescenti che frequentano gli Istituti Superiori del territorio che partecipano al percorso di accompagnamento allo studio curato dal Pologiovani.
Gli obiettivi del progetto sono di promuovere il benessere psicoemotivo dei ragazzi, avere un'immagine positiva e realistica di sé per facilitare corretti e gratificanti rapporti con gli altri, aiutare gli operatori ad affrontare l'apatia, l'aggressività, l'instabilità, l'iperemotività dei ragazzi al fine di interagire con loro in un sereno rapporto di conoscenza e comprensione.
La metodologia adoperata sarà quella dei giochi di gruppo per sviluppare l'autocoscienza e la comunicazione, la percezione e la creatività, il movimento e l'espressione corporea.
L'incontro si terrà il lunedì pomeriggio presso il Centro Polifunzionale Pologiovani ubicato all'interno della III Circoscrizione di Pregiato a Cava de'Tirreni ed è rivolto a ragazzi di un'età compresa fra gli 11 e i 15 anni.
Il Pologiovani, interagendo con la scuola, intende favorire la nascita di una continuità educativa tra spazio scolastico ed extrascolastico pomeridiano, agevolando la costruzione di reti sociali a supporto delle famiglie e della scuola durante il percorso di crescita dei ragazzi.
Le iniziative educative e ricreative promosse hanno avuto sempre l'intento di favorire la nascita di momenti ed occasioni in cui i ragazzi si sentano liberi di esprimere se stessi, attraverso l'aiuto e l'appoggio di adulti significativi.
Calendario e sedi per assistenza regolarizzazione stranieri
Cava [ 15 09 2009 ]
Il Piano di Zona Ambito S3 comunica il calendario e le sedi individuate per l'assistenza che sarà fornita rispetto alle Procedure di emersione del lavoro irregolare di extracomunitari addetti all'attività di assistenza alla persona o al lavoro domestico.
In tal senso, lo scorso 31 agosto l'ANCI ha sottoscritto con il Ministero dell'Interno un apposito protocollo che prevede per i comuni la possibilità di offrire l'attività di informazione e assistenza per le dichiarazioni di emersione che potranno essere effettuate fino al 30 settembre.
Il Distretto Sociale S3, pertanto, ha ritenuto opportuno richiedere al Ministero dell'Interno l'accreditamento individuando, quale operatore, il proprio mediatore culturale del Servizio Orientamento Immigrati, cui potranno rivolgersi tutti coloro che sono interessati.
Il nostro Piano di Zona -afferma il sindaco Luigi Gravagnuolo, presidente del Coordinamento istituzionale dell'Ambito S3- ha attivato questo servizio di informazione ed assistenza nella consapevolezza che il ruolo svolto dai collaboratori familiari e dalle badanti è di primaria importanza per le famiglie cavesi e della Costiera amalfitana in un settore, quale è quello della cura e dell'assistenza alla persona, spesso anziani non autosufficienti, nel quale l'intervento dello Stato è carente. Il ruolo svolto dalle cosiddette "badanti" è ormai irrinunciabile, sono parte integrante della famiglia in cui prestano la propria attività e rientrano a tutti gli effetti nella rete di politica familiare che una comunità civile deve garantire e tutelare.
Di seguito viene riportato il calendario dei giorni e le sedi presso le quali i cittadini potranno chiedere l'inoltro telematico delle dichiarazioni di emersione:


clicca sulla tabella per ingrandirla
Prosegue il laboratorio "Una lingua per tanti"
Cava [ 30 07 2009 ]
Prosegue, all'insegna della grande partecipazione, l'attività del laboratorio "Una lingua per tanti", giunto alla seconda edizione, rivolto ai minori stranieri in età della scuola dell'obbligo. L'iniziativa è frutto di una sinergia tra il Servizio Orientamento Immigrati, il Segretariato Sociale Cava-Vietri e il Servizio di Educativa territoriale Pologiovani del Centro Servizi per la Famiglia e i Minori Cava de' Tirreni - Vietri sul Mare.
Variegata la provenienza dei partecipanti che provengono da paesi quali l'Ucraina, il Venezuela, la Russia, la Bulgaria, il Brasile ed il Marocco.
Numerosi i bambini che prendono parte alle attività curate dal Servizio Orientamento Immigrati, e dal Servizio di educativa territoriale Pologiovani del Centro Servizi per la Famiglia e i Minori Cava de' Tirreni - Vietri sul Mare, e che vede la partecipazione dei volontari del Servizio Civile del progetto denominato La rosa del deserto.
Tra le finalità del progetto quella di sostenere l'integrazione dei minori stranieri nel tessuto della società locale; favorire l'incremento delle opportunità di relazione tra la comunità locale e la popolazione straniera; incoraggiare il miglioramento della competenza linguistica del bambino e dell'adolescente di origine straniera; assicurare il sostegno delle scuole nel percorso di accoglienza e di inserimento degli alunni stranieri.
I partecipanti svolgono attività di gruppo e lezioni individuali, ma anche attività ludiche ed espressive, oltre a sperimentazione e manipolazione.
Gli incontri che si tengono tutti i martedì, mercoledì e giovedì dalle ore 9.00 alle ore 12.00 a Cava de' Tirreni presso la sede dell'Ufficio di Piano in via Atenolfi, 40 termineranno il prossimo 27 agosto.







In scena: "Nu bambeniello e tre S. Giuseppe"
Cava [ 01 07 2009 ]
Il Piano di Zona Ambito S3 informa che giovedi 2 luglio, alle ore 20.00, presso il Club Orizzonte in via Ferrigno alla frazione Passiano a Cava de'Tirreni, andra' in scena la commedia "Nu bambeniello e tre S. Giuseppe".
Si tratta della replica di un allestimento gia' andato in scena a gennaio scorso, a conclusione del lavoro di un piu' ampio laboratorio teatrale denominato "Le stagioni del vivere", svolto da gia' due anni in integrazione con l'Istituto Riabilitativo "Villa Alba".
Questa iniziativa si basa su di un lavoro di rete gia' sperimentato negli anni precedenti con svariate manifestazioni e iniziative di forte valenza sociale.
Gli utenti del Pologiovani e gli ospiti dell' Istituto Riabilitativo "Villa Alba" sono riusciti ad integrarsi positivamente sia a livello dinamico-relazionale, sia a livello sociale, culturale ed emotivo.
E' un'occasione concreta per confrontarsi col vissuto degli altri, imparando ad ascoltare le esigenze, a rispettare i tempi di tutti, a commisurarsi anche quando sono portatori di differenze.
All' interno del laboratorio i ragazzi seguiti si stanno sperimentando in un lavoro collettivo portato avanti sia con i diversamente abili che con persone della terza eta' che ha gia' dato risultati piu' che positivi sia sul piano creativo ed espressivo che su quello emotivo-relazionale.
Il programma è stato strutturato a tappe attraverso tecniche ed elaborazioni personali e fornisce agli utenti una serie di strumenti che fanno acquisire loro discrete capacita' interpretative e una giusta padronanza dello spazio scenico. Partecipano all' iniziativa anche alcuni genitori.

Scarica la locandina dell'evento

Consegna attestati del Corso
di Lingua italiana per stranieri
Cava [ 03 06 2009 ]
Il Piano di Zona Ambito S3 comunica che, presso la sede dell'Ufficio di Piano, si è svolta la consegna degli attestati del Corso di Lingua italiana per stranieri, con certificazione delle competenze, rilasciato dal Ministero della Pubblica Istruzione, attraverso il Centro Territoriale Permanente (CTP) per l'istruzione degli adulti. Il corso, curato dal Servizio Orientamento Immigrati, ha visto la partecipazione di numerosi cittadini migranti comunitari ed extracomunitari che hanno avuto modo di approfondire la lingua e la cultura italiana.









Percorso di post-adozione
Cava [ 19 05 2009 ]
Avra' inizio giovedi 21 maggio, a cura dell'Equipe Adozione del Piano di Zona Ambito S3, presso la sede del Centro Servizi per la Famiglia e per i Minori di Pregiato a Cava de'Tirreni, il percorso di post-adozione rivolto alle famiglie del territorio che hanno adottato un bambino. Nel corso di dieci incontri di gruppo, a cadenza mensile, le coppie saranno accompagnate e sostenute allo scopo di:
  • favorire l'elaborazione in gruppo di soluzioni ai problemi condivisi;
  • prevenire il rischio di fallimento adottivo;
  • facilitare l'inserimento del bambino nella famiglia adottiva facilitando la creazione del legame di attaccamento, il sentimento di appartenenza reciproca, aumentando le capacita' relazionali;
  • creare un contesto in cui condividere l'approccio alle diverse culture dei paesi d'origine dei figli adottivi.
    Uno apposito spazio di animazione è riservato ai bambini adottati con un laboratorio pittorico e manuale, e di drammatizzazione rivolto a bambini e ragazzi di un' eta' compresa tra i 5 e i 9 anni.

    Consulta la brochure informativa

  • Sportello genitori del Centro Servizi Famiglia
    all'Istituto Professionale "G. Filangieri"
    Cava [ 10 04 2009 ]
    A partire da mercoledi 15 aprile, presso l'istituto Professionale di Stato per i Servizi Commerciali e Turistici "Gaetano Filangieri" di Cava de'Tirreni sara' attivato lo "Sportello genitori" rivolto a padri e madri degli alunni dell'istituto, curato dagli operatori del Centro per la Famiglia ed i Minori Cava-Vietri del Piano di Zona Ambito S3.
    La collaborazione con la scuola nasce dalla firma di un protocollo d'intesa, sottoscritto tra il Piano di Zona e l'istituto scolastico, che ha visto gia' negli ultimi anni la proficua assistenza degli studenti da parte del Centro Servizi Famiglia.
    Lo Sportello genitori, infatti, offrira' uno spazio di ascolto e di confronto nel quale esprimere le problematiche relative al proprio ruolo genitoriale. Questo intervento è rivolto ai genitori che vogliono saperne di piu' sulle fasi di crescita dei propri figli, in un momento di cambiamento che crea confusione e disorientamento.
    Questo spazio favorira' i rapporti tra famiglia, alunni e scuola, creando occasioni di incontro e di partecipazione.
    "Attivare uno Sportello Genitori nell'ambiente scolastico -spiega il preside dell'Istituto Professionale, Gianfranco Casaburi- ha il senso di un ponte ideale tra due momenti educativi, la famiglia e la scuola, che spesso non si parlano o non si capiscono abbastanza, pur avendo entrambi lo stesso protagonista, il ragazzo, e lo stesso scopo, la sua educazione. Offrire un aiuto ai genitori nella gestione della loro funzione educativa -prosegue il dirigente scolastico- è utile alle famiglie per mettere in campo tutte le loro risorse in favore dei figli ed alla scuola, per essere vicina ai ragazzi non solo visti dall'esterno, ma anche compresi attraverso il vissuto dei loro problemi".
    Lo Sportello genitori sara' attivo dalle ore 17.00 alle ore 19.00 nei giorni 15, 22, 27, 29 aprile e 4, 7, 13, 18, 20, 27 maggio.
    Telefonando al numero dedicato 3929572398 è possibile fissare un appuntamento.
    Il Piano di Zona a EuroP.A
    Cava [ 24 03 2009 ]
    Il Piano di Zona Ambito S3 comunica che la campagna di comunicazione rivolta alle persone anziane, allo scopo di diffondere un'adeguata sensibilizzazione dalle ondate di caldo estivo, realizzata nell'anno 2007, e' stata selezionata nell'ambito del Premio "Comunicazione Sociale" di EuroP.A. - I progetti piu' innovativi di comunicazione sociale integrata su tematiche di rilievo sociale nel territorio nazionale.
    L'iniziativa in questione si svolge sotto l'Alto Patronato della Presidenza della Repubblica e con il Patrocinio di Ministeri e Dipartimenti della Presidenza del Consiglio dei Ministri, della Conferenza dei Presidenti delle Regioni e Province Autonome.
    I progetti ammessi alla prima fase, di quello che e' considerato l'unico appuntamento nazionale interamente dedicato al mondo delle Autonomie Locali, sono 43, di cui solo 4 presentati da enti del meridione (insieme con il nostro Piano di Zona vi sono citta' come Caserta e Lecce), mentre il resto appartenenti alle realta' piu' importanti ed avanzate in tema di comunicazione sociale, quali le principali citta' dell'Emilia Romagna (Bologna, Cremona, Parma, ecc) e del nord Italia in genere.
    Cliccando qui e' possibile visualizzare i progetti ammessi in gara.
    Successivamente la giuria fornira' la graduatoria finale. I primi 20 progetti classificati saranno convocati dalla Segreteria Organizzativa e riceveranno una targa durante la cerimonia di premiazione che si svolgera' il prossimo 3 aprile a Rimini. Tra i finalisti saranno poi premiati i tre vincitori del premio che verra' consegnato nell'ambito di EuroP.A. durante il convegno: il ruolo della comunicazione sociale in una economia che cambia.
    "Vorrei sottolineare il valore di questi riconoscimenti -evidenzia il sindaco Luigi Gravagnuolo- perche', spesso, si immagina che la comunicazione sia qualcosa che ha a che fare con la propaganda, se non con la persuasione occulta o con la manipolazione, oppure con l'inganno. Al contrario la comunicazione e' parte essenziale dei servizi che si svolgono e far conoscere e far partecipare gli utenti alla messa in campo dei servizi e' proprio una componente essenziale dei procedimenti della qualita' totale. Per questo sono entusiasta che il nostro Piano di Zona dei Servizi Sociali abbia acquisito questa metodologia e che cio' gli venga riconosciuto sul piano nazionale".
    Piano di Zona: rappresentazione fiaba Nonno Gelo
    Cava [ 22 01 2009 ]
    Domenica 25 gennaio alle ore 18.00 presso la Sala Teatro Comunale di Cava de' Tirreni si terra' la rappresentazione della fiaba Nonno Gelo, appartenente alla tradizione culturale dei paesi dell'Est Europa.
    L'iniziativa e' promossa dall'Associazione L'Aquila ONLUS costituita da cittadini stranieri e italiani in collaborazione con il Servizio Orientamento Immigrati del Piano Sociale di Zona Ambito S3.
    L'associazione persegue finalita' di promozione della cultura di origine dei cittadini stranieri residenti e intraprende iniziative volte a favorire la reciproca conoscenza per una convivenza piu' armonica e solidale.
    In questa iniziativa sono significativi sia il momento della preparazione che quello della presentazione alla comunita'. Durante le "prove", infatti, e' stato sperimentato un piccolo laboratorio di convivenza, un'occasione di incontro tra bambini, ma anche adulti, italiani e provenienti da diversi paesi che insieme hanno lavorato alla messa in scena della fiaba.
    Gli incontri di preparazione sono stati momenti gioiosi e vivaci in cui i bambini hanno sfoderato tutte le loro "doti artistiche". L'eta' dei bambini spazia dai cinque ai dodici anni, ma vi sono anche due adulti stranieri. I bambini stranieri sono tutti da diversi anni in Italia e, dunque, hanno una buona padronanza della lingua italiana.
    Preme sottolineare come questo sia stato soprattutto un laboratorio di differenza. Tra tutti i partecipanti, attori e "staff", vi erano differenze di eta', di genere, di provenienza geografica, di lingua, di scuola, di professione, di carattere, ma cio' non ha avuto minimamente influenza sulla buona riuscita delle prove. Il comune intento, la simpatia e la freschezza dei partecipanti hanno consentito che si affrontassero tutte le evenienze.
    La presentazione alla comunita' della fiaba, invece, consentira' innanzitutto di socializzare l'esito di tutto il percorso di interazione e integrazione e di arricchire, anche se attraverso una piccola e semplice fiaba, il patrimonio culturale comune. La rappresentazione della fiaba e' una testimonianza concreta di come il cittadino straniero sia una risorsa e come questa risorsa si amplifichi coniugandosi con quelle gia' presenti. Per l'iniziativa, che ha animato la quotidianita' di tutto il gruppo partecipanti e che animera' il pomeriggio di chi vorra' assistervi, si sono fuse energie, del tutto gratuite, di cittadini stranieri e italiani che gratuitamente hanno provveduto a tutto l'occorrente, dalla cura della recitazione, alla scenografia e ai costumi.
    A conclusione, dunque, di questo lavoro cosi' intenso e partecipato costituirebbe motivo di ulteriore soddisfazione una benevola e simpatica partecipazione della comunita' cui i piccoli e grandi allievi offriranno il meglio di se'.
    Commedia teatrale del progetto Pologiovani
    Cava [ 20 01 2009 ]
    Il Piano di Zona Ambito S3 informa che venerdi 23 gennaio, alle ore 20.00, presso la Sala teatro comunale di Cava de'Tirreni, andra' in scena la commedia "Nu bambeniello e tre S. Giuseppe", lavoro conclusivo di un piu' ampio laboratorio teatrale denominato "Le stagioni del vivere", svolto da gia' due anni in integrazione con l'Istituto Riabilitativo "Villa Alba".
    Questa iniziativa si basa su di un lavoro di rete gia' sperimentato negli anni precedenti con svariate manifestazioni e iniziative di forte valenza sociale.
    A giugno e dicembre 2007 e a gennaio 2008 il laboratorio ha messo in scena la commedia "Saverio fa sul serio". All'iniziativa collabora anche il Centro Sociale della Terza Eta' "E. Abbro".
    Un significativo apporto al percorso aggregativo e' dato anche da una componente dell'associazione culturale "La Rosa di Gerico" che, durante il suo lavoro di insegnante, ha progettato e concretizzato momenti di drammatizzazione come supporto alle attivita' didattiche.
    Il lavoro gia' svolto ha messo in evidenza che fare teatro e' una delle forme di maggiore aggregazione e nello stesso tempo piu' liberatori della personalita'.
    Gli utenti del Pologiovani e gli ospiti dell' Istituto Riabilitativo "Villa Alba" sono riusciti ad integrarsi positivamente sia a livello dinamico-relazionale, sia a livello sociale, culturale ed emotivo.
    E' un' occasione concreta per confrontarsi col vissuto degli altri, imparando ad ascoltare le esigenze, a rispettare i tempi di tutti, a commisurarsi anche quando sono portatori di differenze.
    All' interno del laboratorio i ragazzi seguiti si stanno sperimentando in un lavoro collettivo portato avanti sia con i diversamente abili che con persone della terza eta' che ha gia' dato risultati piu' che positivi sia sul piano creativo ed espressivo che su quello emotivo-relazionale.
    Il programma e' stato strutturato a tappe attraverso tecniche ed elaborazioni personali e fornisce agli utenti una serie di strumenti che fanno acquisire loro discrete capacita' interpretative e una giusta padronanza dello spazio scenico. Partecipano all' iniziativa anche alcuni genitori.
    L'attivita' si e' svolta il martedi' e il venerdi dalle 16.30 alle 18.00 presso il Centro Polifunzionale Pologiovani situato all' interno della III Circoscrizione di Pregiato.
         
      Contattaci  
     

     
    Contattaci
    Chi siamo
     
      Commerciali  
     
    Industrie
    Artigiani
    Ristorazione
    Alberghi
    Shopping
    Salute
    Arredamenti
    Servizi
    Immobili
    Commercio
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
    torna in cima