Informazione  
 
Il numero in edicola
Archivio cartaceo
Editoriali
 
 
Archivio cronaca
Comunicati comunali
Il sindaco risponde
Lettere al giornale
 
  Sport  
 
Cavese Calcio
Arti marziali
Atletica e C.S.I
Altri sport
 
  Ritratti  
 
La Giunta Comunale
I Consiglieri comunali
Personaggi cavesi
Foto di Cava
Scorci metelliani
 
  Consulenti  
 
Avvocato
Commercialista
Immobiliare
Lavoro
Dentista
Nutrizionista
Sessuologo
 
  Medicina  
 
Distretto sanitario SA1
Articoli
Centro di salute mentale
Consultorio
Sert
Diabetologia
Il medico risponde
 
  Istituzioni  
 
Palazzo di Citta'
Comunicati comunali
Associazioni
Consorzio di Bacino SA1
Intermedia
Scuola
 
  Servizi  
 
Farmacie
Numeri utili
Orari autobus
Orario treni
Siti istituzionali
 
  Annunci  
 
Compro e vendo
Immobiliari
Cerco e offro lavoro
 
  Rubriche  
 
Lettere
Cultura
Speciali
Mondo Giovani
Cavesi nel mondo
Immigrazione
Mostra fotografica
Scadenze fiscali
Umorismo e satira
Chi siamo
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
torna in cima
Nicodemo
Il cantautore cavese Nicodemo
nel nuovo CD di Teresa De Sio
Tratto da CavaNotizie.it n. 28 del 16 Giugno 2008
Il 28 maggio scorso e' stato presentato a Roma il nuovo disco di Teresa De Sio "Il vento che muove RIDDIM-A SUD e' il vento della necessita' forte di condivisione musicale e scambio di energie creative -ha dichiarato Teresa De Sio. Per questo progetto ho tratto ispirazione, come d'altronde il titolo stesso rivela, da una ‘modalita'' della musica giamaicana nella quale la stessa ‘base' creata da un determinato artista per un proprio pezzo, e' poi riutilizzata da altri cantanti e compositori che a loro volta ricreano una nuova melodia e un nuovo testo e dunque una canzone completamente diversa. L'ambizione e' quella di introdurre questa usanza nella musica popolare italiana e, in particolare, nella musica folk-d'autore. In effetti –continua la cantante- gia' la nostra musica popolare, quella piu' legata alle ‘radic', si muove in questa direzione. Chiunque reinterpreti, ad esempio, una ‘pizzica' o una ‘tarantella' di Carpino, non puo' prescindere dall'uso di un ‘riddim' di tamburello, chitarra e violino che sono codificati dalla tradizione. Fare circolare la propria musica, metterla a disposizione di altri musicisti e stimolare la loro immaginazione, e' un vero progetto di creativita' e produttivita' interattiva".
Il progetto prevede, oltre alla partecipazione di nomi gia' affermati come Peppe Voltarelli, Roy Paci, Raiz, Apres La Classe, Ginevra Di Marco, Agricantus, Mau Mau, Ambrogio Sparagna, Radicanto e nell'ambito della scena folk e folk-rock italiana, anche il coinvolgimento dei gruppi e artisti emergenti, quali Nicodemo - Maneka' - La Resistenza - Lizzadro .
In "A sud non c'e'' elettricita'", il brano del cantautore cavese Nicodemo incluso nel cd, hanno suonato: Nicodemo voce e synthesizer, Gaetano Maiorano alle chitarre, Alessandro De Marino al clarinetto, Gabriele Stotuti alla tromba, Carlo Senatore alle tastiere. Le musiche sono di De Sio e Nicodemo, il testo e' di Nicodemo.
Nicodemo e' entusiasta di questa collaborazione e ringrazia Giovanni Gigantino, dell'etichetta indipendente "La Fabbrica", che sostiene, da sempre, il cantautore campano (booking e management).

In basso a destra Nicodemo; in basso a sinistra Gaetano Maiorano (chitarrista nicodemo)


Ecco i siti internet correlati:
www.nicodemocantautore.it
www.myspace.com/nicodemocantautore
www.la-fabbrica.org
www.teresadesio.com
Nicodemo: il cantautore elettronico
Cava [ 31 05 2008 ]
Autore di testi e musiche, Nicodemo, nella vita reale Nicola Pellegrino, propone uno spettacolo il cui percorso si colora d'intimita', spesso di silenzio (quando assordante), isteria post-esaurimento, voglia di rivoluzione culturale. La poesia, le trame in versione acustica, le incursioni elettroniche, le immagini rievocative, queste sono le componenti di un intenso momento di musica d'autore. Le canzoni, tutte dedicate a chi cede ai sensi. Un'ora e trenta in cui, l'insieme di cio' che accade, e' partecipativo; in cui sono gli eventi a dettare i tempi ed i modi di "conversazione". I testi, non sempre autobiografici, rispecchiano un po' quelli che sono i tempi in cui viviamo con un accenno nostalgico al passato e, le musiche, spesso concepite con la chitarra sul divano di casa, dal vivo, vengono eseguite in trio. Accanto a Nicodemo, voce, chitarra acustica e microkorg, l'inseparabile Gaetano Maiorano (costola storica del progetto del cantautore) alle chitarre e cori ed Alessandro De Marino al clarinetto elettronico e programmazioni. Grazie a Fabio Monetti, tutte le canzoni sono "tradotte visivamente" dalla proiezione di immagini elettroniche, una vera e propria mostra fotografica contestuale ai racconti. Nicodemo... il cantautore postmoderno!

Progetto RIDDIM A SUD
TERESA DE SIO PRESENTA IL PROGETTORIDDIM-A SUD
Il vento che muove RIDDIM-A SUD e' il vento della necessita' forte di condivisione musicale e scambio di energie creative. Per questo progetto ho tratto ispirazione, come d'altronde il titolo stesso rivela, da una "modalita'" della musica giamaicana nella quale la stessa "base" creata da un determinato artista per un proprio pezzo, e' poi riutilizzata da altri cantanti e compositori che a loro volta ricreano una nuova melodia e un nuovo testo e dunque una canzone completamente diversa. L'ambizione e' quella di introdurre questa usanza nella musica popolare italiana e, in particolare, nella musica folk-d'autore. In effetti, gia' la nostra musica popolare, quella piu' legata alle "radici", si muove in questa direzione. Chiunque reinterpreti, ad esempio, una "pizzica" o una "tarantella" di Carpino, non puo' prescindere dall'uso di un "riddim" di tamburello, chitarra e violino che sono codificati dalla tradizione. Fare circolare la propria musica, metterla a disposizione di altri musicisti e stimolare la loro immaginazione, e' un vero progetto di creativita' e produttivita' interattiva. Il progetto prevede, oltre alla partecipazione di nomi gia' affermati nell'ambito della scena folk e folk-rock, italiana, anche il coinvolgimento di gruppi e artisti emergenti. L'uscita del CD " RIDDIM A SUD" e' prevista per fine maggio 2008.
Teresa De Sio

Gli artisti presenti nel CD "RIDDIM A SUD":
  • PEPPE VOLTARELLI
  • ROY PACI
  • RAIZ
  • APRES LA CLASSE
  • GINEVRA DI MARCO
  • AGRICANTUS
  • MAU MAU
  • AMBROGIO SPARAGNA
  • RADICANTO
    E inoltre gli emergenti sono
  • NICODEMO
  • MANEKA'
  • LA RESISTENZA
  • LIZZADRO


    NEWS:
    TITOLO BRANO NICODEMO IN RIDDIM A SUD:
    A SUD NON C'E' ELETTRICITA'

    MUSICISTI CHE HANNO SUONATO IN A SUD NON C'E' ELETTRICITA':
  • NICODEMO: VOCE E SYNTHESIZER
  • GAETANO MAIORANO: CHITARRE
  • ALESSANDRO DE MARINO: CLARINETTO
  • GABRIELE STOTUTI: TROMBA
  • CARLO SENATORE: TASTIERE

    LE MUSICHE DI A SUD NON C'E' ELETTRICITA' SONO DI TERESA DE SIO/NICODEMO
    IL TESTO DI A SUD NON C'E' ELETTRICITA' E' DI NICODEMO
    NICODEMO E' STATO IL 28.05.08 A ROMA PER FESTEGGIARE, CON TERESA DE SIO ED I TANTISSIMI MUSICISTI CHE HANNO ADERITO A QUESTO FANTASTICO PROGETTO, L'USCITA DI RIDDIM A SUD, CD USCITO SUL TERRITORIO NAZIONALE IL 22.05.08, PRODOTTO DA MARIALAURA GIULIETTI E TERESA DE SIO (C.O.R.E. CONCERTI) E DISTRIBUITO DA EDEL ITALIA.

    UN RINGRAZIAMENTO PARTICOLARE A GIOVANNI GIGANTINO DELL'ETICHETTA INDIPENDENTE "LA FABBRICA" CHE SOSTIENE, DA SEMPRE, IL CANTAUTORE CAMPANO (BOOKING E MANAGEMENT)

    SITI INTERNET:
    WWW.NICODEMOCANTAUTORE.IT
    WWW.MYSPACE.COM/NICODEMOCANTAUTORE
    WWW.LA-FABBRICA.ORG
    WWW.TERESADESIO.COM
  • Nicodemo, il cantautore cavese
    presentera' a Faenza il suo cd
    Cava [ 23 11 2006 ]

    Sara' presentato domenica 26 novembre a Faenza l' uscita del cd (IL TRENO DI BOLOGNA) di NICODEMO, il cantautore cavese, che ha suscitato gia' tanta attenzione a livello nazionale.
    Il lavoro e' nato grazie a "LA FABBRICA" (www.la-fabbrica.org) un'etichetta indipendente cavese che si propone di realizzare e sviluppare progetti musicali su tutto il territorio nazionale concentrandosi in particolare sul panorama del cantautorato elettronico e delle nuove sonorita' "made in cantina".
    La Fabbrica si muove su due direzioni parallele: da un lato un'opera di "talent scouting", di ricerca e di promozione di prodotti musicali innovativi, dall'altro un progetto di "booking and management" con la realizzazione di cd musicali, siti web e performances live.
    Nicodemo, nella vita reale Nicola Pellegrino, e' un cantautore dallo stile 'vintage'. Risalendo il suo 'albero genealogico', troviamo artisti ispiratori come David Bowie, Peter Gabriel, Franco Battiato ed Ivano Fossati, musicisti i quali, pur avendo composto musiche straordinarie ed ancora attuali, hanno sempre dato, alla stesura dei testi, un ruolo importantissimo?quasi prioritario.
    Radio Rai 1, nella puntata di 'Demo' dell'8 marzo 2006, ha estrapolato ben due brani. I conduttori del programma, Renato Marengo e Michael Pergolani, due guru del panorama musicale underground, si sono complimentati, ed e' il caso di dire 'pubblicamente', con il cantautore cavese, esprimendosi, addirittura, circa una certa somiglianza ed affinita' con il piu ben illustre Fabrizio De Andre'.
    NICODEMO, voce e basso, affiancato da Sergio De Nicola ai sinth ed al pc, Max Maffia e Gaetano Maiorano alle chitarre , Tecla Giordano cori e chitarra acustica, Nadia Gentile alla batteria e Dj Laps al campionatore, si esibisce dal vivo in uno spettacolo di circa 2 ore con oltre venti brani propri, per poi continuare la serata con uno spettacolare dj set.

    Prossimo evento: Nicodemo e 24 Grana IN CONCERTO sabato 16 dicembre CAVA DE' TIRRENI
    Nicodemo, il cantautore cavese dalla Rai a Red Ronnie
    Cava de' Tirreni
    Sulle note di Nicodemo
    Dalla Rai a Red Ronnie, un cantautore "oltre i confini"

    Gerardo Ardito
    Nicola Pellegrino, 32 anni, in arte Nicodemo, nato e cresciuto a Cava, rappresenta indubbiamente il personaggio musicale emergente piu' originale. Abbiamo seguito l'artista in alcune performance, e ne abbiamo dedotto che meritava uno spazio sul nostro periodico, affinche' i cavesi venissero a conoscenza di questo personaggio dalle qualita' singolari.
    Nico, a che eta' hai cominciato a suonare?
    "All'eta' di 14 anni e gia' allora ho realizzato le prime esperienze musicali di gruppo. Suonavo il basso con Alessandro Giordano (figlio del professore Filippo) e con Alberto De Bonis (figlio del gioielliere), Fernando Manzo (ora avvocato) e Gianpiero Francomme. Ecco, con loro ho cominciato le mie prime esperienze".
    Chi collabora con te oggi?
    "Gaetano Maiorano (chitarre), Ferdinando Mazzariello (batteria), Renata Frana (basso), Lorenzo Sorbo (violino), Daniela Lunelli (violoncello), Fabio Monetti (immagini elettroniche) ".
    Ma Nicodemo e' un gruppo?
    "No, e' un progetto, infatti Nicodemo sta per Nico-demostration, un progetto d'autore personale".
    Il progetto e' stato avviato da quando?
    "In realta' da quando ho scritto la prima canzone".
    Quando hai cominciato a fare concerti proponendo solo le tue canzoni?
    "Andai al MEI, il meeting delle etichette indipendenti, un appuntamento annuale, dove gli artisti emergenti vanno ad imbucare il loro cd, nella speranza che poi loro li sentano".
    Qualcuno ha sentito il tuo demo?
    "Si', RAI 1. Mi ha chiamato, sono passato 4 / 5 volte in alcune trasmissioni, nonche' in uno 'speciale interviste' su Saxa Rubra, l'anno scorso. La trasmissione andata in onda su Radio RAI 1 presentava 3 gruppi a puntata, e mi sono stati dedicati circa 20 minuti. Poi ci hanno chiamato a "Roxy Bar", due mesi fa, siamo stati selezionati in un concorso diretto da Red Ronnie, e andammo ad Isernia a suonare 4 pezzi".
    La partecipazione viene retribuita?
    "Solo indirettamente attraverso la SIAE, in quanto proponi pezzi tuoi. Ma la cosa piu' interessante, ovviamente, e' il beneficio della promozione".
    So che hai suonato anche alla Festa dell'Unita' a Bologna
    " Il concerto e' stato gestito da Giovanni Gigantino de "La Fabbrica", al quale devo molto".
    Una sorta di manager?
    "Lo e' a tutti gli effetti".
    Spiegamo cos'e' La Fabbrica?
    "E' un'etichetta indipendente nella quale gravitano personaggi di Cava, ma non solo, sparsi tra Roma , Bologna, Milano. La Fabbrica spesso da' visibilita' a gruppi emergenti, con la ricerca di spazi sociali e col fine di attirare attenzione, promuovendo giornate intere dedicate alla musica, anche a Cava, affiancando agli emergenti artisti piu' affermati ad es. 24 Grana".
    Come definisci la tua musica?
    "E' un cantautorato post-moderno. Un background musicale che raccoglie tutto quello che ho trovato nei miei musicisti ispiratori, adeguando il tutto alle mie esigenze".
    Ho seguito il tuo concerto in occasione della Festa dell'Unita' a Cava, ho riconosciuto molteplici sonorita': da Finardi, a Battiato, finanche alla Nuova Compagnia di Canto Popolare…
    "Certo, ma tutto trasformato non da "copione", ma nella "notazione". Io valorizzo il mio background musicale, non lo enfatizzo, me lo trasformo. A proposito di Cava, vorrei ringraziare pubblicamente l'amico e consigliere comunale Vincenzo Jacobucci per il prezioso lavoro a favore dei giovani".
    Che studi hai fatto?
    "Il ragioneria.. e non ne sono poi tanto felice".
    Si puo' vivere di musica?
    "Si puo' vivere di musica come si puo' vivere senza carburante..".
    Si puo' vivere 'con' la musica?
    "Non economicamente, ma sensorialmente, la musica mi accompagna tutta la giornata, ma non da adesso. Ma non si puo' vivere di solo musica".
    Di cosa parlano i tuoi testi?
    "I testi hanno un ruolo molto importante nella nostra performance, parlano di ricordi, del passato, del futuro, di tutto cio' che accade, ma senza entrare troppo nel merito. Mi piace che nei testi mi possa riconoscere io quanto tu".
    Cosa hanno trovato i tuoi compagni di viaggio in te e nel tuo progetto musicale?
    "Ho un carattere abbastanza forte, sono uno che persevera, abbiamo un grosso affiatamento".
    La cosa che mi colpisce durante i tuoi concerti e' che anche i meno giovani (e parlo anche di anziani) restano affascinati e rapiti dalla tua musica. Lo stesso sindaco Gravagnuolo, ti seguiva entusiasta dalla prima fila... Sei un cantautore moderno, ma in te c'e' qualcosa di autentico...di antico.
    "Io vengo da una scuola molto vecchia tipo: Carlo Senatore, in questo tipo di personaggi vedevo piu' forza, proprio forza d'animo, come se loro sapessero che quello che fanno poteva essere riconosciuto senza problemi, oggi suonare anche alla festa dell'Unita' e' un rischio: se va bene sei un cantante come gli altri, se va male non sei nessuno".
         
      Contattaci  
     

     
    Contattaci
    Chi siamo
     
      Commerciali  
     
    Industrie
    Artigiani
    Ristorazione
    Alberghi
    Shopping
    Salute
    Arredamenti
    Servizi
    Immobili
    Commercio
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
    torna in cima