Informazione  
 
Il numero in edicola
Archivio cartaceo
Editoriali
 
 
Archivio cronaca
Comunicati comunali
Il sindaco risponde
Lettere al giornale
 
  Sport  
 
Cavese Calcio
Arti marziali
Atletica e C.S.I
Altri sport
 
  Ritratti  
 
La Giunta Comunale
I Consiglieri comunali
Personaggi cavesi
Foto di Cava
Scorci metelliani
 
  Consulenti  
 
Avvocato
Commercialista
Immobiliare
Lavoro
Dentista
Nutrizionista
Sessuologo
 
  Medicina  
 
Distretto sanitario SA1
Articoli
Centro di salute mentale
Consultorio
Sert
Diabetologia
Il medico risponde
 
  Istituzioni  
 
Palazzo di Citta'
Comunicati comunali
Associazioni
Consorzio di Bacino SA1
Intermedia
Scuola
 
  Servizi  
 
Farmacie
Numeri utili
Orari autobus
Orario treni
Siti istituzionali
 
  Annunci  
 
Compro e vendo
Immobiliari
Cerco e offro lavoro
 
  Rubriche  
 
Lettere
Cultura
Speciali
Mondo Giovani
Cavesi nel mondo
Immigrazione
Mostra fotografica
Scadenze fiscali
Umorismo e satira
Chi siamo
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
torna in cima
Marco Siani
Tratto da CavaNotizie.it n.30 del 5 Settembre 2008
Intervista a Marco Siani
autore del romanzo "L'Amaro Fato"



di Gerardo Ardito
Quando ho avuto tra le mani il libro di Marco Siani ho trovato banale il titolo "L'amaro Fato". Non conoscendone il contenuto, ho fatto la prima cosa che fa chiunque, ne ho letto la presentazione sul retro. Non ne sono rimasto ne' affascinato, ne' mi ha incuriosito. Conosco Marco Siani da poco piu' di un anno, gestisce con la sorella Loredana (con la quale vive) e con Marco Cassano l'edicola di giornali in via Filangieri a Cava (Amore e Psiche) .
Sono stato informato due mesi fa da Marco Cassano della pubblicazione avvenuta due anni fa del romanzo scritto da Marco Siani. Sono molto selettivo nelle mie letture, se un romanzo non e' in grado di catturarmi con le prime 50 pagine lo metto li' da parte per riprenderlo difficilmente. Ma questo libro mi ha rapito letteralmente. Ho letto il libro tutto d'un fiato, mi ha affascinato, emozionato, commosso a piu' riprese e fatto riflettere su diversi argomenti di grande attualita'. Incontriamo Marco per saperne di piu' sul suo libro.
Marco, nel corso dei piccoli incontri in edicola avevo avuto modo di constatare la tua padronanza linguistica, ma, dopo aver letto il tuo libro devo anche riconoscere le tue straordinarie capacita' descrittive…
Se il titolo del libro mi e' sembrato banale, il romanzo non lo e' per niente, tutt'altro. Sei riuscito a portare in risalto temi come le adozioni, l'aborto, le problematiche adolescenziali, l'ironia della sorte che prima da' e poi riprende… la mancanza di valori nei giovani e i pregiudizi che sono in tutti noi, nonostante spesso ne siamo vittime.

"Hai centrato l'essenza del mio libro, l'Amaro Fato e' nato per parlare delle problematiche con le quali ci relazioniamo quotidianamente, era mia intenzione scrivere un romanzo che ad un filone principale affiancasse altre tematiche che sono figlie della nostra quotidianita'".
Qual era l'argomento che ti stava piu' a cuore?
"L'argomento che mi stava piu' a cuore di quelli affrontati era senza dubbio quello delle adozioni e di rimando ovviamente tutte le problematiche legate a questa sfera, senza tralasciare ovviamente il ruolo che giocano gli assistenti sociali in questi veri drammi".
Ogni personaggio del tuo libro e' portatore di profondi valori, ma sono soprattutto la famiglia e la solidarieta' i valori che compongono il leit motive del romanzo…
Marco tu hai perso i genitori da giovanissimo, come, questo ha segnato il tuo percorso di vita?

"Ho perso mamma che avevo ancora 15 anni, papa' 6 anni dopo, ma non tragicamente come racconta il libro. Sicuramente pero' questi eventi cosi' tragici mi hanno profondamente cambiato. Soprattutto la morte di mamma e' stata per me peggio di uno tsunami, perche' ero ancora relativamente piccolo, e metabolizzare l'improvvisa scomparsa di un genitore e' stato tutt'altro che facile. Tuttavia penso di esserci riuscito in seguito abbastanza bene. Come diceva Eraclito di Efeso "Panta Rei" (tutto scorre) ".
"Il protagonista del libro ha la tua stessa eta' quanto c'e' di autobiografico nel resto del libro?
"No, non e' un libro autobiografico, piu' semplicemente e' una storia nata per affrontare le tematiche dei giorni nostri che con un occhio introspettivo si pone di affrontare dette tematiche attraverso vari personaggi. Nessuno di essi e' pero' nato per caso. Man mano che stilavo il romanzo essi prendevano vita e la fantasia dello scrittore ha fatto il resto creando situazioni che tuttavia sono solo frutto dell'immaginazione".
Ogni personaggio del tuo libro e' portatore di un messaggio...
I valori, l'amore, il realismo, i paradossi della vita, anche un pizzico di avventura e di situazioni quasi comiche, in questo romanzo c'e' proprio tutto!

"Era il mio intento come ti dicevo, miscelare varie situazioni della vita e vari generi di romanzi. Le parti piu' leggere sono state inserite volutamente per spezzare il filone principale del romanzo mentre il rapporto spirituale dei vari personaggi e' stato ricercato lungo tutto il romanzo per fornire un variegato campione di quello che e' l'io piu' profondo dell'anima".
"Un solo appunto negativo. Non hai mai pensato che Mattia, il protagonista del tuo romanzo fosse troppo giovane a 15 anni per fare tutte le considerazioni e le riflessioni di cui e' attore?
"Sei un attento lettore, ed anch'io ho pensato che potesse generare questo interrogativo, tuttavia come tu stesso dicevi, ho perso mia mamma all'eta' di sedici anni, quel tredici gennaio io sono giunto a delle considerazioni che pochi ragazzi a quell'eta' traggono. Ti assicuro, ed in questo il romanzo e' autobiografico, che piu' dell'eta' a farti crescere sono gli accadimenti della vita".
Hai dedicato il libro ai tuoi genitori scomparsi. Quale potrebbe essere la dedica completa?
"Avrei in realta' fatto un elenco senza fine, un elenco che avrebbe dovuto contenere il nome di tutti coloro che ho incrociato lungo l'irto cammino che chiamiamo vita. Tutti mi hanno dato qualche cosa, a tutti spero io di aver donato qualche cosa. Il mio primo lavoro appartiene un po'a tutti coloro che ho conosciuto".
Il tuo libro merita di essere conosciuto dal grande pubblico, come e' andata la distribuzione nazionale?
" I riscontri avuti sono incoraggianti, eppure ti assicuro che tutto cio' mi interessa molto relativamente. Mi sono sentito onorato innanzitutto che una preziosa casa editrice la cui presidentessa onoraria e' Alda Merini (Candidata al nobel per la poesia), abbia ritenuto un prodotto valido per un lancio nazionale e creduto in un giovane che come unica carta di presentazione aveva delle pagine bianche vergate da inchiostro ed una speranza, quella di rendere immortali dei personaggi nati in una sera qualsiasi di un anno qualsiasi, scritti da un ragazzo qualsiasi. Ti assicuro pero' che il giorno in cui mi giunse il plico bianco contenete la proposta di contratto della casa editrice restera' per sempre come uno dei piu' speciali della mia vita. Ci pensi? Un contratto di una casa editrice che attestava che il mio libro era un'opera che meritava di essere pubblicata, e non solo, di essere pubblicizzata anche in due delle piu' importanti fiere del libro, quella di Torino e quella di Roma. Ti assicuro che sono sensazioni uniche, irripetibili. e' stato una sorta di certificato di idoneita', che mi ha spinto a scrivere con maggior impegno, cercando di migliorare e migliorarsi sempre. Ti rivelo un piccolo segreto, ho appena concluso il mio secondo lavoro ed e' di prossima pubblicazione".
Capita spesso che pseudo artisti, immeritatamente si avvicinino al nostro giornale in cerca di pubblicita', eppure tu conoscendomi da oltre un anno non mi avevi mai parlato della tua attivita' di scrittore.
"E qui entra in gioco un altro lato del mio carattere, per natura sono restio a pubblicizzare o ad incensarmi di meriti anche qualora ce ne fossero, anche se ad onor del vero ricevere dei complimenti fa sempre enormemente piacere. Preferisco che siano gli altri a fare da ago della bilancia, anche se mi rendo conto che in una societa' di lupi, non sempre l'agnello riesce a salvarsi. Ma tant'e'….
Ma il talento tu ce l'hai davvero. Anche se un invito diretto da Marco Siani a leggere il suo libro non vi capitera', posso garantire ai lettori di CavaNotizie.it che se cercano un romanzo ricco di contenuti, con una straordinaria storia raccontata con ordine di idee e capace di sorprendervi ad ogni capitolo, che non rimarranno delusi da "L'amaro fato" di Marco Siani. A proposito, nell'ipotesi che avessimo incuriosito i nostri lettori: sono disponibili a Cava copie del tuo libro?
"Certamente, disponiamo di diverse copie anche presso l'edicola Amore e Psiche in via G. Filangieri, ma "L'amaro Fato" puo' essere acquistato in qualsiasi libreria del territorio nazionale. Di recente anche l'amministrazione comunale, grazie all'impegno disinteressato del consigliere comunale Enrico Polichetti, ha acquistato 50 copie del libro da destinare a biblioteche scolastiche e da donare in occasione di convegni e congressi".

Chi e' Marco Siani
Nato a Cava de' Tirreni 19 luglio del '77 si e' diplomato presso l'istituto Magistrale con il massimo dei voti ed e' laureando in Storia e Filosofia. Ha collaborato con Cronache del Mezzogiorno e Il Mattino e a numerose testate locali di Cava e Siena.

"L'amaro Fato" edizione Il Filo, 16 euro.
     
  Contattaci  
 

 
Contattaci
Chi siamo
 
  Commerciali  
 
Industrie
Artigiani
Ristorazione
Alberghi
Shopping
Salute
Arredamenti
Servizi
Immobili
Commercio
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
torna in cima