Informazione  
 
Il numero in edicola
Archivio cartaceo
Editoriali
 
 
Archivio cronaca
Comunicati comunali
Il sindaco risponde
Lettere al giornale
 
  Sport  
 
Cavese Calcio
Arti marziali
Atletica e C.S.I
Altri sport
 
  Ritratti  
 
La Giunta Comunale
I Consiglieri comunali
Personaggi cavesi
Foto di Cava
Scorci metelliani
 
  Consulenti  
 
Avvocato
Commercialista
Immobiliare
Lavoro
Dentista
Nutrizionista
Sessuologo
 
  Medicina  
 
Distretto sanitario SA1
Articoli
Centro di salute mentale
Consultorio
Sert
Diabetologia
Il medico risponde
 
  Istituzioni  
 
Palazzo di Citta'
Comunicati comunali
Associazioni
Consorzio di Bacino SA1
Intermedia
Scuola
 
  Servizi  
 
Farmacie
Numeri utili
Orari autobus
Orario treni
Siti istituzionali
 
  Annunci  
 
Compro e vendo
Immobiliari
Cerco e offro lavoro
 
  Rubriche  
 
Lettere
Cultura
Speciali
Mondo Giovani
Cavesi nel mondo
Immigrazione
Mostra fotografica
Scadenze fiscali
Umorismo e satira
Chi siamo
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
torna in cima
Flavia Amabile
Una commedia tragi-comica sui limoni della costiera
Fiordamalfi, il nuovo romanzo di Flavia Amabile
Cava [ 14 settembre 2010 ]


Mario Avagliano
Chi è Vincenzo, il protagonista di Fiordamalfi, romanzo scritto dalla giornalista cavese Flavia Amabile e edito da La Lepre? E' un visionario, un sognatore, o soltanto un ingenuo? Perché soltanto visionari, sognatori o ingenui possono immaginare di abbandonare un lavoro di prestigio e una metropoli come Roma per trasferirsi in Costiera Amalfitana a coltivare limoni, sperando di guadagnare abbastanza per mantenere se' stessi e un figlio di due anni.
Affascinato dal mito di una delle terre più belle al mondo, Vincenzo invece pensa di potercela fare. Si improvvisa contadino, lui che in realtà è un fotografo di moda. Si avventura anche in una rocambolesca attività di produzione di marmellate e, fra aneddoti esilaranti a metà strada tra una commedia all'italiana e storie sullo stile di "Tre uomini in barca", capirà di aver sbagliato tutto.
Dietro il mito della Costiera Amalfitana si nascondono pastoie burocratiche, arretratezze, ritmi rallentati, una terra incapace di rinnovarsi, prodotti privi di competitività, un mondo condannato a morire
I dati lo confermano. Un terreno su due è abbandonato.
Un contadino su dieci ha meno di 40 anni. I limoni della costiera Amalfitana, le terrazze che hanno creato uno dei panorami più belli del mondo, stanno scomparendo.
Vincenzo perderà solo in parte la sua sfida. Riuscirà a fare comunque qualcosa per questa terra che ha imparato ad amare e alla fine il libro rappresenta un bel gesto d'amore che l'autrice ha voluto dedicare ad una Costiera che evidentemente conosce bene, non quella dei turisti e del mare, ma quella delle colline e dei contadini che solo pochi conoscono e nessuno ha raccontato.



     
  Contattaci  
 

 
Contattaci
Chi siamo
 
  Commerciali  
 
Industrie
Artigiani
Ristorazione
Alberghi
Shopping
Salute
Arredamenti
Servizi
Immobili
Commercio
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
torna in cima