AdBlock Detected!

Il nostro sito web è reso possibile dalla visualizzazione di annunci pubblicitari ai nostri visitatori. Sostienici,
disattiva l’Ad-Block.

Porticando

Antonello Angelini il “Chiattone” leggero – Fungo o non Fungo?

Pubblicità

Vorrei parlarvi anche di una situazione divertente vissuta a Londra 55 anni fa nel 1969 che riguardò Antonello in particolare, ma nella quale eravamo tutti coinvolti. Per tutti intendo dire tutti i personaggi di quella avventura denominata “Caravansarai”, che è il nome del locale Iraniano dove suonavamo come gruppo europeo etc. etc. Il nostro leader era Mustafa Maiorano, un personaggio unico che chissà come era sbarcato a Cava de’ Tirreni e cantava al locale Due Torri insieme ad Antonello, Carlo Senatore e Pasquale Boninfante.

Fu lui che organizzò questo “ingaggio”… e solo questo passaggio avrebbe bisogno di essere raccontato in un libro perché è tutto collegato. Ma andiamo avanti. Mustafà era un personaggio dotato di una personalità artistica veramente affascinante; attraente e fantasioso catturava nel suo raggio d’azione dei personaggi incredibili tra cui donne di ogni età e paese, prìncipi e principesse in esilio, chef, sportivi, ricchi e poveri, insomma qualsiasi essere appartenente al genere umano.

E perciò si era creato intorno al “Caravansarai” un caleidoscopico giro di amici tra cui Iaia, un principe egiziano che per un po’ di tempo non era potuto ritornare in patria per chissà quale ragione. Avete presente Ollio? Uguale in tutto, identico anche come personaggio. In questo eterogeneo gruppo non mancavano donne, diciamo così molto disponibili, e noi tutti approfittavamo di questa loro… disponibilà, tranne Antonello! Il che dava modo a Iaia di sfoggiare tutta la sua divertentissima fantasia da prìncipe.

Potrei dilungarmi molto sulle sue elucubrazioni, ma faremmo notte! Sta di fatto che ogni volta che ci incontravamo, cioè praticamente tutti i giorni, Iaia si lamentava per il fatto che tra poco sarebbe partito per rientrare in Egitto con il terribile dubbio che Antonello fosse gay, naturalmente con il suo fare scherzoso e accompagnando le sue parole con rumorose risate. Prendendo sempre come spunto la sua imminente partenza, organizzò un party con tutti i suoi amici, tra cui anche due delle ballerine di danza del ventre che lavoravano al “Caravansarai”.

Ad un certo punto della serata Antonello si appartò con una di queste ballerine e… alla vista di quanto stava succedendo, Iaia balzò in piedi ed iniziò ad andare in giro per tutto il locale gridando ad ognuno: ”Adesso io partire tranquillo perché visto che Antonello non Fungo” (Per Fungo si intendeva gay)
Ci sarebbe ancora tanto da raccontare…

Ti saluto Chiattooo!

Pubblicità

Condividi su:

Giovedì, 23 Maggio 2024 -
Partners
CavaNotizie.it TV
AT Accademia Musicale Talenti
CAVA DE' TIRRENI
Pubblicità