Informazione  
 
Il numero in edicola
Archivio cartaceo
Editoriali
 
 
Archivio cronaca
Comunicati comunali
Il sindaco risponde
Lettere al giornale
 
  Sport  
 
Cavese Calcio
Arti marziali
Atletica e C.S.I
Altri sport
 
  Ritratti  
 
La Giunta Comunale
I Consiglieri comunali
Personaggi cavesi
Foto di Cava
Scorci metelliani
 
  Consulenti  
 
Avvocato
Commercialista
Immobiliare
Lavoro
Dentista
Nutrizionista
Sessuologo
 
  Medicina  
 
Distretto sanitario SA1
Articoli
Centro di salute mentale
Consultorio
Sert
Diabetologia
Il medico risponde
 
  Istituzioni  
 
Palazzo di Citta'
Comunicati comunali
Associazioni
Consorzio di Bacino SA1
Intermedia
Scuola
 
  Servizi  
 
Farmacie
Numeri utili
Orari autobus
Orario treni
Siti istituzionali
 
  Annunci  
 
Compro e vendo
Immobiliari
Cerco e offro lavoro
 
  Rubriche  
 
Lettere
Cultura
Speciali
Mondo Giovani
Cavesi nel mondo
Immigrazione
Mostra fotografica
Scadenze fiscali
Umorismo e satira
Chi siamo
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
torna in cima
Cronaca febbraio 2013
Antonello Vassallo, il cavese amico di tutti, non è più
[ 28 02 2013 ]
Livio Trapanese
"Il Signore si prende sempre i buoni", questa è stata la frase enunciata dalla gran parte della comunità di Cava de'Tirreni e non solo, nell'apprendere la ferale notizia dell'immatura dipartita del nostro caro concittadino Antonello Vassallo. Una persona buona, generosa, disponibile e solare, nel pieno vigore della sua vita, a soli 42 anni, non può lasciare questa terra per ascendere in Paradiso, per porsi accanto al volto santo di Dio nostro Padre.
Antonello Vassallo, eccellente meccanico di professione, unico figlio maschio dello "storico" Mario Vassallo, amanti e profondi conoscitori di ogni tipo di moto, sono iperconosciuto dal "popolo dei centauri" di Cava de'Tirreni e dei comuni viciniori, per aver professato l'attività prima in corso Principe Amedeo e poi in via XXV Luglio, di fronte al Centro Commerciale Cavese.
Il silente male del secolo, come accade troppo soventemente, ha colpito un cavese doc, le cui qualità personali e professionali si possono sintetizzare, in modo riduttivo, nel "gigante buono", "marito e padre affettuoso e premuroso ", "amico di tutti" e "fedele consigliere dei motociclisti".
Alle 2 dell'alba di giovedì 27 febbraio, il Signore Gesù ha voluto che l'anima di Antonello, abbandonate le pochezze della terra ed il suo corpo mortale, salisse in Cielo, lasciando nel totale sconforto la giovane consorte, la signora Mariagrazia Del Buono, i loro tre piccoli figli: Mario, Pio e Michela, di soli 10, 8 e 7 anni, papà Mario e mamma Maria Adinolfi, ma anche le sorelle Filomena e Valeria, con i rispettivi cognati, parenti numerosissimi amici e conoscenti.
L'abitazione paterna, sin dalle prime ore del mattino di giovedì, è stata meta di continuo andirivieni di persone, perché tutti hanno voluto porgere l'estremo saluto al caro Antonello.
Il Santuario di San Francesco e Sant'Antonio, alle 10,30 di venerdì (28 febbraio 2013) si è colmato di persone in lacrime e commosse. L'attesa del feretro è stata ritmata dal rombo di tante moto, i cui centauri hanno voluto "scortare" Antonello dalla dimora paterna sino al sagrato della secolare chiesa di piazza San Francesco.
Il coinvolgente rito funebre, solennizzato dalla celebrazione eucaristica presieduta da Padre Luigi Petrone, Rettore del Santuario, con la concelebrazione di Don Beniamino D'Arco, parroco della Parrocchia di Santa Lucia Vergine e Martire, e Don Francesco Della Corte, parroco della Parrocchia di Santa Maria del Rovo, ha lasciato attonita la convenuta folla.
La testimonianza del nostro buon operare nella vita terrena, la si può riscontrare solamente nel giorno in cui il nostro corpo mortale riceve l'estremo saluto dai Ministri della Chiesa, attorniati dalla moltitudine di persone, senza distinzione di ceto sociale.
Continuano le devastazioni alla stazione ferroviaria
[ 28 02 2013 ]
Livio Trapanese
Sabato 23 febbraio, in tarda serata, dopo la chiusura dell'edicola per la vendita dei giornali della stazione ferrovia di Piazza Enrico De Marinis di Cava de'Tirreni, balordi e ladri, approfittando dell'assenza dell'unico preposto alla biglietteria (il servizio termina alle ore 13,30) non parchi dei danni cagionati alle infrastrutture nel recente passato, hanno infranto il vetro antisfondamento del distributore automatico di bibite, asportando oltre le bevande anche le monete. Non si conosce l'importo, ma quello che si registra é che la stazione ferroviaria dovrebbe essere chiusa dopo il transito dell'ultimo treno regionale che collega Nocera Inferiore a Salerno o viceversa delle ore 22,30 ma non sempre avviene, hanno dichiarato gli abituali fruitori della servizio pubblico ferroviario. La settimana scorsa, sempre ad opera d'ignoti, l'impiegato alla biglietteria, ha dovuto constatare la forzatura della porta, perché chiusa a chiave, d'ingesso alla stazione (lato binari) e la rottura dei vetri.
Lunedì 25 febbraio una ditta di Cava de'Tirreni ha provveduto a riposizionare i vetri infranti, mentre quattro operai della squadra di manutenzione regionale delle FF.SS. ha provveduto a pitturare l'intero ingresso della stazione, proprio per "coprire" tutte le scrittacce lasciate non solo dei fidanzatini in erba, ma anche da tifosi. "Tutte le sera, quando rientro dal lavoro", ha dichiaro Giovanni, un operaio specializzato di una nota ditta nocerina, "non solo io, ma anche altri cavesi, nello scendere dal treno, registriamo la presenza di non pochi balordi, d'ogni etnia, e ci chiediamo del perché le forze dell'ordine non scendono in stazione e provvedono a mandare a casa loro, anche se di altre nazioni, tali vagabondi, visto che non possono essere monitorati dai servizi sociali comunali".
Teatro: "La fortuna con l'effe maiuscola"
in scena il 2 marzo ore 20,00 e il 3 ore 19,00
[ 23 02 2013 ]




Con "La fortuna con l'effe maiuscola" - sabato 2 marzo ore 20,00 e domenica 3 marzo ore 19,00 - al "Piccolo di Cava" (ex Seminario) piazza Duomo Cava de' Tirreni, continua con successo la Stagione Teatrale 2012/2013 "L'ALTRO TEATRO" omaggio ad Enrico Salsano, organizzata dal "Piccolo Teatro al Borgo.
La compagnia cavese diretta da Mimmo Venditti, al 37° anno di continuata attività, con la divertentissima commedia di Armando Curcio, ha raccolto premi ed applausi in oltre 70 città italiane, risultando Migliore Compagnia ai Festival Nazionali di Laives (BZ) - Gorizia e Macerata.
L'attuale ultimo allestimento, che vede in scena, oltre al regista, Maria Spatuzzi, Attilio Lambiase, Matteo Lambiase, Rosanna Di Domenico, Sabato Siani, Iolanda Lambiase, Raffaele Santoro e Giacomo Casaula, sarà replicato domenica 10 marzo p.v. al Circolo Unione di Pagani e domenica 14 aprile 2013 rappresenterà Cava de' Tirreni alla prestigiosa Rassegna Nazionale di Latina al Teatro Moderno.
La commedia, scritta da Curcio nel 1942 per la Compagnia Umoristica i De Filippo, narra le disavventure di Giovanni Ruoppolo che, pur di vivere dignitosamente, s'è inventato un lavoro: procura qualunque tipo di certificati facendo ore ed ore di fila. La Fortuna è in debito con lui, tanto che nell'arco di poche ore bussa due volte alla sua porta; ma come sempre succede ai poveri le due fortune si elidono a vicenda. Ha accettato i pochi denari che un tal marchese è disposto a versargli perché legittimi la posizione di un giovanotto, figlio naturale, riconoscendolo come figlio suo: ma dovrà rinunciare ai milioni di un'eredità (che arriva dall'America, come al solito), la quale andrà proprio al giovanotto che lui ha riconosciuto come figlio. Giovanni è povero e ignorante. Si fa spiegare il codice penale e fa la sua scelta. Andrà in carcere per aver dichiarato il falso, ma quando uscirà troverà i milioni ad aspettarlo. Del resto, che cos'è il carcere di fronte alla vita che lui ha condotto fino ad ora? "... molto peggio di un carcere: letto duro; un padrone di casa più carogna di un secondino; un finestrone che mai è riuscito a fermare il caldo d'estate, né il vento d'inverno ... la miseria che genera il dissidio in famiglia! No, meglio andare in galera ... ma da milionario ... perché il vero carcere è la miseria!..."

Per info e prenotazioni:
www.piccoloteatroalborgo.it
piccoloteatroalborgo@tiscalinet.it
Tel: 3475492318

Costo biglietti:
intero € 5,00
ridotto (ragazzi fino a 12 anni) € 3,00
Un anno di lavoro della Guardia di Finanza cavese
[ 23 02 2013 ]
Livio Trapanese
Al d’Annunziano motto:”Nec Recisa Recedit”, che tradotto indica: “neppure spezzata retrocede”, la Guardia di Finanza, fondata nel 1774, divenuta poi Corpo di Polizia Economica-Finanziaria, ha come scopo precipuo la salvaguardia del Patrio tesoro e la tutela dei contribuenti onesti.
Con tali presupposti, la Tenenza di Cava de’Tirreni, che ha un organico di 28 militari, al comando del Luogotenente Donato Affinito, nella cui giurisdizione è ricompreso il vasto territorio di Cava de’Tirreni, Vietri sul Mare, Cetara, Maiori e Minori, nel 2012 ha conseguito notevoli risultati.
Dalle 31 verifiche fiscali eseguite nei confronti di altrettanti imprenditori, le Fiamme Gialle metelliane, grazie anche a 9 accertamenti bancari e postali, hanno scoperto e segnalato all’Agenzia delle Entrate di Salerno, per il prosieguo di competenza, un’I.V.A. dovuta, relativa e non versata pari ad €. 1.665.625, oltre ad elementi positivi di reddito non dichiarati e negativi non deducibili per €. 6.456.959, con €. 405.723 di ricavi non contabilizzati, con la denunzia all’A.G. di 9 soggetti per “evasione fiscale”. I controlli fiscali sono stati 554, con 243 violazioni riscontrate per omesso rilascio di scontrini e ricevute fiscali, che hanno portato ad avanzare 8 proposte di chiusura degli esercizi commerciali.
La scoperta degli 11 evasoti totali, ha consentito di appurare redditi mai dichiarati al fisco, per €. 4.453.421, con una conseguente I.V.A. relativa e dovuta di €. 666.955 e 18 lavoratori in nero.
I controlli agli 8 distributori stradali, col prelevamento campioni (per appurare la genuinità dei carburanti erogati) ed il confronto fra le giacenze fisiche e quelle contabili, hanno consentito di evidenziare un’unica violazione amministrativa.
In tema di stupefacenti le Fiamme Gialle di via Generale Luigi Parisi hanno eseguito 4 interventi, con l’arresto di 2 soggetti ed il sequestro di 417 grammi di hashish, 2 bilancini e 2 coltelli.
Per l’osservanza al codice penale ed alla leggi di P.S., i finanziari hanno eseguito 8 interventi, denunciando all’A.G. 7 soggetti e sequestrando 2 punti scommesse, 5 videopoker, 12 slot machine, 20 apparecchiature per scommesse e 2.680 euro. Denunciati anche 2 percettori illegali di pensioni.
La lotta alla contraffazione, con i 12 interventi eseguiti, ha portato al sequestro di 1.100 supporti magnetici, capi d’abbigliamento e relativi accessori.
Per il controllo del territorio, la Guardia di Finanza cavese, ha riscontrato 83 violazioni al codice della strada, sequestrando 10 automotomezzi, sorpresi a circolare privi di copertura assicurativa.

Conad: persi sette posti di lavoro a Cava de'Tirreni
[ 22 02 2013 ]
Livio Trapanese
Sempre più critica l'occupazione a Cava de'Tirreni, questa volta "cagionata" da due eventi. Il primo legato all'interruzione dell'asse viario Cava de'Tirreni-Vietri-Salerno (Via Benedetto Croce), per la caduta della frana e per i lavori di messa in sicurezza, il cui traffico veicolare si é riversato al casello austradale, creando indicibili ingorghi. Il secondo per i lavori di sistemazione della rotatoria sita dinanzi al casello autostradale metelliano. "Tutto ciò ha causato un calo vertiginoso delle vendite", ha dichiarato il direttore del Conad cavese, Francesco Checcone, "tanto che l'amministrazione della società, nostro malgrado, si é vista costretta a porre sette dipendenti in cassa integrazione. Altre sette famiglie senza introiti, che si sommano alle tante nella stessa disagiata situazione, come i dipendenti dell'ex Arti Grafiche di Mauro e non solo. Per l'interruzione della Statale Tirrenia Inferiore, che collega Cava de'Tirreni a Salerno, tutto il traffico veicolare diretto da e per il capoluogo di provincia, deve usufruire dell'autostrada A3, il cui ingresso, per chi non dispone del telepass, è consentito previo pagamento del pedaggio e l'alzo della sbarra d'acceso, il tutto con grande impegno di tempo ed intasamento dinanzie nei pressi dello stesso varco autostradale e corso Giuseppe Mazzini e via XXV Luglio.
Le pattuglie della Polizia Locale fanno del loro meglio, ma il traffico veicolare é veramente ingestibile, anche per la pioggia battente e di qui il caos. Taluni cittadini adducono l'intasamento anche ai lavori di completamento della rotatoria, ma noi abbiamo constatato che questi sono in alcun modo "responsabili" della viabilità. Altri attenti cavesi hanno lamentato della strettoia che si starebbe creando al lato est della rotatoria posta dinanzi al casello, ma anche in questo caso abbiamo constatato che corso Mazzini è largo sette metri e mezzo, mentre all'altezza dello stop incriminato la larghezza della carreggiata é di metri nove e venti centimetri. Resta il fatto che il caos creatosi ha ridotto l'afflusso degli acquirenti al Conad che si é visto costretto a dover fare a meno, non sappiamo per quanto tempo, di sette dipendenti, con grave nocumento all'economia familiare e collettiva.
Lavori incompleti rotatoria di via Salvo D'Acquisto,
il gruppo Cava5Stelle scrive al sindaco
[ 22 02 2013 ]


A Comune di Cava de’ Tirreni per l’inoltro al:
- Sindaco
- Dirigente AREA LAVORI PUBBLICI

Oggetto: Lavori incompleti rotatoria di Via Salvo D’Acquisto.
Il gruppo Cava5Stelle vuole esprimere il proprio disappunto poiché a distanza di circa tre mesi la rotatoria di Via Salvo d’Acquisto è ancora incompleta.
Si porta a conoscenza di questa Amministrazione Comunale, ed al suo Ufficio Tecnico, il disagio che sopportano i cittadini residenti nella zona e gli automobilisti che, quotidianamente, percorrono tale strada.
La rotatoria posizionata all’incrocio di via Salvo D’Acquisto con Via P. Nenni, strada a “Senso Unico”, è stata realizzata parzialmente. Ci si chiede: “Per mancanza fondi? Oppure ci si è resi conto che è sta progettata male, ed eseguita peggio?” Tante ipotesi, una sola certezza: “E’ rimasta incompleta, come tutta la parte dei marciapiedi che ne delineano la carreggiata.”
Nonostante l’inutilità della stessa, poiché trattasi di incrocio con una strada a Senso Unico, sembra che la rotatoria non sia stata un’ottima idea di deterrente per ridurre la velocità, visto comunque la velocità elevata raggiunta dalle auto che percorrono tale via, divenuta fondamentale per il traffico cittadino.
Si vuol segnalare che la rotatoria ancora incompleta è diventata PERICOLOSISSIMA in diversi punti, sia per la sicurezza dei pedoni che degli automobilisti.
Il gruppo Cava5Stelle fa notare inoltre all’Ufficio Tecnico di questa Amministrazione Comunale che non esiste un passaggio pedonale per l’attraversamento di Via P. Nenni all’altezza della rotatoria (come si evidenzia anche dalle foto fornite aggiornate alla data della presente).
Percorrendo in discesa Via Salvo D'Acquisto sul lato destro è praticamente pericoloso camminarvi, poiché la corsia è occupata dalle transenne che la restringono e, quindi i pedoni sono obbligati ad attraversare la strada su un dosso, quindi con SCARSA visibilità e, portarsi sul lato sinistro.
La restrizione della carreggiata non è nemmeno opportunamente segnalata e, le auto già a quel punto si trovano ad un’elevata velocità.
Per le auto che invece percorrono la strada nel senso della salita, e, costrette a girare in Via P. Nenni imboccano la rotatoria a velocità sostenuta, rischiando di travolgere i pedoni che sono coperti nella loro visibilità, dalla recinzione di una abitazione.
Questa rotatoria così come posizionata è pericolosissima, si trova su di un dosso con scarsa visibilità, ma specie con la pioggia, senza illuminazione sufficiente che a volte può anche essere spenta e, con quelle transenne che ci si trova davanti all'improvviso. Oggi transenne, ma domani aiuole!
Tra l’altro nelle immediate prossimità c’è una chiesa ed anche una scuola cosicché quando escono i bambini dalla scuola o i fedeli dalla chiesa, con tutte le auto lì parcheggiate, il pericolo è grandissimo.
Il Codice della Strada VIETA l'uso di strutture (rotatorie) quando impediscono il normale flusso delle auto e IMPONE la visibilità per poter tutelare gli "utenti deboli" quali pedoni, ciclisti e veicoli a due ruote di piccola cilindrata.
E che se posta all'ingresso di un centro abitato, NON deve presentare nessun OSTACOLO RIGIDO (Albero, scultura massiccia, blocco di pietra, palo, ecc.) in grado di bloccare brutalmente un conducente che abbia perso il controllo del mezzo.
Per togliere una pericolosità, se ne è CREATA un’altra ben maggiore.
Se lo scopo era quello di voler ridurre la velocità delle auto, poiché con le auto moderne bastano 10 metri per raggiungere alte velocità, al posto della rotatoria un buon dissuasore poteva essere un AUTOVELOX permanente che non solo avrebbe il controllo dell’intera strada, ma avrebbe apportato introiti alle casse del Comune, da parte di quegli automobilisti indisciplinati. Si sollecita quindi l’Amministrazione Comunale a rivedere tale progetto ed esecuzione di lavori, od in alternativa ad effettuare il completamento dei lavori, ad installare dovuta segnaletica sia per gli automobilisti sia per i pedoni, fermo restando che non è stata, secondo il nostro parere, la scelta ottimale alla risoluzione del problema della velocità elevata.
Cordiali saluti.
a firma cava5stelle.it
Ancora chiusa al traffico la statale 18 da Vietri a Salerno
Il Prefetto chiede sospensione pedaggio autostradale
[ 22 02 2013 ]
Resta ancora chiuso al transito veicolare via Benedetto Croce, (nel tratto da Vietri verso Salerno) chiusa al traffico ormai da undici giorni. La decisione di prolungare il divieto di transito è stata presa ieri nel corso delle riunioni tenutesi alla Provincia e in Prefettura. Necessitano ancora diversi giorni per mettere in sicurezza l'area che riguarda il costone roccioso alle spalle della stazioni Total Erg a rischio frana e dal quale già si sono staccati dei massi.
Comune di Vietri, Provincia e Comune di Salerno hanno fatto richiesta al Prefetto affinché venga reso gratuito in questi casi di emergenza il transito autostradale nel tratto Cava-Salerno.
Visti da Vicino: Atrani, per non dimenticare
[ 22 02 2013 ]


Rubrica di approfondimento di Giuseppe Alviggi e Armando Polacco a cura di Giuseppe Alviggi
In questa puntata: Atrani, per non dimenticare. Incontro con Raffaele Mansi papà di Francesca la ragazza morta nell'alluvione ad Atrani del settembre 2010 e Lello Rispoli proprietario del Bar La Risacca.
On line il nuovo numero di Panorama Tirreno
periodico cavese diretto da Enrico Passaro
22 02 2013

Clicca sull'immagine per aprire e scaricare il nuovo numero di Panorama Tirreno

www.panoramatirreno.it

SPECIALE ELEZIONI
con tutte le liste dei candidati alla Camera e al Senato
Allarme per i lavori della rotatoria in Via Salvo d'Acquisto
"Facciamo un pacco alla camorra"
impegno di legalità
Primato negativo per il sito internet del Comune di Cava de' Tirreni
Lunga serie di risultati positivi per la Pro Cavese
Dichiarazioni del sindaco Galdi su Ospedale
[ 21 02 2013 ]
"Mi è stato riferito dell'apposizione di uno striscione all'ingresso dell'Ospedale Maria SS. Incorata dell'Olmo che accusa la destra di aver fatto chiudere l'ospedale. Mi pare che tutte queste iniziative allarmistiche, a pochi giorni dal voto, siano pretestuose e pericolose. Destano, infatti, preoccupazioni nella popolazione e rappresentano un precedente di allarme infondato che potrebbe poi non consentire la mobilitazione in caso di reale bisogno. Come sindaco di Cava credo di aver ampiamente dimostrato, anche in modo eclatante, di essere disposto a tutto pur di salvare il nostro ospedale. La nostra classe dirigente, in particolare il presidente on. Cirielli e l'on. Baldi, ha sostenuto questo sforzo. Stiamo attenti all'evoluzione della situazione che però non avrà in ogni caso mutamenti fino alla nomina del nuovo direttore generale dell'Azienda universitaria che si avrà nelle prossime settimane in seguito alla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del decreto che riconosce l'A.U. e determina la decadenza dell'attuale D.G. dott.ssa Lenzi. Fino ad allora eè inutile allarmarsi ed è almeno strano che ciò accada a un giorno dal voto".

Intanto il presidente della Commissione consiliare alla Sanità, dott. Carmine Papa, ha convocato, d'accordo con il sindaco, la sua commissione nella mattinata di giovedì 28 febbraio, per tenere aggiornate tutte le forze politiche e sindacali sulla situazione attuale e in quella occasione ci sarà la possibilità, e fuori dalla bagarre elettorale, di valutare l'evolversi della situazione.
Cooperative edilizie: scelta dei suoli
[ 21 02 2013 ]


Questa mattina, alle ore 10, nella Sala Gemellaggi del Palazzo di Città, sono stati chiamati altri 14 nuclei familiari, attualmente nei prefabbricati leggeri, per scegliere altrettante abitazioni comunali in via Ferrara, quali alloggi parcheggio, in attesa di entrare in quelle definitive, in costruzione nell'insediamento di Pregiato.
"Il piano di mobilità predisposto dalla nostra Amministrazione- ha dichiarato il sindaco Marco Galdi- va così avanti e questo ci consentirà di liberare l'area di Pregiato1, in modo da permettere l'avvio del nuovo cantiere e avviarci al definitivo smantellamento del campo container della zona. Un'altra importante pagina vissuta nel segno di una città che risana le sue ferite grazie all'impegno della nostra Amministrazione".
A ricevere i 14 nuclei familiari pronti a trasferirsi, seppure provvisoriamente, in via Ferrara, sono stati il sindaco Marco Galdi, il responsabile del Patrimonio, Giovanni Pagano e i suoi collaboratori.

Elenco degli assegnatari:
1. D'Acunto Giovanna
2. Manzo Iolanda
3. Imbimbo Giorgio
4. Senatore Michele
5. Ruggiero Alberto
6. Cuomo Annamaria
7. Siani Mario
8. Gigantino Anna
9. Bruno Anna
10. Antonelli Lucia
11. De Simone Anna
12. Lamberti Gabriele
13. Adinolfi Margherita
14. Cesaro Emilia
Cooperative edilizie: scelta dei suoli
[ 21 02 2013 ]


Questa mattina presso l'Ufficio Urbanistica del Comune c'è stata la scelta da parte dei cooperatori dei suoli dove poter andare a realizzare la tanto attesa abitazione. Viva soddisfazione è stata espressa dal sindaco Marco Galdi, presente all'evento. "Un altro centinaio di case saranno realizzate ed altrettante famiglie potranno coronare il loro sogno. Alcune richieste risalgono al 1976, altre ai primi anni '80, quindi una storia molto vecchia che abbiamo affrontato con molta decisione, attraverso due passaggi in Consiglio comunale e un indirizzo preciso al Settore urbanistico. E finalmente si è conclusa. Sono rimaste fuori al momento tre cooperative, per carenza di suolo, per un totale di trentasei alloggi. Ma abbiamo già l'impegno di altre società che devono realizzare "social housing", e che stanno per ottenere l'autorizzazione regionale, che assorbiranno questi cooperatori o in ogni caso nel dimensionamento del nuovo piano urbanistico comunale prevedremo degli spazi ulteriori per l'"edilizia sociale" e quindi la possibilità di dare risposte anche a queste ultime cooperative".
Elenco cooperative chiamate a scegliere i suoli:
Coop. "Monica"
Coop. "Magliano"
Coop. "Edil Sud"
Coop. "S. Lucia"
Coop. "Spatuzzi"
Coop. "Tirrenia"
Coop."La Ginestra"
Coop. "Dell'Olmo"
Coop. "Centanni"
Coop. "Esp. 90 SCARL"

Aree disponibili assegnate:
1. Piano PEEP S. Pietro: Comparto di Via N. Di Marino: disponibilità di n. 2 lotti da n. 6 alloggi per un totale di n. 12 alloggi;
Comparto di Via Consalvo: disponibilità di n. 3 lotti: n. 1 lotto da 16 alloggi e n. 2 lotti da 12 alloggi per un totale di 40 alloggi.

2. Piano PEEP S. Lucia: N. 4 lotti disponibili per un totale di n. 48 alloggi.

ASSEGNAZIONI
1) Coop. "Monica": Comparto c3 s. Pietro - Via N. Di Marino - Lotto n. 1 e Lotto n. 2 per un numero complessivo di n. 12 alloggi.
2) Coop. "Magliano" (completamento): Comparto di Via Consalvo - Lotto R4 limitatamente ai n. 9 alloggi riconosciuti con delibera di C.C. n. 106 del 11.03.1981. Resta una disponibilità sul lotto R4 di n. 3 alloggi.
3) Coop. "Edil Sud": Comparto di Via Consalvo - Lotto R3 - per n. 12 alloggi.
4) Coop. "S. Lucia": Comparto di Via Consalvo - Lotto R1 nei limiti dei 14 alloggi. Resta la disponibilità sul lotto R1 di ulteriori n. 2 alloggi.
5) Coop. "Spatuzzi": Sub- Comparto A) di Santa Lucia - Lotto L4 - per n. 12 alloggi.
6) Coop. "Tirrenia": Comparto di Via Consalvo - Lotto R4 limitatamente ai n. 3 alloggi residui e Lotto R1 del medesimo Comparto di Via Consalvo limitatamente ai n. 2 alloggi residui e sulla planimetria Sub-Comparto A) di Santa Lucia - Lotto L3 - limitatamente a n. 7 alloggi, per un complessivo di n. 12 alloggi. Restano sul lotto L3 del Sub Comparto A) di S. Lucia n. 5 alloggi residui. 7
) Coop. "La Ginestra": Sub Comparto A) di Santa Lucia - Lotto L1 per n. 12 alloggi.
8) Coop. "Dell'Olmo": Sub Comparto A) di Santa Lucia - Lotto L2 per n. 12 alloggi.
9) Coop. "Centanni", n. 5 alloggi residui del Lotto L3 - Sub Comparto A) di S. Lucia, l'ulteriore aliquota di n. 7 alloggi è rimandata all'housing sociale nei termini stabiliti dal Consiglio Comunale.
Per quanto riguarda le Cooperative "Comparto C4/1" e "Esp. 90", non essendo più disponibili lotti ed alloggi nei Comparti, si dà atto che le stesse potranno soddisfare le proprie esigenze tramite l'housing sociale nei termini stabiliti dal Consiglio Comunale.
Report settimanale delle forze dell'ordine cavesi
[ 21 02 2013 ]
Livio Trapanese
Reati comuni, lavoro nero, spaccio di sostanze stupefacenti, molteplici violazioni al codice della strada e tant'altro ancora, nel mirino delle Forze di Polizia di Cava de'Tirreni. La settimana appena trascorsa (11-18 febbraio 2013) ha visto gli uomini e donne del Commissariato di Pubblica Sicurezza (089.340511) di corso Giovanni Palatucci (Servo di Dio), 4, guidato dal"aggregata" Vice Questore Aggiunto Marzia dr.ssa Morricone, della Tenenza dell'Arma dei Carabinieri di via Pasquale Atenolfi, 72 (089.441010), agli ordini del Tenente Vincenzo Tatarella, dell'aliquota Nucleo Mobile della Tenenza della Guardia di Finanza (089.463797), di via Generale Luigi Parisi, 104/a, retta dal Luogotenente Donato Affinito e del Corpo di Polizia Locale (800.279.221 - 089.341692), diretto dal Dirigente-Comandante Antonino Ing. Attanasio, conseguire i seguenti risultati: arresto di 2 persone, di cui una per spaccio di stupefacenti, e 5 indagate (in stato di libertà) per furto, ricettazione ed altro. ...

Approfondisci

Consegnati i ricchi premi della Lotteria della Solidarietà
[ 20 02 2013 ]




Livio Trapanese
Tutto è bene, quale che finisce bene, soprattutto se trattasi di premi di una lotteria di solidarietà e che quanto è stato posto in palio si riesce a consegnare, cosa che accade raramente, agli aventi diritto.
Nell’accogliente Sala Teatro Comunale “Luca Barba”, ubicata in Corso Umberto I, 153, di Cava de’Tirreni (nel cuore del borgo porticato), domenica 17 febbraio 2013, la cavese Associazione di Volontariato Socio-Sanitario “Solidarietà e Salute O.N.L.U.S.”, ha calato il sipario sulla 1ª “Lotteria della Solidarietà”, realizzata per acquistare apparecchi medicali per il Reparto di Endocrinologia e Diabetologia dell’Ospedale Santa Maria Incoronata dell’Olmo.
Il Sodalizio, indirizzato dal Dottore Mariano Agrusta, eccelso Presidente Onorario, già Primario del citato reparto ospedaliero, dal Presidente Elena Spatuzzi, con la frenetica cooperazione del Segretario Luigi Fasano e di: Riccardo Di Mauro, Franco D’Auria, Pietrantonio Donatantonio, Rita Allocca, Felice Capasso, Guglielmo D’Alessio ed Eliseo Pisapia, con la presentazione del giornalista radio-televisivo Livio Trapanese, ha proceduto alla consegna dei cinque ricchi premi.
Il TV digitale di 7”, abbinato al biglietto n. 00255, è stato consegnato a Sabato Amorevole.
La Fotocamera Samsung, abbinata al biglietto n. 07439, è stata ritirata da Salvatore Vitale.
Il Trapano a percussione, abbinato al biglietto n. 00823, è andato a Pietrantonio Donatantonio.
La Videocamera Panasonic, abbinata al biglietto n. 09703, è stata vinta da Raffaella Maresca.
La Fiat 500, chiavi in mano, abbinata al biglietto n. 07412, l’ha ritirata il neo laureato Paolo C.
Eccetto la signora Raffaella Maresca, appositamente giunta da Sant’Egidio del Monte Albino, ove risiede, i citati fortunati vincitori sono tutti natii e residenti a Cava de’Tirreni.
Il biglietto collegato all’autovettura, lo ribadiamo, fu venduto dallo sponsor MIKI HI-FI CAR STEREO, di via Eduardo De Filippis, 64/66 di Cava de’Tirreni.



A consegnare i premi, Elena Spatuzzi ha precettato: Carlo Russo, Presidente del Tribunale dei Diritti del Malato, Sezione di Cava de’Tirreni, ed i dottori Raffaella Fresa, Luca De Franciscis e Vincenzo Di Blasi, Dirigenti Medici del Reparto di Endocrinologia e Diabetologia del Santa Maria Incoronata dell’Olmo, retto, fino al decorso mese di dicembre, dal magnifico dottore Mariano Agrusta.
Per la Pubblica Amministrazione è intervenuta la dr.ssa Mariella Pellegrino la quale, sin dall’alba della lotteria, ha monitorato l’intero iter burocratico e che tutto avvenisse secondo legge.
Dei 25.822 biglietti predisposti, al costo di soli 2 €., che dovevano consentire un introito di 51.644 €., all’estrazione della lotteria (sabato 15 dicembre 2012), risultarono venduti solo 4.4.77 carnet, per un totale di €. 8.954.

Per ulteriori informazioni: Tel.089.343127 o solidasalute@gmail.com o www.amicodiabete.com.



Un piano di rilancio turistico per Cava
[ 20 02 2013 ]
Ieri mattina seduta della Commissione consiliare alla Cultura, Sport e Turismo per l'audizione del gruppo di lavoro della COTEMA Partners che, su incarico del sindaco Galdi e dell'Amministrazione comunale tutta, ha lavorato e sta lavorando a un nuovo piano di rilancio del settore turistico cittadino.
Il presidente della Commissione Gerardo Baldi ha invitato alla stessa anche i rappresentanti delle varie categorie che animano l'economia metelliana (albergatori, ristoratori, commercianti, artigiani) e il commissario della locale Azienda di Soggiorno e Turismo, Filippo Diasco.
Dopo l'apertura dei lavori della Commissione il sindaco Galdi ha preso la parola per illustrare le motivazioni che hanno portato ad affidare alla COTEMA l'incarico di stilare un piano di rilancio del comparto turistico "che ha numeri incoraggianti- ha sottolineato tra l'altro Galdi- come testimoniano le circa cinquecento presenze in più registrate nell'anno appena concluso rispetto a quello precedente nonostante il momento no congiunturale.
Segno di una grande potenzialità della città. Che ha bisogno però di essere guidata, assecondata, adeguata alle esigenze del mercato, nel corso dell'ultimo secolo molto mutata". A seguire ci sono stati gli interventi del commissario dell'AA.S.T. Diasco che ha accolto con grande favore l'intuizione del sindaco Marco Galdi per i suoi potenziali risultati positivi per tutto il comparto, e quelli dei vertici della COTEMA, Paolo Tedeschi e Federica Raddi, che hanno analiticamente presentato il loro piano. Sono intervenuti i rappresentanti consiliari dell'opposizione, Vincenzo Bove, Michele Mazzeo, Vincenzo Servalli che hanno apprezzato la scelta del sindaco Galdi e, per sommi capi, il lavoro presentato. Naturalmente riservandosi nel corso delle prossime settimane di leggere più approfonditamente nel documento presentato per formulare proposte integrative. Invito che il sindaco Galdi, dopo l'intervento in tal senso fatto anche da Lucia Scapolatiello, nota albergatrice, ha rivolto a tutti gli attori dell'economia cittadina, e non solo a quelli del settore turistico, prima di arrivare a una sintesi finale che possa definitivamente far partire il piano.
Grande successo per l'incontro-confronto pubblico
tra i candidati cavesi
[ 20 02 2013 ]


Sanità, abusivismo edilizio, lavoro, crisi economica, turismo e sistema elettorale: sono le tematiche su cui si sono "affrontati" i candidati cavesi alle elezioni politiche nel corso dell'incontro-confronto pubblico tenutosi lunedì 18 febbraio al Social Tennis Club di Cava de' Tirreni (Sa) ed organizzato dall'Associazione "Cava Sviluppo", in collaborazione con il quotidiano on line ilPortico.it. Sono intervenuti Domenico Campeglia, Umberto Ferrigno, Rossana Lamberti, Antonio Palumbo e Fabio Siani. Un folto pubblico ha seguito con attenzione l'interessante dibattito, conclusosi con un'"assunzione di responsabilità" da parte dei candidati nei confronti della città metelliana
Un dibattito serrato ed incalzante, dai toni talvolta anche forti e decisi, ma sempre nei limiti della correttezza e del rispetto reciproci: è stato quello andato in scena ieri sera, lunedì 18 febbraio, al Social Tennis Club di Cava de' Tirreni (Sa) in occasione dell'incontro-confronto pubblico tra i candidati cavesi alle prossime elezioni politiche, in programma domenica 24 e lunedì 25 febbraio.
L'iniziativa è stata organizzata dall'Associazione "Cava Sviluppo", che riunisce un centinaio di imprenditori metelliani, in collaborazione con il quotidiano on line ilPortico.it (www.ilportico.it), per offrire ai candidati cavesi in corsa per l'elezione alla Camera dei Deputati ed al Senato della Repubblica la possibilità di presentare ed argomentare pubblicamente i propri programmi e quelli delle rispettive formazioni politiche su tematiche di stretta attualità e di interesse nazionale, ma con inevitabili riflessi anche sull'ambito locale.
L'evento promosso dall'Associazione presieduta da Maurizio D'Antonio aveva, però, soprattutto l'obiettivo di consentire ai cittadini cavesi, e non solo, di essere informati sui programmi e sui progetti dei vari candidati metelliani, in modo da arrivare più "preparati" all'atteso appuntamento elettorale del prossimo week-end.
All'incontro-confronto pubblico, tenutosi in un Salone delle Feste del Social Tennis Club letteralmente gremito e moderato dal giornalista Lello Pisapia, Direttore de ilPortico.it, hanno preso parte:
- Domenico Campeglia, candidato alla Camera per "Fare per Fermare il Declino";
- Umberto Ferrigno, candidato alla Camera per l'Unione di Centro;
- Rossana Lamberti, candidata al Senato per il Partito Democratico;
- Antonio Palumbo, candidato alla Camera per il Centro Democratico;
- Fabio Siani, candidato al Senato per "Fratelli d'Italia - Centrodestra Nazionale".



Non hanno partecipato loro malgrado all'iniziativa, a causa di improrogabili impegni assunti precedentemente, Armando Lamberti, candidato alla Camera per "Scelta Civica con Monti per l'Italia", e Giuseppe Musumeci, candidato alla Camera per La Destra.
Con tre minuti di tempo disponibili per rispondere alle singole domande preparate dal Consiglio Direttivo di "Cava Sviluppo" - una tempistica volutamente "ridotta" per contenere i tempi della serata e per "esaltare" la dote della sintesi che dovrebbe contraddistinguere in generale gli "attori" della politica - i candidati si sono "affrontati" sulle delicate tematiche del sistema elettorale, del lavoro, della sanità, dell'abusivismo edilizio, del turismo e della crisi economica.
Il tono del dibattito si è inevitabilmente infervorato sulle vicende maggiormente "sentite" nella città metelliana. Quella relative alla sanità, con sullo sfondo la problematica dell'Ospedale "Santa Maria dell'Olmo", sempre a rischio di chiusura o comunque di depauperamento di risorse, servizi e professionalità, e l'altra inerente l'abusivismo edilizio, con il dramma degli abbattimenti già vissuto sul territorio locale e che continua ad incombere come una spada di Damocle su tante famiglie cavesi.
E come prevedibile non sono mancati, in particolare tra i candidati al Senato Rossana Lamberti (Partito Democratico) e Fabio Siani (Fratelli d'Italia - Centrodestra Nazionale), rimbalzi di responsabilità tra le compagini di centrosinistra e di centrodestra sulla "paternità" delle colpe e sulla "gestione" passata e presente delle due problematiche.
La serata si è chiusa con una precisa e pubblica "assunzione di responsabilità" da parte dei candidati, che, sollecitati in tal senso dagli associati di "Cava Sviluppo", hanno specificato il loro impegno concreto per la città metelliana nel caso di un'auspicabile elezione alla Camera o al Senato.
A far calare il sipario sull'evento il saluto finale del Presidente di "Cava Sviluppo", Maurizio D'Antonio, mostratosi particolarmente soddisfatto per aver conseguito la finalità informativa dell'iniziativa, anche in considerazione della "qualità" del dibattito sviluppatosi e del variegato spettro degli argomenti affrontati. Tutti i presenti ieri sera al Social Tennis Club avranno ora con tutta probabilità le idee più chiare su chi e cosa votare il 24 e 25 febbraio.

Per info e contatti:
Associazione "Cava Sviluppo", via XXV Luglio, 277 - 84013 Cava de' Tirreni (Sa) - www.cavasviluppo.it - info@cavasviluppo.it
Atti osceni in luogo pubblico: entra in boutique
e si masturba davanti alla commessa, denunciato
[ 19 02 2013 ]
Comunicato stampa Questura di Salerno.

Personale della Squadra Anticrimine del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Cava de' Tirreni ha proceduto all'arresto di A. V. I., 23enne di nazionalità bulgara, domiciliata in Cava de' Tirreni presso la "Comunità Famiglie di Nazareth" Villa Iris, in esecuzione del Decreto di Sospensione Cautelare, emesso dall'Ufficio di Sorveglianza di Salerno e scaturito in seguito alla segnalazione da parte dei poliziotti cavesi della violazione agli obblighi imposti dalla misura alternativa dell' Affidamento in Prova al Servizio Sociale, a cui la straniera era sottoposta.
La straniera è stata condotta presso la casa circondariale di Salerno a disposizione della competente Autorità Giudiziaria.

Nel corso di un altro intervento, a seguito della segnalazione fatta al "113" per un reato di atti osceni in luogo pubblico, i poliziotti della Squadra Volante del Commissariato di Cava hanno accertato che uno straniero, dopo essere entrato in un negozio di abbigliamento ubicato sul corso Umberto I, con il pretesto di provare dei capi di abbigliamento, si recava nello spogliatoio e ne usciva completamente nudo masturbandosi alla presenza della giovane commessa. L'immediata reazione della ragazza, che iniziava ad urlare attirando l'attenzione di altri commercianti, destabilizzava il giovane che rivestitosi frettolosamente si dava a precipitosa fuga. I poliziotti hanno immediatamente attivato la ricerca dell'autore del reato e, dopo una minuziosa e attenta ricerca lungo le principali strade cittadine e nei luoghi di ritrovo giovanili di Cava de' Tirreni, lo hanno rintracciato all'interno della locale stazione ferroviaria, identificandolo per I. M. pakistano di anni 27, e denunciandolo in stato di libertà per il reato di "Atti Osceni In Luogo Pubblico".

Si segnala, infine, il positivo esito di una specifica attività info-investigativa per contrastare lo spaccio di droga, che ha consentito agli Agenti del Commissariato di Cava di fare irruzione presso l'abitazione del pregiudicato V.P. di anni 50, abitante in località Epitaffio, mentre era intento a confezionare singole dosi di "Cannabis Indica" da immettere sul mercato cavese destinato a giovani assuntori. Nella circostanza sono stati sequestrati 44 grammi di sostanza stupefacente già divisa in dosi da gr. 2 cadauna, un bilancino di precisione per la pesa della stessa sostanza e materiale necessario per il confezionamento dello stupefacente, nonché danaro provento dall' illecita attività. V.P. è stato deferito in stato di libertà alla competente Autorità Giudiziaria per "detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente".
Al top la 22ª Edizione della “Tombola Grassa”
de’ La Nostra Famiglia
[ 19 02 2013 ]
Livio Trapanese


La diversità non differenzia l’amore cristiano, è questa una delle tesi sempre sostenute dal Beato Don Luigi Monza, fondatore dell’Istituto Secolare delle Piccole Apostole della Carità, iperattive operatrici anche nel Centro di Riabilitazione de’ La Nostra Famiglia nella Villa Ricciardi, sita in via Massimo Marghieri di Rotolo-Maddalena di Cava de’Tirreni. La missione delle P.A.C., presenti nei cinque continenti del mondo, a Cava de'Tirreni dal 16 ottobre 1976, è quella di prendersi cura dei bisognosi, farsi carico del bene da compiere, prodigarsi di farlo bene e porre la scienza al servizio della carità”.
A tali obiettivi, il folto “Gruppo Amici” de’ La Nostra Famiglia cavese, animato da Elvira Della Monica Santin, provvisoriamente sostituita da Rosaria Sorrentino, nella serata di venerdì 15 febbraio 2013, nello spazioso Salone delle Feste del Club “L'Orizzonte” di Passiano della “città dei portici”, conscio che “il bene non fa rumore, ma c’è”, ha dato vita alla 22ª Edizione della Tombola Grassa, annuale appuntamento per raccogliere fondi da destinarsi alle esigenze del Centro di Riabilitazione metelliano e permettere ai ragazzi diversamente abili, e loro accompagnatori, di portarsi dinanzi alla grotta di Luordes per pregare la Beata Vergine Maria.
L’annuale evento, per lunghi anni, è stato diretto e presentato dal mai dimenticato Gino Avella.
L'allestimento della sala e quanto di propedeutico per la realizzazione dell'atipica tombola, è stato curato, nei minimi dettaglia, da Linda Frigerio, Rosanna Avella, Nicola Carratù, Luigi Cardone, Giuseppe Attanasio, Alfonso Tortora, Matteo Viviani e dalla signore: Tiziana, Rosaria, Maria, Concetta, Rosa, Tina, Giuseppina, Paola, membri del Gruppo Amici de’ La Nostra Famiglia cavese,
Il “padrone di casa” del Club L'Orizzonte, Raffaele Narbone, attivamente coadiuvato da Vittorio Avagliano, nel corso del suo intervento, ha sottolineato che sin dalla costituzione del sodalizio (anno 2003, in precedenza si denominava ”Amici di Passiano”), lo scopo primario è quello di porsi al filantropico servizio della collettività, purché il fine sia sempre socio-solidale-culturale.
Gli esperti notai della serata sono stati il decano Ciro Fusco, cooperato da Alfonso Tortora e Salvatore Vitale, che hanno assegnato ben 26 ricchi premi: 10 ambi, 7 terni, 4 quaterne, 3 cinquine, 1 tombola ed 1 “tombolino”, offerti, come per gli altri anni, dal munifico ceramista cavese Enzo Lodato, delle “Ceramica Artistica Nuove Creazioni“, e da altre aziende alimentari e non cittadine e del circondario. Quest'anno, ai benefattori, s’è aggiunto il ceramista Adriano Bergamo, delle “Ceramiche Vietresi”.
Le cartelle vendute sono state 1.540, pari ad €. 7.700; lo scorso anno se ne distribuirono 1.500.
Nel corso del gioioso trattenimento, presentato dal giornalista radio-televisivo Livio Trapanese, supportato delle vallette: le sorelle Anna e Rossella Ferrara, fra un sorteggio e l'altro, si sono esibiti, con canti e balli: il conosciuto gruppo folk “Le 7 bocche”, la tredicenne Giovanna Landi, eccelsa voce bianca del coro Teatro Verdi di Salerno, la scuola di danza latino-coreografico “L'Officina delle Arti”, diretta dalla notissima ballerina Anna Torino.
Sul palco sono saliti poi il “Trio di Fiati”: Antonio Rufo - oboe, Antonio Senatore - flauto e Antonello Capone, fagotto; tutti rinomati professori del Conservatorio salernitano e membri dell'orchestra filarmonica del nominato Teatro Verdi, deliziando il vasto uditorio, con: “C'era una volta il west” e “Mission”, di Ennio Moricone, e “La vita è bella”, di Nicola Piovano.
A seguire il trio “Le note di Napoli”, con Bruno De Rosa al mandolino, Roberto Castagna alla chitarra e Francesco Delli Paoli voce, presentando, col coinvolgimento dei presenti, un piacevole spaccato di eccellente musica partenopea degli anni 50 e 60.
Le ragazze e ragazzi della scuola di danza sportiva “New Latin Club Forever”, che consta di 100 atleti, di cui 30 adulti, sebbene col cuore affranto per l'immatura dipartita del caro Giuseppe Laudato, papà di due delle 70 giovani ballerine, con l'abile direzione artistica delle maestre Gilda Avagliano e Rachele Di Mauro, si sono esibiti in tre distinti gruppi: under 9, 13 e 21anni.
A rallegrare i tanti bambini e ragazzi in sala, ma anche gli adulti, ci ha pensato l’esilarante attore professionista, di spessore ultranazionale, Giulio Carfora, in arte “Giulius Cloun”, della Compagnia dei Saltimbanco di Afragola.
La direttrice del Centro di Riabilitazione cavese, Renata Zanella, in uno alle consorelle: Gabriella, Linda, Agnese, Minuccia e Simona, al termine della piacevole e solidale serata, sono apparse del ultrasoddisfatte, specialmente per la pronta e prodiga accoglienza del Club L'Orizzonte.
Appuntamento al mese di febbraio 2014, per la 23ª Edizione, ricordando quanto cristiano impegno profondono, nel quotidiano, le citate sei P.A.C. (affiancate da 45 operatori sanitari e volontari), ai 290 giovanissimi diversamente abili (dal 16 ottobre 1976 sono oltre 3.300), provenienti da ogni parte della Regione Campania e da quelle viciniore.



Nasce l'Associazione Culturale Ricreativa "Nuotare a Cava"
[ 19 02 2013 ]


Domenica è stata presentata ufficialmente l'associazione culturale ricreativa "Nuotare a Cava" nella sala consiliare del Palazzo di Città gremita e alla presenza del primo cittadino prof. Marco Galdi, il presidente dell'associazione, dott. Carmine Memoli, e il medico esperto in cardiologia, dott. Giulio Maiorino.
"Sono felice di presenziare alla nascita di questo modello educativo, che merita assolutamente di essere sostenuto. Il nuoto è uno sport che ha creato una vera e propria comunità nella nostra città, -ha spiegato il sindaco Galdi- e noi amministratori dobbiamo creare le condizioni affinché questa passione possa fomentarsi sempre di più" .
Emozionato ed orgoglioso anche il presidente di "Nuotare a Cava" , il dott. Carmine Memoli: "La nostra associazione è nata su iniziativa di un gruppo di amici, che hanno sentito l'esigenza di creare un movimento aggregativo di persone attorno al nuoto. Il nostro obiettivo è quello di tutelare e salvaguardare questa disciplina, per non sprecare gli enormi sacrifici fatti in tutti questi anni. La speranza è che in futuro ''Nuotare a Cava' possa diventare un circolo strutturato, coinvolgendo gli iscritti aldilà delle attività prettamente agonistiche" .
La presentazione si è conclusa con la descrizione del programma medico messo a punto dal Dott. Giulio Maiorino, che ha esposto la necessità di un defibrillatore all'interno di ogni impianto sportivo. Il cardiologo, infine, ha spiegato l'importanza della prevenzione, articolata in tre ambiti principali: cardiovascolare, nutrizionale e posturale.
È partita così, tra l'entusiasmo generale, l'avventura dell'associazione culturale ricreativa "Nuotare a Cava".

Meteo: in arrivo freddo gelido, allarme anziani
[ 19 02 2013 ]
Il Piano di Zona Ambito S3 rende noto che, nonostante le temperarure miti di questi giorni, l'inverno non è finito. L'ultima coda è infatti rappresentata dall'Orso siberiano, un immenso ammasso di aria gelida presente sulla Russia busserà nuovamente alle porte dell'Europa e porterà un brusco calo delle temperature a partire da giovedì. In tal senso, il Piano di Zona avverte che il freddo eccessivo, come quello che registriamo in questo periodo, rappresenta una minaccia soprattutto per la salute degli anziani, dei bambini molto piccoli, delle persone affette da malattie croniche.
Si tratta dell'l'ultima fase dell'inverno, quella più dinamica, a cui poi fa sempre seguito la primavera ed è causata dal braccio di ferro tra l'aria gelida continentale e l'aria ormai più mite afro-mediterranea. Condizioni di instabilità specie lunedi al centro-sud e isole maggiori, mentre martedì trascorrerà col bel tempo mite, ma sarà solo la quiete prima della tempesta. Mercoledi, infatti, un impulso gelido dalla Polonia punterà verso l'Italia e infatti tra la sera e la notte è atteso un importante guasto del tempo con nevicate diffuse Ma sarà nel corso del Venerdi che il peggioramento sarà più accentuato con condizioni di maltempo generale al centro-nord, Sardegna e Campania: quel che rimane del ciclone Nemo che ha portato violente nevicate negli USA, raggiungerà la penisola.
E non è finita qui: una nuova perturbazione attesa per il weekend elettorale guasterà il tempo del fine settimana, e altra neve anche copiosa cadrà su Alpi, Appennini e pianure del nordovest.
Fiera Città di Cava
[ 19 02 2013 ]
Prossimi eventi Culturali a cura di Fornace Falcone
[ 19 02 2013 ]
- Mercoledì 20 e giovedì 21 febbraio 2013 alle ore 21:00 - Spettacolo Teatrale “Pandora” a cura Teatro Bis – MARTE – C.so Umberto I, 137 - Cava de’ Tirreni (SA);
- Venerdì 1 Marzo 2013 – ore 19:30 – Michele Calocero “Quod Video Est” – MARTE – C.so Umberto I, 137 - Cava de’ Tirreni (SA).
Chiuso al traffico per 30 giorni il tratto
di Corso Mazzini davanti alla scuola Don Bosco
[ 17 02 2013 ]
Da lunedì 18 febbraio al 18 marzo, per permettere il prosieguo dei lavori di riqualificazione di piazza Amabile e delle zone a ridosso della Zona a Traffico Limitato, sarà chiuso alla circolazione il tratto di corso Mazzini dall'intersezione di via Martelli Castaldi al successivo incrocio con via Matteo Della Corte. Il dispositivo di traffico prevede il senso unico in direzione est-ovest in via Castaldi sulla quale sarà, inoltre, possibile durante gli orari di ingresso e di uscita degli alunni della scuola Don Bosco sostare anche sul lato destro della carreggiata, come sulla bretella di via Arena, per permettere ai genitori di avere un'alternativa all'area parcheggio della zona, non fruibile in questo mese per i lavori in corso.
Incontro-confronto tra i candidati cavesi alle Politiche
[ 17 02 2013 ]
Nasce al "Marco Galdi" la sezione del Liceo Musicale
[ 17 02 2013 ]

Il Liceo Classico "Marco Galdi" di Cava de' Tirreni rende noto che la Giunta Regionale della Campania, con delibera n. 32/2013, ha approvato la riorganizzazione della rete scolastica e il piano dell'offerta formativa per l'anno scolastico 2013/14 programmando presso il nostro Istituto l'attivazione di una nuova sezione di Liceo Musicale.
Il nuovo corso liceale, oltre ad assicurare una solida preparazione di base, valida per l'accesso agli studi universitari, permetterà ai giovani di talento di coltivare le loro inclinazioni artistiche.
I genitori degli alunni che attualmente frequentano le terze classi delle scuole secondarie di primo grado con indirizzo musicale possono rivolgersi per ulteriori informazioni agli uffici di segreteria.
Si ricorda che i termini di scadenza per le iscrizioni al nuovo Liceo restano comunque fissati al 28 febbraio 2013.
Nel piano di studio del Liceo Musicale sono presenti come discipline di indirizzo:
- Storia della Musica
- Tecnologie Musicali
- Teoria, analisi e composizione
- Esecuzione ed interpretazione
- Laboratorio di musica d'insieme.

Riparte Il Cinema Impossibile
con il finalista ai David di Donatello
[ 17 02 2013 ]
Torna, radicalmente rinnovata, la rassegna del MARTE Mediateca Arte Eventi IL CINEMA IMPOSSIBILE. Primo film in proiezione, martedì 19 febbraio ore 20.30, Vietato Morire, del regista Teo Takahashi. Quest'anno il format cinematografico marziano è interamente dedicato al circuito "Distribuzione Indipendente", teso a stabilire un nuovo percorso che si svilupperà anche con seminari e incontri d'autore in collaborazione con l'Ateneo di Salerno...

Approfondisci
L'UDC candida Umberto Ferrigno
[ 17 02 2013 ]
Anche l'Unione di Centro scende in campo a Cava de' Tirreni, rappresentato da Umberto Ferrigno, Professore di Tecnica dei Servizi Turistici presso l'Istituto metelliano "G. Filangieri", nonché componente del Coordinamento Provinciale UDC di Salerno, candidato alla Camera dei Deputati nel Collegio Campania 2 per le elezioni politiche in programma domenica 24 e lunedì 25 febbraio 2013.
Lectio Divina all'abbazia Benedettina della SS. Trinità
di Cava de' Tirreni - Quaresima 2013
[ 14 02 2013 ]
Partirà stasera, giovedì 14 febbraio, il nuovo ciclo di incontri dal titolo "La Croce: Porta della Fede", la Lectio Divina che sarà tenuta dal Padre Abate Dom Giordano Rota, nella Chiesa Cattedrale dell'Abbazia Benedettina della SS. Trinità di Cava de'Tirreni, e che si protrarrà, a cadenza settimanale, per tutto il periodo di Quaresima, in preparazione alla Santa Pasqua.
Filo conduttore dell'intero ciclo di incontri sarà ovviamente la fede, in virtù dell' "Annus Fidei"indetto dal Santo Padre, Papa Benedetto XVI, e che si è aperto lo scorso ottobre.
Ecco, nello specifico, il programma ed i relativi passi evangelici che saranno approfonditi nel corso delle sei serate in programma:
- Giovedì 14 Febbraio: "La tentazione: prova nella fede" (Lc 4,1-13);
- Giovedì 21 Febbraio: "Maestro è bello per noi essere qui!" (Lc 9,28b-36);
- Giovedì 28 Feb.:"Se non vi convertite, perirete tutti allo stesso modo?" (Lc 13,1-9);
- Giovedì 7 Marzo: "Bisognava far festa!" (Lc 15,1-3.11-32);
- Giovedì 14 Marzo: "Chi di voi è senza peccato?" (Gv 8,1-11);
- Giovedì 21 Marzo: "Se questi taceranno, grideranno le pietre!" (Lc 19,28-40).

La Lectio Divina, ossia "Lettura Divina", descrive il modo di leggere la Sacra Scrittura: allontanarsi gradualmente dai propri schemi ed aprirsi a ciò che Dio vuole dirci. La Parola di Dio è viva ed operante e trasforma ciascuno di noi se ci apriamo a ricevere ciò che Dio vuole darci.
Gli incontri, che proseguiranno fino al prossimo 21 marzo, avranno inizio alle ore 20.30
Questa sera, aperitivo politico con il candidato cavese
della lista "Scelta Civica con Monti" Armando Lamberti
[ 14 02 2013 ]
Questa sera, a partire dalle 19,30, presso la sede del comitato elettorale di Scelta Civica con Monti a Cava de'Tirreni in Corso Umberto I, 270, il candidato alla Camera Armando Lamberti incontrerà amici ed elettori per un aperitivo politico. All'incontro parteciperanno i candidati a Camera e Senato con Mario Monti.
Report settimanale delle forze dell'ordine cavesi
[ 13 02 2013 ]
Livio Trapanese
Evasione, truffa, ricettazione, furti, danneggiamenti, abusi edilizi, molteplici violazioni al codice della strada e tant’altro ancora nel mirino delle Forze di Polizia di Cava de’Tirreni. Durante la settimana scorsa, la Sezione Volanti del Commissariato di Pubblica Sicurezza (089.340511) di corso Giovanni Palatucci (Servo di Dio), 4, guidata, quale “aggregata” dalla Questura di Salerno, dal Vice Questore Aggiunto Marzia dr.ssa Morricone accolta, alcuni giorni or sono, dal Sostituto Commissario Vincenzo Siani, proseguendo nell’attività di controllo del territorio, fondamentale per la tutela dell’ordine, della sicurezza pubblica e per il clima di legalità che perdura a Cava de’Tirreni e di quanti la frequentano, ha eseguito 15 posti di controllo, monitorando, nel corso del transito per la“Bologna del sud”, 115 autovetture con 180 persone a bordo, di cui 26 con precedenti penali... Approfondisci
La O.N.L.U.S. “Solidarietà e Salute” consegna i premi della lotteria della solidarietà
[ 13 02 2013 ]
Livio Trapanese
A termine del lungo iter burocratico, l’Associazione di Volontariato socio-sanitario “Solidarietà e Salute O.N.L.U.S.” di Cava de’Tirreni, può finalmente consegnare i premi della lotteria agli aventi diritto. Il Sodalizio, guidato dal Dottore Mariano Agrusta, eccelso Presidente Onorario, già Primario del Reparto di Endocrinologia e Diabetologia dell’Ospedale Santa Maria Incoronata dell’Olmo della “Città dei portici” e dal Presidente Elena Spatuzzi, con la fattiva cooperazione del Segretario Luigi Fasano e dei membri: Pietrantonio Donantonio, Rita Allocca, Felice Capasso ed Eliseo Pisapia, Domenica 17 Febbraio 2013, alle ore 11,30, nella Sala Teatro Comunale “Luca Barba” di Corso Umberto I, 153 di Cava de’Tirreni (Borgo porticato), a conclusione delle lungaggini burocratiche inerenti la realizzata prima “Lotteria della Solidarietà”, potrà finalmente consegnare i premi ai vincitori. Altro definitivo traguardo per il dr. Riccardo Di Mauro, ideatore-materializzatore della lotteria. Dei 25.822 biglietti predisposti, al costo di soli 2 €., che dovevano consentire un introito di €. 51.644, la sera dell’estrazione della lotteria (sabato 15 dicembre 2012), risultarono venduti solo 4.4.77 carnet, per un totale di €. 8.954.
L’estrazione ha visto:
il primo numero: 00255 abbinato al TV digitale 7 MG-MGLA-DTV;
il secondo numero: 07439 abbinato alla Fotocamera Samsung ES25 Electronics - Silver;
il terzo numero: 00823 abbinato al Trapano a percussione Nakita HP 2051 W720;
il quarto numero: 09703 abbinato alla Videocamera Panasonic SDR-S70
il quinto numero: 07412 abbinato alla Fiat 500 1.2 69CVPOP; immatricolazione compresa.
Il biglietto abbinato all’autovettura in palio è risultato venduto dallo sponsor MIKI HI-FI CAR STEREO, di via Eduardo De Filippis di Cava de’Tirreni, acquistato dal cavese Paolo C..
Per ulteriori informazioni: Tel.089.343127 o solidasalute@gmail.com o www.amicodiabete.com; quest’ultimo attentamente “curato” dal sagace “pittografo” Franco D’Auria.
Al via al secondo lotto di "Borgo in luce"
[ 13 02 2013 ]
Presentato oggi dal sindaco Marco Galdi e dal direttore dei lavori, l'architetto Alberto Barone, l'avvio dei lavori del secondo lotto di "Borgo in Luce". Essi partiranno prima con le rilevazioni georadar e poi con i lavori veri e propri entro la fine di febbraio. "È un altro tassello importante dell'investimento complessivo sul centro storico cittadino che è la perla della città- ha dichiarato il sindaco Marco Galdi- Saranno eliminati tutti i fili elettrici pendenti nel borgo antico, sarà sistemata nella parte in cui ciò necessita la pavimentazione sottostante i porticati, sarà predisposto un impianto di filodiffusione e una serie di punti presa per l'alimentazione delle luminarie che nelle diverse occasioni dell'anno sono montate lungo il centro storico.
È un restyling radicale della pubblica illuminazione che sarà completata così anche nella parte del borgo antico. Cava che cambia, che sta cambiando è una grande soddisfazione per la nostra Amministrazione". I lavori si inseriscono in un più complesso progetto di riqualificazione urbana che vede in questi mesi la realizzazione di opere viarie tendenti a ingrandire la zona a traffico limitato e a migliorare la fruibilità del centro storico.
L'architetto Alberto Barone, direttore dei lavori, ha sottolineato che il progetto, che andrà a concludersi entro i prossimi 180 giorni, è nato con un unico obiettivo: quello di integrarsi al meglio nel contesto architettonico del Borgo. "Consapevoli comunque delle difficoltà che si potranno arrecare alle tante attività commerciali che insistono sullo stesso- ha concluso Barone- abbiamo un rapporto costante con le associazioni di categoria per ridurre al minimo tali disagi e faremo partite due cantieri in contemporanea, il primo da piazza San Francesco verso piazzetta di Mauro e l'altro da piazza Duomo verso la stessa piazzetta".



Nella foto, l'architetto Alberto Barone con il sindaco Galdi
Giuseppe Musumeci, candidato alla Camera dei Dep. nel Col.Campania 2 nella lista "La Destra di Francesco Storace"
[ 13 02 2013 ]
Anche La Destra di Francesco Storace scende in campo a Cava de' Tirreni rappresentata dal giovane Giuseppe Musumeci, Commissario cittadino del partito e candidato alla Camera dei Deputati nel Collegio Campania 2. Inaugurata la sede del Comitato elettorale in via Sorrentino,il direttivo cittadino de La Destra Sezione Cava de' Tirreni, composto da Mirko Galasso e Giuliano Massetti, apre le porte alla grinta e all'esperienza dell'avvocato Alfonso Senatore, già assessore alla Sicurezza e alla Viabilità, distintosi sempre per il suo serio e continuo impegno per la città. "Nel rispetto della difficile condizione del nostro Paese- afferma il commissario Giuseppe Musumeci- la nostra campagna elettorale sarà sostenuta da chiunque creda nel progetto de La Destra a Cava de' Tirreni, da poco reduce dallo tsunami che ha travolto il Palazzo comunale, e sarà contenuta in termini economici nei riguardi delle molte famiglie che faticano ogni giorno per arrivare a fine mese e vedono buttate migliaia di euro in carte e cartoncini. Quello che investiremo saranno le nostre facce, il nostro tempo e il nostro duro impegno cosicché le nostre parole corrispondano a dei fatti reali ed evidenti. L'invito a votare per il nostro simbolo alla Camera e al Senato è rivolto a chiunque abbia a cuore i veri ideali della destra sociale che mettono in luce i valori della famiglia, l'alta funzione sociale del lavoro, la formazione dei giovani, la lotta ai privilegi delle caste, la battaglia alla corruzione e il diritto per tutti di possedere una casa."

Nella foto, Giuseppe Musumeci
“Sposiamoci… a San Valentino”,
cena nuziale al Castello di Arechi
[ 13 02 2013 ]
Una cena speciale dedicata alle coppie “in odore” di matrimonio: giovedì 14 febbraio, nella splendida cornice del Castello di Arechi a Salerno, si terrà l’evento “Sposiamoci… a San Valentino”. Accompagnati da un raffinato menù, i futuri sposi potranno “pregustare” il viaggio di nozze, le bomboniere, gli abiti della cerimonia, il trucco, le foto e la colonna sonora del ricevimento... Approfondisci
Commissariato di PS: trasferito Marziano
Dalla Questura di Salerno arriva Morricone
[ 13 02 2013 ]
Livio Trapanese
Con il trasferimento del Vice Questore Aggiunto Giuseppe Marziano dal Commissariato di Pubblica Sicurezza di Cava de'Tirreni a quello di Nocera Inferiore, dalla Questura di Salerno, da qualche giorno, è stata "aggregata" al Commissariato cavese di Corso Giovanni Palatucci, accolta dal Sostituto Commissario Vincenzo Siani, il Vice Questore Aggiunto la dr.ssa Marzia Morricone. Alla dottoressa Morricone la redazione di CavaNotizie.it formula il benevenuto a Cava de' Tirreni ed augura buon lavoro.
Adotta un cane
Mafalda cerca casa
[ 13 02 2013 ]
Lei è Mafalda, ha perso il suo compagno di box da alcuni giorni e da allora non fa altro che piangere. E' una cagnolina dolcissima, molto coccolona, di piccola taglia, davvero bella.. le foto non le rendono giustizia. Vogliamo trovarle una cosa? Per adottarla rivolgersi al canile di Cava de' Tirreni oppure chiamare per informazioni ai seguenti numeri: 3466391786 - 3391570646.

Il Centro Commerciale Naturale di Cava de' Tirreni sostiene la movida "sicura"
[ 13 02 2013 ]
Per la Festa di San Valentino il Consorzio Cava Centro Commerciale Naturale, in collaborazione con Farmacie Metelliane MGA Srl, lancia l'iniziativa "l'amore all'improvviso". Giovedì 14 febbraio, presso tutti i locali pubblici situati nel perimetro del CCN di Cava de' Tirreni (Sa), saranno distribuiti gadget volti a promuovere l'amore e la sicurezza nei rapporti interpersonali.
Fino al 24 febbraio, intanto, si susseguiranno gli appuntamenti a base di musica, teatro, intrattenimento e letteratura rientranti nel cartellone de "il centro dell'amore"... Il Centro Commerciale Naturale di Cava de’ Tirreni (Sa) sostiene la movida “sicura”. In vista della Festa di San Valentino, il Consorzio Cava Centro Commerciale Naturale (CCN), in collaborazione con Farmacie Metelliane MGA Srl, lancia l’iniziativa “l’amore all’improvviso”. Presso tutti i locali pubblici (ristoranti, bar, pizzerie, disco-pub) situati nel perimetro del CCN metelliano, nella giornata di giovedì 14 febbraio saranno distribuiti dei gadget volti a promuovere l’amore e la sicurezza nei rapporti interpersonali.
Un’iniziativa, quest’ultima, che discende dalla considerazione, non sempre sufficientemente esplicata, di movida sicura. Non solo, quindi, rispetto delle norme sul tasso alcolico e sulle emissioni sonore da parte dei locali pubblici, ma anche sicurezza nei rapporti intimi e prevenzione dalle malattie sessualmente trasmissibili tra i giovani ed i meno giovani.
A Cava de’ Tirreni, intanto, e più precisamente in alcuni locali pubblici ed esercizi commerciali ricadenti nello scenario del Centro Commerciale Naturale, fino al prossimo 24 febbraio sono in programma una serie di iniziative a base di musica, teatro, intrattenimento e letteratura. La Sala Teatro Comunale “Luca Barba”, la libreria Marcovaldo, l’Officina 249, il Tex Saloon Club, il MARTE Mediateca Arte Eventi, il Pub Il Moro, il Morhum Cafè, il Ciù Ciù Coffee & Drink e l’Enotrio Wine Bar sono, infatti, le location di imperdibili appuntamenti rientranti nel cartellone de “il centro dell’amore”.
Partita lo scorso 9 febbraio, la kermesse conterà tra le sue tappe esibizioni musicali (in programma presso l’Officina 249, il Pub Il Moro), aperitivi (Ciù Ciù Coffee & Drink ed Enotrio Wine Bar), presentazioni di libri (MARTE Mediateca), intrattenimento per i più piccoli (Marcovaldo Libreria) e rappresentazioni teatrali (Sala Teatro “Luca Barba”).
Tra i vari eventi si segnala in particolare lo spettacolo “Il gobbo di Notre Dame”, promosso dalla Sala Teatro Comunale “Luca Barba” in collaborazione con la A.S.D. Dancegravity & Broadway High School Musical, in programma sabato 23 febbraio, alle ore 21.00, presso la struttura metelliana sita in Corso Umberto I, 153. Per assistere all’appuntamento il prezzo del biglietto è pari a 5 euro. I ticket sono prenotabili anche sulla pagina facebook “Il Proscenio”. Per maggiori informazioni è possibile telefonare ai numeri 340.3147129 e/o 393.3378060.
Per rimanere aggiornati su tutte le date de “il centro dell’amore” è possibile consultare il sito internet www.cavain.it.

Per info e contatti:
Segreteria Organizzativa MTN Internet Company Srl, C.so Mazzini 22, 84013 - Cava de’ Tirreni (Sa). Tel/fax: 089.3122124-125; info@mtncompany.it - www.mtncompany.it - info@cavain.it - www.cavain.it
Si presenta stamane al Comune "Rivoluzione Civile"
[ 13 02 2013 ]
Stamane alle 10,00 presso l'aula gemellaggi del Comune di Cava de' Tirreni conferenza stampa di presentazione del Comitato cittadino della lista "Rivoluzione Civile-Ingroia".
Interverranno i vertici dello stesso e i rappresenti dei partiti che lo compongono.
Interverranno:
Il portavoce cittadino Rivoluzione-Cava Paolo Barone
Il capogruppo Prc- Rivoluzione Civile Michele Mazzeo
Rinviata Festa di Carnevale
[ 12 02 2013 ]
La seconda edizione della “Festa di Carnevale”, organizzata dall’ associazione Ma.Lu.Sa. , in collaborazione con il gruppo “Ultras Curva Sud Catello Mari” e con l’associazione “Nuotare a Cava”, è stata rinviata a data da destinarsi.
L’organizzazione ha deciso di far slittare la manifestazione a causa delle pessime condizioni metereologiche, che non avrebbero permesso il regolare svolgimento delle attività. Il giorno prescelto sarà stabilito e comunicato prossimamente.
Furto nella Parrocchia di Santa Croce
[ 12 02 2013 ]
Livio Trapanese
Se non si corre ai ripari, entro breve, l’amena Frazione di Croce di Cava de’Tirreni, la cui comunità parrocchiale è affidata alla cura spirituale dei Frati Minori Cappuccini, del Convento di San Felice da Cantalice cavese, prima o poi passerà al disonore della cronaca nazionale.
La premessa è d’obbligo poiché non passa giorno che nella Frazione di Croce, posta sotto la celeste protezione di Sant’Elena, non accade qualcosa che turba la quiete dell’accogliente comunità montana, sita al confine dei comuni di Salerno e Pellezzano. Dopo la distruzione della piazzetta, ove sono state rubate, per la seconda volta, le pietre laviche nere levigate che ricoprivano la panchina, i pesantissimi portafiori in pietra bianca che cingevano la piazzetta stessa, i tombini di ghisa ed i fili di rame della pubblica illuminazione, la distruzione delle porte in ferro dell’ex ristorante “La Siesta”, col tentativo di asportarne il banco frigo-bar e quant’altro (l’elenco sarebbe lungo) la notte fra lunedì e martedì, forse la solita orda di balordi, non sapendo più cosa rubare, si sono introdotti nelle sale del Centro Pastorale.
Veniamo al fatto: ogni lunedì sera, il saggio Padre Antonio Francesco D’Urso, Parroco della Parrocchia di Santa Croce, chiama a raccolta gli uomini e donne del casale, per impartire loro l’annuale “catechesi per gli adulti” e perché questi possano prestare la dovuta attenzione agli insegnamenti biblici, le mamme, i papà, le nonne ed i nonni, accompagnano i loro figli e nipoti nell’adiacente Centro Pastorale, ove giovani volontarie l’intrattengono con sane attività ludiche. Alle 21,15 di lunedì sera, terminate le programmate attività, ognuno è tornato a casa propria, come Padre Antonio presso il convento metelliano, mentre persone inqualificabili, approfittando che una grata di ferro posta dinanzi alla finestra del deposito parrocchiale era in parte distaccata dalla parete, si sono introdotte nel centro pastorale, rubando, dopo aver distrutto due porte, debitamente chiuse a chiave, due nuove stufe elettriche, adoperate per riscaldare i locali ove sostano i bambini, un lettore DVD, utile alla proiezione di filmati inerenti la vita di Gesù e quanto predisposto per la festa di carnevale che si sarebbe dovuta tenere martedì sera, nel salone del Convento martelliano (dolcetti, bibite varie, posate, bicchieri, ecc.. Martedì mattina, taluni parrocchiani, loro e nostro malgrado, hanno constatato quanto era avvenuto la sera precedente o nel corso della notte nel locali parrocchiali, provvedendo a ridare una prima sicurezza all’accesso ai locali depredati.
La denuncia di furto e danneggiamento è stata sporta presso la Tenenza dell’Arma dei Carabinieri di Cava de’Tirreni e nel mentre si auspica che i responsabili vengano assicurati alle patrie galere, Padre Antonio spera che queste persone, giovani o meno che siano, si rendano conto, una volta e per sempre, che tale comportamento è disdicevole sia per la comunità di Croce e sia per loro stessi, poiché i continui danneggiamenti e le ruberie certamente non li fanno riposare sonni tranquilli, poiché prima o poi dovranno rendere il conto alla giustizia terrena ed a Dio nostro Padre!
La chiesa di Santa Croce fu costruita da monaci armeni, rifugiatisi in zona durante la persecuzione di Leone Isaurico. Dalla Persia giunse un loro connazionale, il diacono frà Giovanni di Giovanni che provvide a curarla fino alla sua morte, avvenuta nel 1699, come testimonia una lapide in lingua volgare ed armena. Alla fine del XVIII secolo la chiesa, che era sotto la giurisdizione dell'Arcivescovo di Salerno, passò al Vescovo di Cava de’Tirreni, come viene ricordato dalla maiolica che si trova all’apice della porta d’ingresso; alla sinistra del presbiterio, in una nicchia, dal 1901, viene conservata la statua di Sant' Elena Regina, con una croce in legno.

Nella foto, la chiesetta di Sant'Elena a Croce
Premio legalità e sicurezza Città di Cava de' Tirreni
[ 12 02 2013 ]
Il dottor Cremone abbandonerà l'ospedale di Cava?
Domattina su Radio Cava, ore 11,00
[ 10 02 2013 ]
Domenica 10 febbraio ore 11,00 Domani mattina, martedì 12 febbraio, alle ore 11,00 il dottor Luigi Cremone sarà ospite a "Echi di Cava de' Tirreni" la trasmissione radiofonica in onda su Radio Cava New Generation, condotta da Livio Trapanese per chiarire sulle voci di un possibile suo abbandono dall'ospedale cittadino.

Nella foto, il dottor Luigi Cremone
Movida, controlli a tappeto della Polizia Locale
[ 10 02 2013 ]
Nello scorso fine settimana, su precise indicazioni politiche della Giunta Galdi, e in particolare su input degli assessori Murolo, alla Polizia Locale, e Lamberti, alla Sicurezza, e su direttive del dirigente al ramo, ing. Antonino Attanasio, il Comando di Polizia Locale metelliano, retto dal vicecomandate, ten. col. Licia Cristiano, ha predisposto una serie di servizi mirati sulle attività di movida in città, con lo scopo di verificare il rispetto di alcune specifiche ordinanze sindacali emesse a tutela della salute e della pubblica incolumità.
In particolare quella relativa alle emissioni sonore da parte dei locali pubblici e a quella che stabilisce il divieto di distribuzione di bevande in contenitori di vetro o in lattine dalle ore 22.00 alle 06.00 del mattino successivo.
All'uopo sabato scorso il vicecomandante Cristiano, coadiuvata dal ten. Giuseppe Senatore e da alcuni agenti, ha effettuato un controllo a tappeto del centro cittadino e di alcune zone periferiche in cui insistono esercizi pubblici che offrono abitualmente alla loro clientela intrattenimento musicale. Nel corso del servizio sono state riscontrate irregolarità rispetto all'ordinanza sulle emissioni sonore ed elevate tre contravvenzioni ad altrettanti locali, insistenti nel centro storico metelliano e a ridosso dello stesso.
Mediateca Marte, libri: Torna "La Versione di MARTE"
[ 10 02 2013 ]
Torna la rassegna di libri, LA VERSIONE DI MARTE, giunta alla quarta edizione. Una serie di presentazioni ad ampio spettro tematico, dal romanzo giallo al saggio storico, dal teatro contemporaneo alla poesia più estrema legata a Majakovskij. La prima tappa de LA VERSIONE DI MARTE prevede, dunque, un viaggio trasversale che abbraccia il gusto di un vasto pubblico di lettori. Quattro presentazioni, cui faranno seguito altri libri già in programma a partire da aprile. Libri che aprono nuovi e forti spaccati nel contesto narrativo campano, lasciando spazio ad una letteratura sempre "curiosa" sui modi di intendere la scrittura. Primo appuntamento, mercoledì 13 febbraio ore 19, "Le notti della Macumba" di Piera Carlomagno - edizioni Cento Autori. Discutono con l'autrice Marcello Ravveduto, Gabriele Bojano, Mariagabriella Alfano. Lettore Giuseppe Basta.
Arte Tempra: domenica 10 e lunedì 11 febbraio
in scena "Liolà" di Luigi Pirandello
[ 09 02 2013 ]
Domenica 10 Febbraio 2013, ore 19.30
Lunedì 11 Febbraio 2013, ore 20.00
Auditorium "De Filippis" presso I.T.C. Della Corte
Viale Marconi - Cava de'Tirreni

Edizione originale in dialetto siciliano

Scelta Civica con Monti: domani a Cava convegno
"Salire in politica come dovere civico"
[ 09 02 2013 ]
Domenica 10 febbraio ore 11,00 Cresce l'attesa a Cava de'Tirreni per il convegno intitolato "Salire in politica come dovere civico", che si terrà domani mattina alle ore 11,00 presso il cinema Alambra in piazza Eugenio Abbro. All'evento, promosso da Scelta Civica con Monti per l'Italia, interverranno il professore Armando Lamberti, per la prima volta relatore in un convegno da candidato nella sua città e in lista per Montecitorio con Scelta Civica nel collegio Campania 2 in posizione eleggibile, Tommaso D'Onofrio, candidato alla Camera ed espressione del mondo delle professioni, Virgilia Remolino, candidata alla Camera ed espressione del mondo giovanile, e Mario Giro, candidato al Senato in Campania e rappresentante della Comunità di Sant'Egidio. Le conclusioni del convegno saranno affidate alle testimonianze dei personaggi dello sport, dello spettacolo e della società civile, che hanno deciso di "votare per Armando Lamberti con Mario Monti per l'Italia".

Nella foto in alto:
il prof. avv. Armando Lamberti,
in basso: Tommaso D'Onofrio.


Incontro con Clara Santacroce e Renata Fusco
del Laboratorio Teatrale Arte Tempra
[ 08 02 2013 ]


Rubrica di approfondimento di Giuseppe Alviggi e Armando Polacco a cura di Giuseppe Alviggi.
In questa puntata: Incontro con Clara Santacroce e Renata Fusco del Laboratorio Teatrale Arte Tempra

Visualizza altri filmati
Concorso di disegni sul Carnevale
[ 08 02 2013 ]
Per il prossimo Carnevale l 'Associazione Genitori Insieme di Pregiato con il patrocinio del Comune di Cava de' Tirreni - Assessorato all'Istruzione ha organizzato un concorso di disegno sul tema: "Il Carnevale" aperto a tutti i bambini delle scuole primarie della Città.
I disegni realizzati dagli alunni di tutti i circoli didattici cittadini e arrivati nella sede associativa presso la III Circoscrizione di Pregiato saranno selezionati da una giuria ed esposti durante la manifestazione "Carnevale Insieme", che si svolgerà nella palestra S. Nicola di Pregiato martedì 12 febbraio, alle ore 17,00.
La cerimonia di premiazione dei 25 disegni più belli e significativi si svolgerà sabato 23 febbraio presso la sede dell'associazione ''Genitori Insieme'', alla presenza dell'Assessore alla Pubblica Istruzione prof. Vincenzo Passa.
Iperattiva la Polstato, i Carabinieri, la G. di F. e la Polizia Locale cavese
[ 08 02 2013 ]
Livio Trapanese
Ricettazione, furti, danneggiamenti, abusi edilizi, plurime violazioni al codice della strada ed altro nel mirino delle quattro Forze di Polizia di Cava de'Tirreni, il tutto reso ancor più tragico dall'immatura dipartita dell'Ispettore Capo P.S. Gerardo Rese. Nel corso della settimana appena trascorsa, la Sezione Volanti del Commissariato di Pubblica Sicurezza (089.340511) di corso Giovanni Palatucci (Servo di Dio), 4, guidata, a "scavalco" dal Vice Questore Aggiunto Giuseppe dr. Marziano, effettivo, già da qualche mese, al Commissariato di Nocera Inferiore, seguitando nell'attività di controllo del territorio, basilare per la tutela dell'ordine e della sicurezza pubblica, nonché...

Approfondisci
L'on. Giovanni Baldi in prima linea
in difesa dell'ospedale cavese
[ 08 02 2013 ]
Il consigliere regionale Giovanni Baldi continua la battaglia personale e politica per difendere l'Ospedale di Cava de' Tirreni e scongiurarne la paventata chiusura a causa della mancanza di sufficienti risorse umane ed economiche. Il suo pressing a tutto campo in sede regionale e sul manager dell'A.O.U., dott.ssa Lenzi, ha garantito finora il mantenimento di livelli accettabili nel servizio offerto all'utenza. Ultimo risultato positivo è stato quello del ripristino del servizio di trasporto secondario. "E' stato sbloccato- ha sottolineato il consigliere regionale Giovanni Baldi- grazie ai buoni uffici del manager Lenzi e d'accordo con il responsabile dell'Emergenza dott. Caputo. Arriva a Cava un'altra ambulanza e tre tecnici dal "da Procida" per potenziale il servizio". Ma l'on. Baldi guarda oltre. La sua battaglia continua soprattutto in sede regionale. "C'è da mettere mano al famoso decreto 49 che ha permesso di salvare, sì, il Maria SS. Incoronata dell'Olmo da morte certa ma che per mero errore formale non ha previsto posti letto per il nostro ospedale. In parole povere dall'Asl di Salerno all'A.U.O. si sono trasferite le funzioni ma non i posti letto. Ho posto il problema al governatore Caldoro e al sub commissario Morlacco che mi hanno dimostrato il loro interessamento per arrivare a una prossima soluzione del problema. Solo con questa correzione si porrà fine ai problemi che finora ha vissuto l'ospedale di Cava".
Franco Antonello
[ 08 02 2013 ]


Rubrica di approfondimento di Giuseppe Alviggi e Armando Polacco a cura di Giuseppe Alviggi.
In questa puntata: Incontro alla Mediateca Marte di Cava de' Tirreni in occasione della presentazione del libro: " Se ti abbraccio non aver paura " di Fulvio Eras con Franco Antonello papà di Andrea ragazzo autistico di 18 anni.

Visualizza altri filmati
Conferenza Stampa Proposta di Legge Abusivismo
[ 08 02 2013 ]
Stamane, venerdì 8 Febbraio alle ore 10.30, presso la Sede Elettorale PD sita in via della Repubblica, 12, al 1° piano, sarà presentata alla stampa la proposta di legge combinata (regionale e nazionale) sul problema dell’ abusivismo edilizio in Campania.
Saranno presenti ed interverranno:
Mariano Agrusta – Segretario Cittadino PD
Rossana Lamberti – Candidata cavese PD al Senato della Repubblica
On. Fulvio Bonavitacola – Candidato PD alla Camera dei Deputati
On. Gianfranco Valiante – Consigliere Regionale PD Campania
Associazione Ma.lu.sa., seconda edizione della “Festa di Carnevale
[ 08 02 2013 ]
Sabato 9 Febbraio, alle ore 11, presso la Sala Gemellaggi del Palazzo di Città di Cava de’ Tirreni, si terrà la conferenza stampa di presentazione della seconda edizione della “Festa di Carnevale”. La rassegna è organizzata dall’ associazione Ma.Lu.Sa. , in collaborazione con il gruppo “Ultras Curva Sud Catello Mari” e l’associazione sportiva “Nuotare a Cava”. La kermesse prevede il coinvolgimento di 16 scuole del calcio dell’hinterland salernitano e si terrà Martedì 12 Febbraio allo Stadio “Simonetta Lamberti”. I fondi saranno devoluti interamente alla cooperativa sociale metelliana “La Fenice” . Interverranno all’incontro con la stampa: gli organizzatori Emanuele Esposito e Tullio Masullo, il consigliere comunale Matteo Monetta e il rappresentante del gruppo “Ultras Curva Sud Catello Mari” .
Sanità: le rassicurazioni dell'on. Giovanni Baldi
[ 08 02 2013 ]
Il consigliere regionale Giovanni Baldi, in merito alle accuse mosse dal consigliere Valiante al manager dell'Azienda Ospedaliera Universitaria dott.ssa Elvira Lenzi, per le paventate chiusure del laboratorio di analisi e della farmacia del "da Procida", dopo aver chiesto delucidazioni alla stessa manager, smentisce tali voci, ribadendo al contempo massima fiducia nell'operato della dott.ssa Lenzi. "La manager dell'A.O.U. Ruggi d'Aragona e San Giovanni di Dio mi ha assicurato che non c'è nessuna intenzione di smantellare servizi ritenuti essenziali per la collettività del Salernitano- afferma il consigliere Giovanni Baldi- E non solo per quelli del "da Procida". Lo testimoniano ad esempio i servizi garantiti anche per il laboratorio di analisi dell'Ospedale di Cava de' Tirreni, al cui interno posso confermare resterà a offrire la sua acclarata professionalità anche il chirurgo dott. Luigi Cremone, dato invece per partente verso Salerno. Al di là della voglia di propaganda elettorale del collega Valiante, faccio appello al senso di responsabilità di tutti noi per affrontare i veri problemi che il pianeta Sanità vive per ataviche problematiche, aggravate dal blocco del turn over del personale e dalla mancanza di sufficienti risorse economiche per la grave crisi congiunturale".
Ciak per la 22ª edizione della “Tombola Grassa”. Fervono i preparativi presso La Nostra Famiglia di Rotolo-Maddalena
[ 08 02 2013 ]
Livio Trapanese

Tutto pronto o quasi, presso il Centro di Riabilitazione de’ La Nostra Famiglia, del Beato Don Luigi Monza, di via Massimo Marghieri di Cava de’Tirreni, per portare “in scena” la 22ª edizione della “tombola grassa”. Proprio Don Luigi Monza, fondatore dell’Istituto Secolare delle Piccole Apostole della Carità, attive operatrici (dal 16 ottobre 1976) anche nel Centro di Riabilitazione della Villa Ricciardi, posta nell’amena Frazione pedemontana cavese, laboriose nei cinque continenti del Mondo, non si stancava mai di ribadire loro di: “prendersi cura dei bisognosi, farsi carico del bene da compiere, prodigandosi di farlo bene e porre la scienza al servizio della carità”. Spinto da tali esortazioni, il nutrito “Gruppo Amici” de’ La Nostra Famiglia cavese, animato da Elvira Della Monica Santin, venerdì 15 febbraio, alle ore 19,30, nel salone delle feste del “Club L’Orizzonte” (via Aniello Ferrigno -Frazione Passiano- della Città dei portici), ben sapendo che “il bene non fa rumore, ma c’è”, darà vita alla 22ª Edizione della Tombola Grassa. Raffaele Narbone, presidente del noto club passianese, del pari al Consiglio Direttivo, nell’apprendere che le Piccole Apostole della Carità: Renata, Gabriella, Linda, Minuccia, Agnese e Simona avevano espresso il desiderio di portare nel loro club, posto ai piedi di Monte Finestra, l’edizione 2013, hanno esultato di gioia, dando, da subito, completa e filantropica collaborazione. Dal 1992 al 1998 la tombola, che ha lo scopo di raccogliere fondi da destinarsi alle costanti esigenze del Centro di Riabilitazione metelliano e di consentire ai giovani diversamente abili e loro accompagnatori di portarsi a pregare Maria, la Mamma di tutta l’umanità, dinanzi alla grotta di Lourdes, venne svolta nel salone delle conferenze del Club Universitario Cavese, nel parco Falcone e Borsellino, come dal 1999 al 2012 è stata presentata nell’Auditorium “Andrea Genoino” dell’omonimo Liceo Scientifico. Anche questo annuale evento, come tant’altri di natura sportiva, storica, culturale e folkloristica, ha visto protagonista il mai dimenticato Gino Avella. Gli esperti notai della serata saranno gli storici ragionieri Ciro Fusco e Matteo Viviani, ai quali è affidato il compito di assegnare ben 26 ricchi premi: 10 ambi, 7 terni, 4 quaterne, 3 cinquine, 1 tombola ed 1 “tombolino”, il cui contenuto è generosamente offerto dai ceramisti cavesi Enzo Lodato e Adriano Bergamo e da altre aziende cittadine e del circondario. La serata è gratuitamente vivacizzata dal gruppo tammorre “7 bocche”, voce e suoni di Angelo Plaitano e Daniela Dentato; dai ragazzi e ragazze della scuola di danza “L’Officina delle Arti”, diretta dalla nota ballerina Anna Torino; dalla cantante Giovanna Landi, solista del Coro Teatro Verdi di Salerno; dal corpo di ballo “New Latin Club Forever”, diretto dall’abile maestra Gilda Avagliano; dal “Trio di Fiati”, strutturato da: Antonio Rufo, oboe, Antonio Senatore, flauto, e Antonello Capone, Fagotto, noti professori dell’Orchestra Teatro Verdi; il trio “Le note di Napoli”, con Francesco Delli Paoli, voce, Roberto Castagna, chitarra, e Bruno De Rosa, mandolino. Un notissimo clown di fama ultranazionale, che non riveliamo il nome perché resti la sorpresa dell’evento di questo anno 2013, allorquando ha saputo che a Cava de’Tirreni, da 22 anni, il Gruppo Amici de La Nostra Famiglia e le Piccole Apostole della Carità realizzano una tombola i cui fini sono esclusivamente di natura socio-umanitaria, ha chiesto di regalare un suo esilarante spettacolo, portato in numerose città d’Italia e delle nazioni confinanti.

Attività venatoria, stamane conferenza stampa a Palazzo di Città
[ 08 02 2013 ]
Stamane, 8 febbraio, alle ore 11, presso la Sala Gemellaggi del Palazzo di Città di Cava de’ Tirreni, per presentare alla Stampa l’esito favorevole di un procedimento penale aperto ai danni di un cacciatore fermato nel Parco dei Monti Lattari, la cui sentenza sancisce un principio importante per tutti i cacciatori che vogliono svolgere attività venatoria nello stesso parco. Interverranno i vertici dell’Associazione e il legale della stessa, avv. Giuseppe Senatore.
Torna la poesia al MARTE Mediateca,
con il cantautore Alessandro Orlando Graziano
[ 08 02 2013 ]
Venerdì 8 febbraio 2013, ore 21.00
MARTE Mediateca, Arte, Eventi | C.so Umberto I, 137 - Cava de'Tirreni (Sa)
Sei appuntamenti dedicati alla poesia. Poeti e songwriter disegnano la parabola del nuovo viaggio letterario del MARTE, attraverso la musica, il teatro e la scrittura: da Montale a Lou Reed, Gaber, Johnson e il blues, De Luca, Ungaretti. Primo appuntamento con il cantautore Alessandro Orlando Graziano e un omaggio a Montale...

Approfondisci
Le insidie dentro, fuori ed intorno al parco Schwerte
[ 04 02 2013 ]
Livio Trapanese
Non si può e non si deve restare indifferenti quando una concittadina ci riferisce, ancora spaventata, quanto le è accaduto nell’attraversare il “polmone verde” dell’area nord della Città di Cava de’Tirreni, il parco Schwerte.
Erano appena passate le diciannove di domenica 3 febbraio 2013, quando la quarantenne signora Maria (nome convenzionale), una donna di “bella presenza” direbbero in tanti, dopo aver varcato il cancello d’ingresso del parco, quello posto di fronte al bar Remo di via Vittorio Veneto, non appena si è accinta a percorrere il viale per raggiungere l’uscita nord-est (quella di fronte alla sede dei Cavalieri della Pergamena Bianca) per raggiungere la sua abitazione di via XXV Luglio, si è vista avvicinare da due dei quattro soggetti che erano seduti sotto il gazebo, i quali, proprio per l’avvenenza della gentil donna, hanno iniziato a seguirla, rivolgendole, in un pessimo italiano, frasi indecenti.
Dalla descrizione fattaci, possiamo affermare che erano i soliti quattro rumeni! La donna, spaventata, senza alcun indugio è tornata di corsa verso l’uscita del parco, ma proprio in quell’istante è sopraggiunto un suo vicino di casa, che rincuoratela, ha proseguito “la marcia” verso l’abitazione. La presenza dell’uomo ha scongiurato ogni eventuale perversa intenzione dei quattro soliti rumeni che, ubriachi, fanno di tutto e di più nel parco, ben sapendo che gli equipaggi delle “volanti” della Polizia di Stato, delle “gazzelle” dell’Arma dei Carabinieri e della “pronto impiego” della Polizia Locale non entrano mai nel parco Schwerte per monitorare l’intera area e procedere verso quanti potrebbero porre in essere maldestre intenzioni.
I quattro rumeni, verso la fine dello scorso anno, in una serata di pioggia, servendosi di un telo di plastica di grande dimensioni, hanno totalmente “fasciato” il gazebo, mangiando e bevendo a dismisura, tanto che il mattino seguente abbiano visto il gazebo ancora fasciato, carta, cartoni, sacchetti di plastica, lattine e bottiglie di vino adagiati intorno al tavolo; il tutto rimosso dalla signora Lidia Faella, impavida “crocerossina” della Se.T.A. S.p.A. la quale da anni, con cadenza quotidiana, rimuove quanto gli altri, non solo rumeni, abbandonano nel parco, in special modo avanzi di pizza, bottiglie e lattine.
Bene farebbero gli agenti della PolStato, dell’Arma e della Polizia Locale, ci dicono, ripetutamente, i frequentatori del parco Schwerte, come anche la signora Maria, i quali, nel corso dell’attività istituzionale, se entrassero nel parco e verificassero quanto accade; procedendo di conseguenza. L a signora Gerarda, che abita in via Vittorio Veneto e che i suoi balconi affacciano proprio sul parco, più volte ci ha riferito, ma lo ha fatto anche agli agenti della Polizia Locale, che a sera, quando l’area verde è chiusa, giovani e meno giovani, servendosi della cassetta Enel posta all’angolo fra via Vittorio Veneto e via Clemente Tafuri, scavalcano la recinzione ed una volta dentro fanno quello che vogliono, arrecando anche danni alle aiuole, alle piante, alle panchine, alla fontanine e non solo.
Il quadrivio di via Tafuri, via Veneto, prosegue la signora Gerarda, è eternamente occupato da autovettura in doppia e tripla fila (cosa che accade, aggiungiamo noi, anche in quello di corso Mazzini - via Talamo), arrecando grave intralcio alla circolazione stradale, inquinamento acustico ed atmosferico. Quello che c’infastidisce, prosegue la signora Gerarda, è che vediamo transitare le pattuglie della Polizia Locale e qualora si fermano, ma deve andare bene, gli agenti iniziano a fischiare, rendendo libero per pochi minuti il quadrivio, poiché “tutto torna come prima”, per non parlare delle auto in sosta fra le strisce pedonali ed i marciapiedi e noi mamme, con le carrozzine, per poter passare, dobbiamo assoggettarci ad una continua gimcana. Noi aggiungiamo che lasciare che i cittadini continuino a fare quello che vogliono e dove vogliono, ci allontana ancor più dalla legalità, oggettiva realtà sempre più bramata dalla stragrande maggioranza del popolo di Cava de’Tirreni.
Dolore e lacrime per l'estremo saluto all'Ispettore Rese
[ 04 02 2013 ]
Livio Trapanese
Inimmaginabile ed inquantificabile la folla di congiunti, parenti, colleghi, amici e conoscenti che, sin dal diffondersi della funesta notizia, è giunta nell’abitazione di via Della Libertà, 30 di Roccapiemonte, residenza dell’eccellente Ispettore Capo della Polizia di Stato Gerardo Rese (da circa quattro lustri in forza al Commissariato di Cava de'Tirreni), dell’amabile consorte, la signora Antonietta Colombo, e dell’unica figlia Francesca, impegnata studentessa universitaria, al gterzo anno della facoltà di Psicologia dell’Università di Caserta.
Al capezzale del nostro amato Gerardo, così voleva essere chiamato, del quale non sarà possibile non avere fissi nella mente il suo solare sorriso, la giovialità, la dinamicità e l’attenzione verso i deboli e gli indifesi, senza mai sottrarsi o distrarsi dai doveri del “suo ufficio”, che tanto amava, trascurando forse, in assoluta filantropia, la propria salute ed una maggiore attenzione verso i suoi cari, sono rimasti, con la consorte e la figliola, la mamma, Anna Palmieri ed i fratelli Carmine e Gianluca, con le loro consorti e figli.
L’Ispettore Capo Rese, l’abbiamo detto, amava troppo il suo “status” e non disdegnava dal dare tutto sé stesso. Noi lo abbiamo incontrato al suo posto di lavoro anche quando era a riposo od in ferie, esempio d'alto senso del dovere ed immane spirito di servizio, non solo verso la “sua” storica Istituzione: la Polizia di Stato, ma anche verso i vertici della P.S., i colleghi, i collaboratori e l’intera cittadinanza di Cava de’Tirreni, perché sempre pronto ad offrirsi per superare, manifestatasi la necessità, ogni sorta di difficoltà.
L’Ispettore Rese, proprio per le sue spiccate peculiarità personali e professionali, era noto a tutte le Forze di Polizia, Enti, Istituzioni ed Associazioni di Cava de’Tirreni, come abbiamo potuto personalmente registrare anche dalle plurime attestazioni di stima, giunte durante la settimanale trasmissione radiofonica di “Echi di Cava de’Tirreni”, irradiata tutti i martedì, da lustri, da Radio Cava New Generation.
Dinanzi al civico 30 di via Della Libertà di Roccapiemonte, nonostante l’inclemenza del tempo, dal primo pomeriggio di sabato, per giungere a quello di domenica (2 e 3 Febbraio 2013), abbiamo visto, commossi, uomini e donne (in uniforme ed in abito civile) della Guardia di Finanza, dell’Arma dei Carabinieri, della Polizia di Stato, fra cui il Questore Antonio De Iesu, il Vice Questore Aggiunto, Primo Dirigente, Pietro Caserta, appositamente giunto da Roma, il Vice Questore Aggiunto Giuseppe Marziano, ma anche della Polizia Locale, col Maggiore Giuseppe Ferrara ed altri Ufficiali ed Assistenti, dell’Associazione Europea Forze di Polizia (di cui l’Ispettore Rese era socio), dei Rangers d’Italia, della Protezione Civile e tant’altri appartenenti a Sodalizi di natura socio-storico-culturale di Cava de’Tirreni, oltre l’Assessore alla Sicurezza Vincenzo Lamberti e l’ex Sindaco Luigi Gravagnuolo. Dopo l’estremo saluto, officiato nell’assiepata Chiesa di Santa Maria del Ponte di Roccapiemonte, per delega della signora Rese-Colombo, ha preso la parola il dr. Pietro Caserta il quale, palesemente affranto, nel ringraziare i tantissimi convenuti, segno tangibile dei sentimenti che Gerardo, nel corso della sua lunga permanenza nella “valle metelliana”, nell’Aeroporto Intercontinentale di Roma-Fiumicino e prima ancora in reparti capitolini, ha saputo trasmettere a quanti l’hanno conosciuto, ha sottolineato: ”l’Ispettore Cavaliere della Repubblica Gerardo Rese, è stato un attento collaboratore, in lui era innata la professionalità e la fedeltà alla Leggi ed Istituzioni. Era troppo signore per stare in mezzo a noi, per questo Dio nostro Padre l’ha voluto al suo cospetto, certamente per affidargli incarichi ancora più delicati e prestigiosi”! La salma è stata tumulata nel Cimitero di Nocera Superiore.
Elenco degli scrutatori sorteggiati a Cava per le prossime elezioni del 24 e 25 febbraio
[ 03 02 2013 ]
Elenchi degli scrutatori effettivi e supplenti sorteggiati ieri mattina nella sala consiliare del Palazzo Città. Nel verbale della stessa commissione, qui allegato, i criteri stabiliti per individuazione la tipologia degli scrutatori.

Scrutatori effettivi.pdf

Scrutatori riserve

Verbale scrutatori.pdf
Al Premio Com&Te confronto serrato sul fenomeno grillino
[ 02 02 2013 ]
Una presentazione resa molto vivace dalla presenza di una folta rappresentanza dei seguaci del Movimento 5 Stelle, quella che ha caratterizzato ieri sera, al Social Tennis Tennis Club di Cava de'Tirreni, il secondo appuntamento della VII edizione del Premio Com&Te, organizzata dall'Associazione Comunicazione & Territorio. Ospite del salotto letterario il giornalista Giuliano Santoro con il saggio Un Grillo qualunque Il Movimento 5 Stelle e il populismo digitale nella crisi dei partiti italiani (Castelvecchi).
Il folto gruppo di "grillini" ha vivacizzato la serata interloquendo e, spesso, polemizzando a più riprese con l'autore, provvedendo nel contempo, in ossequio alla cultura digitale che caratterizza il movimento, a filmare la manifestazione.
"Ho scritto questo libro in tempi non sospetti -ha affermato Giuliano Santoro- ma questo è un tema di estrema attualità soprattutto in vista delle prossime elezioni politiche, dove il Movimento 5 Stelle potrebbe rappresentare un momento di particolare novità. Anche se, in tutta onestà, mi chiedo se sia proprio così e se non, al contrario, non corriamo il rischio di trovarci al cospetto dell'ennesima riproposizione di alcuni dei vecchi vizi della politica italiana". "Quando si parla del Movimento 5 Stelle -ha tenuto a precisare Santoro- bisogna tenere presente sempre due elementi: il populismo digitale e la crisi dei partiti."
"Ad ogni modo -ha concluso Santoro- rifiuto lo schema "o stai con Beppe Grillo oppure vuoi conservare e difendere la casta". Si tratta di una falsa alternativa, perché penso che Grillo sia molto più legato al nostro passato che al nostro futuro".
Numerosi anche gli interventi dei giovani studenti degli istituti superiori cavesi, interessatissimi ad un fenomeno politico di particolare attualità, che non hanno mancato, in alcuni casi, di polemizzare e dissentire con gli esponenti "grillini".
Ad intervistare Santoro, nel corso del salotto letterario curato da Pasquale Petrillo, i giornalisti Vito Pinto e Mariella Sportiello, corrispondente de Il Mattino.
Per ogni ulteriore informazione consultare il sito www.premiocomete.it.






Alcuni momenti della serata.
Scompare l'ispettore capo della Polizia Gerardo Rese
[ 02 02 2013 ]
"Ci ha lasciati Gerardo Rese, una persona veramente perbene!"

Livio Trapanese
"Non è possibile, non ci credo!". E' questa l’espressione che echeggia in Cava de’Tirreni dal primo pomeriggio di quest’oggi, Un sabato di lutto per la Città dei portici, l’Ispettore Capo della Polizia di Stato Gerardo Rese, di appena 58anni, senza alcun preavviso ha lasciato la terra per portarsi dinanzi al volto santo di Dio nostro Padre.
Sin dalle prime ore di lavoro Gerardo Rese, che chi come noi lo voleva un mondo di bene, ed eravamo in tanti, perché persona di elevato spessore morale ed umano, soleva chiamarlo “Gerry”, lamentava dolori allo sterno e nonostante i colleghi ed i collaboratori lo esortavano a farsi accompagnare presso l’Ospedale Civile Santa Maria Incoronata dell’Olmo, ha desistito, sicuramente per non allontanarsi dal posto di lavoro! Alle quattordici, smessa l’attività operativa, Gerry è tornato alla sua abitazione di via Della Libertà, 30 in Roccapiemonte.
La consorte e la figlia, nel vederlo hanno riscontrato dal suo aspetto una sofferenza, che di li a poco l’ha portato al decesso. Gerry lascia un vuoto, lo possiamo urlare, incolmabile. L’estremo saluto sarà officiato alle ore 15.00 di domani, Domenica 3 Febbraio 2013 nella chiesa di Roccapiemonte. Il Vice Questore Aggiunto Primo Dirigente, dr, Pietro Caserta, raggiuntoci telefonicamente da Roma, ci ha dichiarato: la Polizia di Stato e la Città di Cava de’Tirreni, con l’immatura dipartita dell’Ispettore Capo Gerardo Rese, perde un valido servitore dello Stato e la comunità cavese un poliziotto vicino alle problematiche di quanti con lui si relazionavano, senza mai distrarsi dal proprio dovere istituzionale. Ciao Gerry anche i tuoi "scolari" ti rimpiangeranno e ti sono grati per quanto loro hai dato.

"Nella foto in alto, l'ispettore Gerardo Rese. Qui, durante una lezione scolastica.
Domenico Campeglia candidato alla Camera con Oscar Giannino
[ 02 02 2013 ]
Nota della redazione: Sul numero 72 cartaceo di Cavanotizie.it, in distribuzione in questi giorni, per errore abbiamo omesso di citare (nell'articolo in prima pagina dedicato ai cavesi candidati alle elezioni politiche del 24 e 25 febbraio prossimo) il nostro concittadino Domenico Campeglia. Nello scusarci pubblicamente per tale omissione con i lettori e con l'interessato pubblichiamo di seguito notizie relative al candidato.
Gerardo Ardito
Direttore editoriale

Chi è Domenico Campeglia
"Domenico Campeglia, 34enne, laureato in Scienze Politiche ed attualmente impegnato presso l'azienda di famiglia nel settore lattiero caseario è uno dei candidati cavesi alle prossime elezioni politiche 2013.
Il suo impegno è col movimento politico "Fare per Fermare il Declino" presieduto da Oscar Giannino, professore e noto giornalista economico. "Dobbiamo fermare il declino italiano, di cui la crisi finanziaria è solo un'aggravante - ha sottolineato Campeglia - La classe politica emersa dalla crisi del 1992-94 ha fallito: deve essere sostituita perché è parte e causa di quel declino sociale che vogliamo fermare. L'Italia può e vuole crescere nuovamente. Per farlo deve generare mobilità sociale e competizione, rimettendo al centro lavoro, professionalità, libera iniziativa e merito individuale. Affinché l'interesse di chi lavora - o cerca di farlo, come i giovani e tante donne - diventi priorità bisogna smantellare la rete di monopoli e privilegi che paralizzano il paese". "I problemi odierni sono gli stessi di vent'anni fa - continua Campeglia - l'inefficienza dell'apparato pubblico e il peso delle tasse che lo finanziano stanno stremando l'Italia. Perdendo lavoro e aziende, migliaia di persone non sono più in grado di produrre e milioni di giovani non lo saranno mai. Tagliare e rendere più efficiente la spesa, ridurre le tasse su chi produce, abbattere il debito anche attraverso la vendita di proprietà pubbliche, premiare il merito tra i dipendenti pubblici, promuovere liberalizzazioni e concorrenza anche nei servizi e nel sistema formativo, eliminare i conflitti di interesse, liberare e liberalizzare l'informazione, dare prospettive e fiducia agli esclusi attraverso un mercato del lavoro più flessibile ed equo. Sono queste le discriminanti che separano chi vuole conservare l'esistente da chi vuole cambiarlo per far sì che il paese goda i benefici dell'integrazione economica europea e mondiale. Nessuno, fra i partiti esistenti, si pone neanche lontanamente questi obiettivi. Noi vogliamo che si realizzino".
Per maggiori informazioni www.fermareildeclino.it

Case popolari di Pregiato, per i 18 appartamenti l'ok della commissione collaudo
[ 02 02 2013 ]
La commissione collaudo si è espressa favorevolmente sui 18 alloggi popolari di Pregiato.
Sarebbero 164 le famiglie che ancora attendono un alloggio e che da oltre 30 anni vivono nei prefabbricati oramai fatiscenti. In settimana saranno autorizzati i traslochi agli assegnatari.
Cronaca gennaio 2013
Cava [archivio]


Vai alla cronaca gennaio 2013
     
  Contattaci  
 

 
Contattaci
Chi siamo
 
  Commerciali  
 
Industrie
Artigiani
Ristorazione
Alberghi
Shopping
Salute
Arredamenti
Servizi
Immobili
Commercio
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
torna in cima