Informazione  
 
Il numero in edicola
Archivio cartaceo
Editoriali
 
 
Archivio cronaca
Comunicati comunali
Il sindaco risponde
Lettere al giornale
 
  Sport  
 
Cavese Calcio
Arti marziali
Atletica e C.S.I
Altri sport
 
  Ritratti  
 
La Giunta Comunale
I Consiglieri comunali
Personaggi cavesi
Foto di Cava
Scorci metelliani
 
  Consulenti  
 
Avvocato
Commercialista
Immobiliare
Lavoro
Dentista
Nutrizionista
Sessuologo
 
  Medicina  
 
Distretto sanitario SA1
Articoli
Centro di salute mentale
Consultorio
Sert
Diabetologia
Il medico risponde
 
  Istituzioni  
 
Palazzo di Citta'
Comunicati comunali
Associazioni
Consorzio di Bacino SA1
Intermedia
Scuola
 
  Servizi  
 
Farmacie
Numeri utili
Orari autobus
Orario treni
Siti istituzionali
 
  Annunci  
 
Compro e vendo
Immobiliari
Cerco e offro lavoro
 
  Rubriche  
 
Lettere
Cultura
Speciali
Mondo Giovani
Cavesi nel mondo
Immigrazione
Mostra fotografica
Scadenze fiscali
Umorismo e satira
Chi siamo
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
torna in cima
Calzaturificio Ardito
Calzaturificio Ardito
Cava de' Tirreni
Il Calzaturificio Ardito
Via G. Maiori - 84013 - Cava de' Tirreni - Salerno
tel.
089.462642
Il Calzaturificio Ardito, un pezzo di storia dell'artigianato cavese
Cava de' Tirreni
Per la prima volta, dopo 80 anni, a Cava con un negozio per la vendita al dettaglio

Gerardo Ardito

Vincenzo Ardito mi mostra un vero reperto storico, una scarpa che ha piu di 60 anni. Sulla suola e' stampato il prezzo:105 lire. Venne prodotta nell'antico laboratorio di famiglia.

Nel 1926, nonno Vincenzo, appena undicenne, realizzo' a mano il suo primo paia di scarpe, e da allora quelle scarpe ne hanno fatta veramente tanta di strada. La produzione artigianale della famiglia Ardito ha attraversato la vita di ben tre generazioni: dall'antico nonno Vincenzo al figlio Gaetano ai tre nipoti Vincenzo, Maria Grazia e Maurizio. L'intraprendente figlio Gaetano, a soli 17 anni mise su un laboratorio tutto suo per la costruzione delle scarpe, chiamando, poi, a lavorare nella sua azienda il padre Vincenzo, che lavorava come operaio presso un altro artigiano locale attivo nello stesso settore, consentendogli un congruo aumento di stipendio rispetto alle 700 lire del suo salario.

Nel 1952, a 19 anni, Gaetano non ancora maggiorenne, perche' allora la soglia della maggiore eta' era fissata a 21 anni, si reco' a Napoli per acquistare quattro macchinari per la propria azienda, ma il venditore, trovandosi di fronte quello che allora era soltanto un ragazzo, ebbe a dire : " ...uaglio' puortame quaccherune' ch'e' mustazze (coi baffi), chiaramente alludendo a un adulto. E Gaetano non esito' a farvi immediatamente ritorno in compagnia del papa' Vincenzo. Il laboratorio aveva allora: una fresa, una premonta a mano, una pressa e uno spazzolone elettrico, il tutto frutto un investimento di 150 mila lire. Nasceva cosi' il marchio "Ardito Calzaturificio".

Negli anni '50 Cava poteva contare decine di calzaturifici; erano gli anni del dopoguerra e della ripresa economica e la nostra citta' faceva la sua parte, attraverso una produzione calzaturiera di qualita'. Ma, negli anni successivi, furono ben poche le aziende che seppero interpretare l'esigenza di continua innovazione tecnologica necessaria a fronteggiare la sempre maggiore competitivita' del mercato, e cosi' molte di esse furono costrette a chiudere i battenti.


1972 - Da sinistra: Luigi Ciccullo, Vincenzo Ardito, Ercole Senatore, Michele Venoso, Vincenzo Armenante, Francesco Laudato, Vincenzo Baldi, Raffaele Venosi, Luigi Mosca, Alfredo Ardito, Gaetano Ardito.


Da sinistra: Vincenzo Ardito, Ercole Senatore, Giuseppe Senatore, Gaetano Ardito, Raffaele Della Monica, Mario Trezza, Saverio Armenante, Luigi Ciccullo, Vincenzo Ardito (il bambino), Antonio Mazzotta, Vincenzo Baldi, Emilio Senatore, Francesco Laudato, Vincenzo Armenante, Michele Venoso.

Il laboratorio negli anni ' 60 si trasferi' dalla originaria sede in localita' S. Arcangelo a quella nel portone del palazzo Mascolo-Vitale, ubicata di fronte al Palazzo Arcivescovile. Nel 1981, proprio per ospitare "Il Calzaturificio Ardito", fu eretto un nuovo stabile in via Gaudio Maiori, di fronte alla clinica veterinaria "La Piccola Svizzera". Erano laboratori nuovi ed ampi attrezzati, allora come ora, con tecnologie d'avanguardia. Il nonno Vincenzo, all'eta' di 68 anni trascorse in laboratorio il suo ultimo giorno prima di spegnersi.

Oggi, il Calzaturificio Ardito e' una moderna azienda che conta 14 operai e vanta una produzione che e' per il 35% esportata in tutto il mondo, soprattutto in Inghilterra, Francia, Svezia, Israele e Stati Uniti.

Ai giorni nostri l'azienda gode dell' operoso sostegno dei figli di Gaetano: Vincenzo (42 anni), Maria Grazia (40 anni) e Maurizio (37 anni), responsabili dei vari settori della lavorazione e del marketing nazionale ed internazionale.


da sinistra: Maurizio, MariaGrazia, il papa' Gaetano e il primogenito Vincenzo.

La produzione ha saputo coniugare la piu aggiornata tecnologia con la preziosa cura artigianale dei dettagli, dell'accuratezza delle finiture e puntando ad un target attento alla scrupolosa scelta dei materiali utilizzati: solo cuoio e fodere di pelle di vitello e capra, senza nessun impiego di materiale di tipo sintetico.

Il 10% della produzione e' confezionata su misura: infatti, su consiglio di ortopedici e podologi, sono molte le persone che richiedono tipi particolari di calzature, ad esempio, per compensare una sproporzione tra collo e pianta del piede. Questi, dopo la realizzazione di un plantare adatto alle proprie esigenze, possono comodamente e con fiducia rivolgersi al Calzaturificio Ardito che e' in grado di realizzare un prodotto perfettamente in sintonia con ogni richiesta terapeutica.

Con l'apertura di un punto vendita al dettaglio, l'azienda cavese e' venuta incontro alle numerose richieste dei clienti. Il negozio e' annesso ai laboratori del Calzaturificio e vanta una vasta gamma di modelli classici e di tendenza. Il personale al servizio dei clienti, cordiale ed esperto, sapra' consigliarli e guidarli nella scelta delle calzature desiderate. Scarpe di buona fattura, comode ed eleganti, a richiesta anche su misura, ma senza costosi ricarichi per intermediazioni di rappresentanti e grossisti. Si', e' una grande opportunita' poter finalmente comprare dal produttore stesso.



     
  Contattaci  
 

 
Contattaci
Chi siamo
 
  Commerciali  
 
Industrie
Artigiani
Ristorazione
Alberghi
Shopping
Salute
Arredamenti
Servizi
Immobili
Commercio
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
torna in cima